BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Marco Filisetti direttore generale degli acquisti del Miur

Marco Filisetti, già sindaco di Gorle, è stato nominato direttore generale per i contratti degli acquisti e del sistema informativo del Miur.

Marco Filisetti è stato nominato Direttore Generale per i contratti, gli acquisti, il sistema informativo e la statistica del Miur, il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca.

La nomina dell’ex sindaco di Gorle è avvenuta il 23 dicembre scorso al termine della selezione pubblica indetta dal Miur il 18 luglio 2014. Alla selezione hanno partecipato oltre due mila candidati. Filisetti è stato scelto anche a seguito della valutazione positiva del lavoro svolto nel periodo 2009–2014 sempre come direttore generale del Miur con i Ministri Gelmini, Profumo, Carrozza.

Filisetti è l’unico bergamasco e lombardo scelto come dirigente di ruolo (a seguito di concorso pubblico) della Pubblica amministrazione nominato direttore generale del Miur. Per l’incarico che andrà a svolgere, Filisetti percepirà annualmente 156.100,00 euro al netto della retribuzione straordinaria di risultato.

Da questa settimana, Filisetti non è più presidente della Fondazione Sordomuti di Bergamo. Il Presidente della Provincia, Matteo Rossi, non gli ha rinnovato l’incarico. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da luca

    Meno male che non e’ più sindaco di Gorle, se no avrebbe fatto altri 5 anni stando sempre a Roma e facendo il sindaco 1 giorno alla settimana!

    1. Scritto da Emmina

      Forse tra le decisioni della giunta non ci sarebbe stata quella di aumentarsi immediatamente gli “stipendi”!!!!!!!!!

  2. Scritto da spillo

    E’ curioso notare che per il Presidente del Consiglo Matteo Renzi del PD conti più la professionalità anzichè il politicamente organico, nelle nomine (con lauto compenso) ai vertici del Ministreo dell’Istruzione a differenza del Presidente della Provincia Matteo Rossi sempre del PD nella nomina (gratuita) ai vertici di una Fondazione provinciale per la formazione professionale. Alla Provincia di Bergamo siamo ancora fermi al “manuale Cencelli” !

  3. Scritto da loretta

    il MIUR ha un bilancio di 53 miliardi ed un milione di dipendenti, forse non è proprio un soffio.

  4. Scritto da urko

    Abbiamo un genio in casa e non ce ne siamo mai accorti!!!

  5. Scritto da denis

    156 mila euro all’anno per spendere oculatamente i soldi della scuola? Già il suo stipendio è sproporzionato e sprecato, calcolando che abbiamo una tra le peggiori scuole al mondo. Per onorare il suo Paese e la scuola, dovrebbe lavorare a 1000 euro al mese e farla risalire nelle classifiche mondiali. A risultato acquisito, allora potremmo parlare di regaloni economici!

    1. Scritto da Luigi

      Solo nel pubblico ti danno montagne di soldi prima ancora di vedere se sai fare qualcosa. Pazzesco… Gli amici e le tessere contano eccome, altro che meritocrazia. Tanto paga Pantalone

      1. Scritto da Romanese

        Prima di scrivere fareste bene a informarvi. 156000€ è una normale componente fissa dello stipendio di un purchasing manager in qualsiasi azienda di livello medio- grande, con limiti di spesa ben inferiori rispetto a quelli del MIUR. Andate voi a lavorare per 1000€, con tutte le responsabilità anche penali che il ruolo comporta.

        1. Scritto da se se...

          tra 1000 eu e 156 mila c’è una sottile divergenza….appena appena, un soffio