BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Nicole Kidman, De Luigi e Leo Gullotta: le novità il cinema delle feste

Nelle settimane di festa tra Natale, Capodanno ed Epifania, saranno numerosi i nuovi arrivi nelle sale cinematografiche. Una programmazione ampia e variegata, dagli svariati generi, per grandi e piccini. Tra i protagonisti dei film delle feste spiccano Nicole Kidman, Fabio De Luigi, Alessandro Siani, Leo Gullotta, Jenifer Aniston, Serena Autieri e Ana Caterina Morariu.

Nelle sale cinematografiche sono numerosi i film di prossima uscita nelle settimane di festa tra Natale, Capodanno ed Epifania. Una programmazione ampia e variegata, dagli svariati generi, per grandi e piccini.

Tra i protagonisti delle festività sul grande schermo spiccano Nicole Kidman, Fabio De Luigi, Alessandro Siani, Leo Gullotta, Jenifer Aniston, Serena Autieri e Ana Caterina Morariu.

Per cominciare, giovedì 25 dicembre la novità è rappresentata dall’uscita del film commedia “Paddington”, per la regia di Paul King, che nel cast annovera i nomi di Nicole Kidman, Peter Capaldi, Jim Broadbent, Sally Hawkins, Julie Walters, Hugh Bonneville, Matt Lucas, Samuel Joslin, Ancuta Breaban, George Newton, Dominic Coleman e Tim Downie. Una moderna avventura dell’orso Paddington ispirata ai libri di Michale Bond. Paddington è cresciuto nel profondo della giungla peruviana con la zia Lucy che, ispirata dall’amicizia con un esploratore inglese, lo ha allevato insegnandogli a preparare marmellate, ad ascoltare la Bbc e a sognare una vita eccitante a Londra. Quando un terremoto distrugge la loro casa, la zia Lucy decide che è giunto il momento di “spedire” il suo giovane nipote in Inghilterra in cerca di una famiglia per una vita migliore. Confidando nella gentilezza di qualche anima buona lega un’etichetta al collo del nipote: "Per favore prendetevi cura di questo orso. Grazie". Perso alla stazione di Paddington, l’orsetto scopre ben presto che Londra non è la terra accogliente e ben educata dei suoi sogni, ma piuttosto un’affollata, vivace metropoli dove nessuno si accorge di lui. Per fortuna incontra la famiglia Brown che non si sente di abbandonare questo giovane orso senzatetto al suo destino. Dopo avergli dato il nome della stazione dove lo hanno trovato, gli offrono un posto dove stare mentre lui va alla ricerca l’unica persona che conosce a Londra: l’esploratore che tanti anni prima aveva così tanto colpito sua zia Lucy.

In calendario, poi, non mancano i titoli del momento, come "Il ricco, il povero e il maggiordomo" (con Aldo, Giovanni e Giacomo), "Un Natale stupefacente" (con Ambra Abgiolini, Lillo e Greg) e "Ma tu di che segno 6?" (con Massimo Boldi).

Per Capodanno, poi, le novità saranno copiose. Dal 1° gennaio arriverà nelle sale “American Sniper”, il nuovo film d’azione firmato Clint Eastwood, che racconta la storia di Chris Kyle, inviato in Iraq con una missione precisa: proteggere i suoi commilitoni. La sua massima precisione salva innumerevoli vite sul campo di battaglia e mentre si diffondono i racconti del suo grande coraggio, viene soprannominato “Leggenda”. Nel frattempo cresce la sua reputazione anche dietro le file nemiche, e viene messa una taglia sulla sua testa rendendolo il primario bersaglio per gli insorti. Allo stesso tempo, combatte un’altra battaglia in casa propria nel tentativo di essere sia un buon marito e padre nonostante si trovi dall’altra parte del mondo.

