BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bossi alla Bèrghem frècc “Matteo Salvini al Sud? Io sono per la Padania”

Lo sbarco di Matteo Salvini al Sud ha fatto storcere il naso a molti leghisti duri e puri, gli stessi che per anni hanno inseguito il sogno di costruire un muro sul fiume Po. Tra loro anche l'ex leader del Carroccio Umberto Bossi, che sul palco della Bèrghem Frècc di Albino critica l'iniziativa del “Capitano” Salvini.

Lo sbarco di Matteo Salvini al Sud ha fatto storcere il naso a molti leghisti duri e puri, gli stessi che per anni hanno inseguito il sogno di costruire un muro sul fiume Po. Tra loro anche l’ex leader del Carroccio Umberto Bossi, che sul palco della Bèrghem Frècc di Albino critica l’iniziativa del “Capitano” Salvini. “Ha aperto al Sud, non so come sarà – ha detto -. Noi stiamo con la Lega. Io potevo andare via per fare un altro partito, non l’ho mai fatto perché portavo via voti alla Lega. Non dobbiamo creare confusione. Io sono per la Padania libera, punto. Alla fine verrà a galla la verità: il Nord non può essere schiavo di nessuno”.

L’intervento critico è stato accolto da alcuni timidi applausi. Gli altri militanti leghisti presenti nel centro sportivo invece non sembrano aver gradito la stoccata a Salvini che negli ultimi mesi ha risollevato le sorti del Carroccio dopo gli scandali. Le ovazioni per Bossi sono arrivate solo pochi minuti dopo allo scandire del tradizionale mantra “Padania? Libera”.

Lontano dal palco, davanti ai microfoni di Repubblica, Bossi ha rincarato la dose: “Salvini dovrebbe recuperare gli errori fatti a Maroni che ha espulso un sacco di gente. Il tempo sanerà tutte le difficoltà. Mi auguro che la Lega possa vincere le elezioni e vada al governo. E’ l’unica che può cambiare qualcosa nel paese”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Padania Celtica

    La formula magica è sempre la stessa: chiudere-i-rubinetti al parassitismo itagliano. Roma capitale in primis. Ciò fatto non è un problema di quanti partiti,partitelli ecc Salvini aprirà al sud. Dopotutto l’idea di una Lega Nord che apriva alle regioni meridionali (eccetto le tre “canaglia” calabria,sicilia e campania) fu un’idea dello stesso Umberto Bossi. Il segretario federale sta solo cercando una strada alternativa al “muro contro muro”.

  2. Scritto da Rosa

    un’altro che ha mangiato e rovinato L’Italia, e ancora parla, mah che stato

  3. Scritto da Tarcisio

    Ammettiamolo. Lo sbarco al sud non ci convince. E peggio non ci piacciono questi ex an che Salvini vuole imbarcare. Chi c…zzo e’ questo moffa ex presidente della provincia di Roma?. Nessuno osa dirlo pero’. Sveglia. Salvini non e’ putin. Il PD ci sta rubando il nord e noi andiamo a sud? Non mi piace.

  4. Scritto da jack

    Ma vergognati che sei stato la rovina della lega..

    1. Scritto da enrico

      la rovina sono stati altri

    2. Scritto da La storia

      Essendone il fondatore lo escludo!

  5. Scritto da Angelo

    Imbarcare i voti del sud significa fare gli interessi del sud che sono opposti a quelli del nord. Governare un partito con interessi contraposti significa fare una politica da democristiani. Auguri e ne riparleremo.

  6. Scritto da Ste

    Ancora è in giro?…

    1. Scritto da Pota

      Non solo,parla pure.

      1. Scritto da Jena

        Beh del resto dopo 6 mesi di fesserie del figlio di Cecchi Gori, ci sta bene pure lui..anzi…

  7. Scritto da La verità fa male

    ANCHE IO SONO PER LA PADANIA LIBERA. E adesso prima di passare a miglior vita mi aspetto di essere identificato, passato al setaccio e magari rinviato a giudizio (prima dei tradizionali 18 anni, per abbreviare i tempi dichiaro di risiedere in Provincia di Bergamo e non di Verona) per associazione militare con le famigerate “camicie verdi” e per complicità in costituzione di banda armata, e magari anche per attentato all’Unità della Sacra Patria. Piantiamola con queste assurdità!

    1. Scritto da paolo

      fortunatamente, per il momento lei è ancora libero di dire qualunque baggianata, compreso “io sono per la padania libera” perchè, per quanto a lei non piaccia, in questo paese è garantita la libertà di opinione… certo che se imbracciasse il fucile sarebbe un po’ diverso. non so se riesce a capire la sottilissima differenza.

      1. Scritto da Lucio

        Non la capira’ la sottilisssima differenza. Ha delle fette di salame sugli occhi e il cervello non ha ancora iniziato a funzionare. La liberta di opinione e’ garantita solo per chi la pensa come loro, infatti visto che il puttaniere e’ ormai a capo del PD , strizzano l’ occchio al M5S dove ultimamente vanno di pari passo. Povera Italia.

      2. Scritto da El Safornero

        Sei libero di minacciare di ammazzare con un estintore un carabiniere. Se poi quello ti spara mal che vada ti intitolano una piazza. Invece se hai la cartina del po, due spille con il nome padania allora ti perquisiscono l’ufficio, ti menano, ti condannano per aver preso a facciate il pugno dell’ispettore e, dopo diciotto anni, vai a processo per banda armata. Libertà di pensiero.. si, ma solo se di sx. Hanno chiuso anche i giornali di partito, tranne repubblica of cuorse.

    2. Scritto da a

      La verita’ e’ che non capire la differenza fra una organizzazione militare (la guardia nazionale padana) e un partito o movimento politico (lega nord) e’ un problema grosso. Ma grosso sul serio…

      1. Scritto da + verande x tutti

        Ma per piacere! la gnp armata si, ma di grappa. Mi risultano molto più armati i no tav. Ma che ci volete fare: qui da noi si intitolano le piazze a gente che voleva uccidere i carabinieri con gli estintori. Basta dirsi di sx e son tutti buoni e bravi. Che ipocrisia sovietica!

        1. Scritto da a

          E’ l’accusa fatta alla gnp. Poi che fosse una pagliacciata son d’accordo con te. E comunque tranquillizzati: la digos non e’ un’organizzazione di sinistra. Che gran confusione…

        2. Scritto da pistorio

          infatti i no-tav, quando li beccano, li sbattono in galera con l’accusa di terrorismo, caro sig. verande.

      2. Scritto da La verità fa male

        Eh già, è un problema talmente grosso (ma grosso sul serio…) che la nostra giustizia italiota (sempre con la “g” minuscola) ci ha messo solo 18 anni per capire questa differenza! a meno che non si voglia prendere per “serio” il fatto che ci hanno messo 18 anni per stabilire “la competenza territoriale” cioè per capire se Pontida era in provincia di Bergamo, di Mantova o di Verona! Voi sinistri credete proprio a qualunque panzana giustizialista!

  8. Scritto da il patto col diavolo

    I nodi vengono sempre al pettine. Salvini sta avendo un enorme seguito (aiutato dall’ennesimo guru della comunicazione). Ma sta imbarcando pulsioni nazionaliste a nord e a sud con cui a lungo termine dovra’ fare i conti essendo il numero uno di un partito separatista.