BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Un morto e più di 250 recuperati dalla nave in fiamme

Salgono di momento in momento i naufraghi recuperati dalla Norman Atlantic, mentre un uomo è morto a causa dell'incendio scoppiato sulla nave alle 4,30 di domenica mattina.

Più informazioni su

Salgono di momento in momento i naufraghi recuperati dalla Norman Atlantic, mentre un uomo è morto a causa dell’incendio scoppiato sulla nave alle 4,30 di domenica mattina.

Nella notte tra domenica e lunedì grazie agli interventi di tutte le forze coinvolte, è salito il numero dei naufraghi recuperati: alle 7 sono 255 e ne restano ancora 223 da salvare, nessuno risulta disperso

E i soccorsi, cui stanno partecipando molte navi mercantili, andranno avanti coordinati dalla nave della Marina Militare italiana San Giorgio. Le condizioni meteo sono state terribili per tutta la giornata dell’emergenza: mare forza 8 e vento a cinquanta nodi.

Verso le cinque della mattina di lunedì, personale medico e sanitario è salito a bordo del traghetto. Intanto gli elicotteri della Marina con capacità di visione notturna sono attivi nella zona.

C’è una vittima. Lo conferma Giovanni Pettorino, l’ufficiale che coordina in mare le operazioni di soccorso in mare tra la Grecia e l’Italia. L’uomo, un passeggero greco, è morto dopo aver tentato di lanciarsi sullo scivolo che portava a una zattera, insieme alla moglie.

Le persone che sono ancora sulla nave raccontano uno scenario da incubo. Pavimenti resi incandescenti dall’incendio, mare mosso, il freddo che incombe. Dal ponte i messaggi che arrivano raccontano di una situazione difficilissima: "Stiamo morendo di freddo e soffochiamo per il fumo".

Un cittadino greco, Yorgos Stiliaras, ha descritto l’incidente alla Tv Megachannel: "I pavimenti sono bollenti, le persone tremano e tossiscono. Non si sa se ce la faremo". "Sembrava il Titanic", il primo commento di due giovani greche ricoverate nell’ospedale di Brindisi.

Tra i naufraghi arrivati in Puglia c’è una bambina di 12 anni, originaria di Molfetta. E alcuni camionisti naufraghi sul traghetto puntano il dito contro la presenza a bordo di numerosi contenitori di olio.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da roberta

    Perchè abbiamo speso milioni e milioni per acquistare una inutile portaerei, e altrettanti ne spenderemo per degli inutili cacciabombardieri, quando invece sarebbe stato meglio investire quelle risorse per acquistare mezzi utilizzabili in caso di emergenza (elicotteri, navi ospedale, ecc)?
    Perchè non sono stati mandati laggiù tutti i nostri elicotteri militari, invece di lasciarli al calduccio negli hangar?