Passando al genere drammatico, invece, a spiccare è “Big Eyes”, per la regia di Tim Burton, che vede protagonisti Amy Adams, Krysten Ritter e Christoph Waltz. Una pellicola che ripercorre la vicenda umana e artistica dei due Keane, dalle nozze al divorzio dovuto proprio ai dissapori sulla paternità della loro prole pittorica. Margaret aveva accusato il marito, un vero genio del marketing, di essersi appropriato delle sue creazioni, smerciandole come opere sue in infinite riproduzioni a costi stracciati e facendosi bello in mille talk show. Finirono in tribunale, dove il marito cercò di farla passare per pazza e il giudice cercò la verità invitandoli a un "duello a olio". Lui rifiutò, giustificandosi con un male terribile alla spalla, lei eseguì un ritratto in cinquantatré minuti. Era il 1986: lei fu autorizzata a firmare da quel momento i quadri, e lui condannato a un risarcimento di quattro milioni di dollari. Oppure ancora “The Imitation Game”, di Morten Tyldum, con Benedict Cumberbatch e Keira Knightley. Un film che racconta la vita del matematico inglese Alan Turing, genio indiscusso del XX secolo, considerato uno dei padri dell’informatica e dei moderni computer, fino alla sua precoce e tragica scomparsa.

Ma per salutare il 2015 non mancherà anche la commedia, con "Si accettano miracoli”, di Alessandro Siani, con Alessandro Siani, Fabio De Luigi, Serena Autieri, Ana Caterina Morariu e Leo Gullotta. La trama è ambientata in due paesini confinanti: uno in collina, l’altro in riva al mare, dove la vita scorre lenta (forse anche troppo), con i suoi personaggi e usi e costumi un po’ retrò, ma con una forte devozione verso i Santi a cui vengono continuamente invocate grazie. Oppure, “Come ammazzare il capo 2”, di Sean Anders, con Jennifer Aniston, Chris Pine – e Christoph Waltz. I protagonisti, Nick (Bateman), Dale (Day) e Kurt (Sudeikis), stufi di dover sempre rispondere agli ordini dei piani alti, decidono di mettersi in proprio e diventare i capi di loro stessi. Ma un cinico investitore manderà da subito all’aria i loro piani. Senza futuro, disperati e senza alcun possibile ricorso legale, i tre aspiranti imprenditori mettono in atto un piano maldestro: rapire il figlio maggiore dell’investitore e chiedere come riscatto, di riprendere il controllo della loro azienda. Sequel della commedia del 2011, “Come Ammazzare il Capo e Vivere Felici”.

Per quanto riguarda i più piccoli, invece, la novità è il film di animazione “Il Postino Pat”, ispirato al cartone animato classico inglese, amato dai più piccini. Questa volta Pat, diventato famoso grazie alla partecipazione a un concorso televisivo per giovani talenti, comincia una nuova carriera. Il suo posto all’ufficio postale viene preso da un esercito di robot che gli somiglia come una goccia d’acqua… gatto compreso.

Da segnalare, per concludere, i film che saluteranno l’Epifania, nelle sale del prossimo 8 gennaio: “I Cavalieri dello Zodiaco – La leggenda del grande tempio” (3D) e il nuovo Rusell Crowe “The Water Diviner”, ma anche “Pokémon – Il film" (dal 10 gennaio) e “Asterix e il Regno degli Dei” (3D), dal 15 gennaio.

Paolo Ghisleni

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da da vedere

    Al Capitol “Jimmy’s Hall”, l’ultimo film di Ken Loach presentato al festival di Cannes. È ispirato alla storia del militante comunista Jimmy Gralton, che nel suo paesino in Irlanda apre una sala da ballo. La struttura diventa un punto di riferimento, formazione e svago per la comunità, ma la Chiesa la considera uno strumento demoniaco e aizza contro le autorità.

    1. Scritto da simone pianetti

      Fecero lo stesso con me, il parroco condannò dal pulpito il ballo del sabato sera nella sala dell’osteria, tacciandolo di immoralità e minacciando di scomunica i frequentatori, e portandomi così al fallimento; fecero lo stesso con il mulino elettrico, il primo di tutta la valle, condannando la mia numerosa famiglia alla fame. Ma la pagarono, oh se la pagarono.