BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Cassa integrazione: “Anno difficile, 2015 ancora peggiore”

Lombardia, cassa integrazione: i dati confermano un anno difficile, quello che inizia è ancora peggiore. Mirco Rota, segretario Fiom Lombardia: “Fondamentale rifinanziare legge regionale contratti solidarietà”

Più informazioni su

Sono stati diffusi i dati della cassa integrazione relativi al mese di novembre.
In ambito metalmeccanico in Lombardia nel rapporto Novembre 2013-Novembre 2014, il ricorso a questo ammortizzatore sociale da parte delle aziende è diminuito dell’8,15% (-13% per gli impiegati, -5,29% per gli operai).

Si registra un calo di tutte le tipologie di cassa integrazione: -13% di quella ordinaria, -2,62% straordinaria, -41,51% in derogra. Tra i distretti più colpiti Bergamo, Varese e la Brianza.

Considerando il rapporto tendenziale (raffronto andamento Dicembre 2013-Novembre 2014/Dicembre 2012/Novembre 2013), l’aumento delle ore lavorate è del 2,38%: 116036255 contro 113333502.

“Questi dati che segnalano una diminuzione dell’utilizzo della casa, sono ancora più negativi per i lavoratori, perché il 2015 per le scelte fatte dal Governo sarà ancora più duro per loro”, afferma Mirco Rota, segretario generale della FIOM Cgil Lombardia.

“Non sono frasi ideologiche, come qualcuno vuol far credere, ma si tratta di affermazioni suffragate dai fatti. In primo luogo la cassa in deroga dal 2015 si potrà utilizzare solo 5 mesi anziché 11 come nell’anno precedente”, ribadisce Rota

“In più – sottolinea il segretario regionale delle tute blu – il Governo con la Legge di Stabilità non ha rifinanziato i contratti di solidarietà per il 2015 al 70% e in due anni , gli esecutivi succedutisi hanno ridotto la copertura dei contratti di solidarietà dall’80% al 60%”.

“Allo stato attuale non si prefigfura nessuna estensione degli ammortizzatori sociali e quindi l’unica cosa che darebbe respiro e sollievo ai lavoratori, sarebbe la legge regionale a sostegno dei contratti di solidarietà, deliberata un anno fa, e in esame la prossima settimana in Regione Lombardia”.

“E’ davvero fondamentale a questo punto – conclude Rota – che la Regione Lombardia approvi il rifinanziamento della legge regionale dei contratti di solidarietà, diversamente da quanto fatto a livello nazionale. Perché i lavoratori non hanno contro di loro solo la crisi, ma anche le scelte del Governo e l’anno che sta arrivando non promette davvero nulla di buono”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Marzia

    Ma guarda un po’ . Pensa che il tuo berlusca nel 2008 aveva detto che la crisi non esisteva. Per lui. Infatti durante i suoi governi ha fatto 32 leggi ad personam. Cambia panettiere perche mangi pane scordato.

    1. Scritto da Sergio

      Dopo una guerra (che è una GUERRA) c’è la conta dei danni e la ripresa. Qui c’è soltanto la conta dei danni del berlusca e nessuna ripresa, ma anzi, una continua decadenza morale ed etica. Mi sa tanto di ladroneria e incapacità voluta, quella degli attuali governanti e politici.

    2. Scritto da il polemico

      nel mentre mangio pane scordato,ti riconfermo che l’ultima economia in positivo è sta con il berlusca,se poi tu sei d’accordo con il pd che afferma che sta andando tutto bene lo puoi dire senza girarci tanto attorno….e mentre pensi ad una legge ad personam da illustrarmi,altri cittadini perderanno il posto di lavoro,chiuderanno l’attività.grazie a questo governo di incapaci e di chi li appoggia….

      1. Scritto da Marzia

        Altra menzogna. Nei 17 anni dei suoi governi ha piu che raddoppiato il debito pubblico arrivando al 121,8 percento,il disastro fu nel 2008 quando aboli la tassa sulla proprieta ( per i ricchi ) . E adesso ti sforno un po di porcate che ha fatto, solo per rinfrescarti le idee.decreto Biondi, legge Tremonti, legge Maccanico,salva rete4, Gip-Gup, rogatorie, falso in bilancio,mandato di cattura europeo. Ce ne sono ancora una ventina persino quella si escludere i coimputati accusati. Una vergogna

        1. Scritto da il polemico

          17 anni?’hai anticipato la bevuta del brindisi di capodanno?ok che i governi prodi,d’alema,dini e amato sono stati insignificanti,tranne per l’entrata nell’euro senza sapere come ha fatto l’italia ad entrarci,ma se pure chi vota pd non si ricorda dei governi che ha votato,che si deve aggiungere?le leggi che hai citato erano solo per lui,o per tutti gli italiani?ti rammento che pochi giorni fa,il governo pd ha stabilito che chi ruba nelle case non finisce più in galera…che facciamo?

          1. Scritto da Renato

            Incredibile l’ignoranza o furbizia per difendere il puttaniere che sciscera questo signore che cambia la storia come vuole il suo padrone. Ti dice niente la data 9/12/1991??? Il famoso trattato di Maastrich ( vattelo a rileggere)Certo che c’era Prodi al governo nel 2001 ma il cambio fu fatto dal puttaniere e dal tremonti che come prima mossa passo dalle 100 lire la giocata del lotto a un euro. Ma questa e’ storia e la storia dice sempre la verita’. Tieniti il berlusca e impara a firmarti.

          2. Scritto da Marino

            Dalle CENTO lire ad UN EURO?????

          3. Scritto da Marzia

            Credo volesse scrivere dalle 1000 lire a un euro. Praticamente raddoppiaro cosi come tutti i beni di largo consumo. Prodi ha rotto le uova , berlusconi ha fatto la frittata, renzi se la mangia . Un trio vincente alla faccia di chi non arriva a fine mese. Pero c’e’ gente che li vota, pertanto perche’ dobbiamo lamentarci??

    3. Scritto da Marino

      Il cavalcante è quello che è, ma questi di adesso stanno facendo addirittura peggio!

  2. Scritto da il polemico

    qui si vede nero mentre il governo e la ue dicono che nel 2015 ci sarà una piccola ripresa..l’ultima volta che l’italia ha avuto un piccolo incremento dell’economia cera ancora il berlusca,dopo il buio totale.e si continua a dire che siamo salvi con 300miliardi di debito in piu , 1 milione di disoccupati e 15 punti in più di debito-pil.è scontato che sarà paggiore,perchè altre attività salteranno per le troppe tasse,vedi imu,,l’edilizia sempre peggio,sempre meno soldi da spendere