BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il Questore: “Bossetti? Per la scienza è Ignoto 1 il killer di Yara”-Video

Il Questore di Bergamo Fortunato Finolli a Bergamonews traccia un bilancio del 2014: caso Yara, gli scontri fuori dallo stadio e il tema della sicurezza. E non manca di pensare agli interventi in vista dell'Expo.

Il caso Yara con l’arresto di Massimo Bossetti, gli scontri fuori dallo stadio dopo la partita Atalanta-Roma, l’allarme sicurezza lanciato dai sindaci dopo i recenti e continui furti. C’è anche un pensiero per l’Expo. Fortunato Finolli, Questore di Bergamo, traccia il bilancio per l’anno appena trascorso. 

"L’obiettivo che abbiamo raggiunto nel caso Yara è importantissimo: abbiamo dato un nominativo ad Ignoto 1, ora andremo al processo penale e vedremo" afferma il Questore Finolli che al suo ingresso a Bergamo promise ai genitori di Yara che avrebbe arrestato l’assassino della 13 di Brembate di Sopra. Finolli non nasconde che le indagini, tutt’ora in corso, non sono state facili "Anche perché stiamo ricostruendo e verificando fatti ed episodi che risalgono a quattro anni fa" precisa. "Nonostante le difficoltà abbiamo molti riscontri, oltre a quello dimostrato con una percentuale impossibile da scardinare che è quella del Dna di Ignoto 1, che corrisponde a quello di Massimo Bossetti". 

Nei rapporti con i tifosi dell’Atalanta, il Questore ribadisce il ruolo della Polizia che "è quello di garante per l’ordine pubblico, noi non siamo in campo e non siamo tifosi di nessuno. I protagonisti degli scontri che hanno attaccato gli agenti non sono tifosi, ma teppisti". 
Finolli non manca di riservare un’attenzione alla sicurezza e la collaborazione con le altre forze dell’Ordine anche in vista del prossimo Expo a Milano dal 1° maggio a ottobre 2015. 
"Sono attesi ventimilioni di visitatori e Bergamo ha un grande aeroporto: siamo pronti a fare la nostra parte" conclude il Questore. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da a

    Fikry, cari “garantisti quando ve pare” l’avevate condannato per molto meno…

  2. Scritto da marta

    poretto santo subito..ma fatemi un piacere che marcisca in carcere per il resto della sua vita!!

  3. Scritto da Ferdinando Fergugli

    Io sono convintissimo dell’estraneità di Bossetti e lo sono ancora di più quando vedo che si cerca di attribuire cose che non stanno nè in cielo nè in terra. Come dice il criminologo Ezio Denti “gli indizi sono importanti ma se non si trasformano con prove tutto il chiacchierare va via con il vento”. Provate solo ad immaginare se tutto ciò fosse accaduto ad uno di noi! Ma siamo sicuri che questa giustizia sia all’altezza di garantirci delle risposte?

    1. Scritto da ru

      Il DNA e il suo furgone nei pressi della palestra, contro quanto da lui detto, sono parole al vento?

  4. Scritto da Vitruvio

    Perché l’ambito attinente questa materia è chiamato Giurisprudenza, parola composta, di chiarissimi significati?

  5. Scritto da Luciano Avogadri

    Io resto dell’idea che se i PM sono convinti di avere prove inconfutabili la cosa migliore e’ fare il Processo nell’aula del Tribunale, e non sui giornali. Sono anche convinto che la distruzione di tutti i familiari del Bossetti, loro si’ di sicuro innocenti ed assolutamente estranei al fatto, sia una responsabilita’ che gli inquirenti si porteranno adddosso per sempre.

  6. Scritto da Remo

    Il problema non è se Bossetti è Ignoto 1, ma se Ignoto 1 è l’assassino: purtroppo si è partiti lancia in resta con le indagini puntando solo su quel DNA, quand’è appurato, invece, che sul corpo ce n’erano degli altri in quantità ben più consistenti,e ora ci si trova a dover giustificare i costi dell’indagine.

    1. Scritto da Daniele

      Dove hai sentito che sul corpo c’erano altre tracce? E’ un particolare interessante che mi era sfuggito.
      Per il resto la penso come te.

      1. Scritto da Remo

        A parte i peli e i capelli che stanno analizzando ancora (quelli sui quali quest’estate un professore universitario annunciò il ritrovamento del dna di Bossetti, salvo poi essere smentito dalla stessa procura 2 giorni dopo), se si va a prendere vecchi articoli in rete si scopre che sulla ragazzina sono stati trovati il dna di una insegnate della palestre e di un altro che non ricordo, più altri due dna ancora sconosciuti (ignoto 2 e 3), e tutti in quantità ben più rilevanti.

        1. Scritto da Piero

          Ah, e come mai non si sarebbe indagato maggiormente su questi? Per quali interessi in particolare, secondo la sua deduzione? Comunque da un DNA minimo (ignoto1) sono stati in grado di ricostruire storie e vicende di generazioni e famiglie non presenti nei documenti ufficiali (flirt e scappatelle varie). Non sono proprio sprovveduti del tutto gli inquirenti con i loro metodi.

  7. Scritto da il polemico

    e per gli investigatori o i magistrati cosa sarebbe?.non è ancora stato rinviato a giudizio in attesa di altre prove che difficilmente si troveranno dopo 4 anni,sempre se ce ne saranno….