BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il freddo dopo Natale porta la neve anche in pianura previsioni

Tempo tranquillo e mite fino a Natale ma ben presto l'inverno tornerà a ruggire: il monito è del meteorologo di 3bmeteo Edoardo Ferrara. Dal secondo impulso freddo, in ingresso sull'Italia il 28 dicembre, rischia di arrivare la prima nevicata in pianura.

Più informazioni su

“Tempo tranquillo e mite fino a Natale, ma ben presto l’Inverno tornerà a ruggire” –  lo conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara, che spiega “saremo in compagnia dell’alta pressione ancora per un paio di giorni, con tempo stabile ma anche persistenza di nebbie e nubi basse su Pianura Padana, Liguria, Toscana e versanti tirrenici in generale, con qualche occasionale piovasco non escluso. Le temperature si manterranno diffusamente oltre le medie del periodo, ma dal Nord Europa l’aria fredda inizierà a spingere verso le basse latitudini”.  

“L’Inverno farà infatti il suo prepotente ingresso sull’Italia nella giornata di Santo Stefano, con una prima irruzione di aria polare” – annuncia l’esperto – “ avremo così il ritorno del maltempo soprattutto al Centrosud con piogge, temporali e brusco abbassamento delle temperature, tanto che tornerà a nevicare lungo tutto l’Appennino inizialmente oltre i 1000-1500m, ma con quota neve in rapido calo fin verso i 400-600m a partire dal comparto centrale verso Sud, anche a quote più basse tra Marche ed Abruzzo. Effetti più marginali al Nord dove ci sarà un rapido passaggio piovoso tra la notte di Natale e la mattina di Santo Stefano, seguito da un repentino miglioramento. Sabato il tempo sarà in miglioramento anche al Centro, mentre al Sud sarà ancora instabile con rovesci di neve anche fino in collina tra Campania, Basilicata e Puglia, sotto i 1000m anche in Calabria e Sicilia. Clima ovunque freddo, su valori pienamente invernali”.  

“Domenica 28 arriva un secondo impulso polare e si rischia la prima nevicata in pianura sul Nord Italia” – conclude Ferrara – “questa volta infatti il maltempo dovrebbe coinvolgere almeno in parte anche le regioni settentrionali, con possibilità di neve soprattutto tra Emilia, basso Piemonte e sull’entroterra ligure (probabilmente a tratti anche a Genova); al momento non possiamo escludere sorprese bianche anche altrove. Il peggioramento si riproporrà naturalmente anche al Centrosud con nuove nevicate fino in collina sulle regioni centrali, in rialzo oltre i 1000-1300m al Sud”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Gilda

    Zamò i neta mia i strade, e i quarcia zòi buse chisà dopo la ficcada , SVEGLIF chè l’è ura

    1. Scritto da gianluigi

      Cancellate le province questi purtroppo sono i risultati.Chiamate Renzi e Del Rio se nevica….