BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Nella Legge di stabilità una spinta ai giochi Mano tesa agli “illegali”

Un emendamento presentato dall'ufficio delle Finanze del Governo punta a rivitalizzare il Superenalotto e offre la possibilità alle ricevitorie ora di fatto fuori legge di rientrare nel circuito ufficiale.

Più informazioni su

Tra i 90 emendamenti alla Legge di Stabilità che il Governo ha presentato al Senato ne spunta anche uno in favore dei giochi e del Fisco: la firma è quella degli uffici delle Finanze che sembra lo abbiano quasi “cucito” su misura per la Sisal, società concessionaria controllata dalla holding lussemburghese Gaming Invest.

Obiettivo principale è il Superenalotto che da tempo soffre la crisi: le vincite, rapportate con quelle degli altri giochi, sono troppo poche e l‘idea sarebbe quella di mettere in campo provvedimenti che consentano di far lievitare queste percentuali, se non altro per invogliare e per rianimare un gioco che ha visto scendere in maniera preoccupante le proprie quotazioni.

Ma che succede se, oltre alle giocate, cominciassero ad aumentare anche le vincite? La novità dell’emendamento, sottolinea un articolo del Corriere della Sera a firma Sergio Rizzo, sta tutta, o quasi, qui perchè, spiega il Governo, “i provvedimenti adottati ai sensi del presente comma non comportano responsabilità erariale quanto ai loro effetti finanziari”.

Altro punto controverso dell’emendamento, e contestato soprattutto dai deputati del Movimento 5 Stelle, è la sorta di sanatoria per le migliaia di negozi di scommesse, stimati in circa settemila su tutto il territorio nazionale, ad oggi privi di concessione statale: a questi verrebbe infatti concessa la possibilità di rientrare nel circuito ufficiale e legale di raccolta delle scommesse, dietro il pagamento di una specie di multa.

La questione è irrisolta da tempo ma queste ricevitorie producono un volume di scommesse di 2 miliardi e mezzo all’anno mentre i 7.400 regolari ne creano 3,7 miliardi.

Ma sullo sfondo c’è un’altra partita importante da giocare, quella del rinnovo delle concessioni in scadenza per i giochi numeri a quota fissa e per il Lotto: intatta la durata, 9 anni, come la base d’asta stabilita in 700 milioni di euro. La novità è rappresentata dalla composizione della commissione di gara che dovrà contare cinque membri di cui almeno il presidente e due componenti dovranno essere scelti tra persone di alta qualificazione, tra i quali potrebbero esserci anche magistrati e avvocati dello Stato in pensione.

Una scelta che rimette in gioco, dunque, anche i pensionati statali che erano stati esclusi da incarichi pubblici e che una deroga per i componenti delle commissioni ha rimesso in pista.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da il polemico

    e mentre il governo da una mano ai giochi,con l’altra mano ha di fatto sentenziato che scaldarsi in casa è un lusso che fa considerare il cittadino ricco,quindi trova giusto aumentargli del 12% il costo di ogni sacco di pellets,tradotto ,70-80 euro in più all’anno.aggiungiamoci la tassazione sui fondi pensione che il cittadino ha fatto volontariamente per avere una sua pensione….ma sto governo come considera il cittasdino italiano?farlocco come chi lo sostiene,o da tutelare?

  2. Scritto da Luciano Avogadri

    L’Italia non e’ (o non dovrebbe essere) uno Stato etico. I Cittadini adulti non hanno bisogno di uno Stato che gli dica che cosa va o non va bene per loro. Per questo ci sono i Preti e gli Ayatollah.

  3. Scritto da + verande x tutti

    Non mi stupiscono queste leggine del tubo. Mi stupisce che ci sia ancora gente che da credito a questi “signori”.

  4. Scritto da Rota Bruno

    m5s unici contro illegalità dello stato !!!