BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Stupro alla mia arte”: Madonna furiosa, il web ruba il suo album

E' furibonda: "Uno stupro alla mia arte, terrorismo". Madonna sbotta sui social dopo che il suo album, di cui non si conosce ancora ufficialmente il nome, è stato diffuso illegalmente sul web.

E’ furibonda: "Uno stupro alla mia arte, terrorismo". Madonna sbotta sui social dopo che il suo album, di cui non si conosce ancora ufficialmente il nome, è stato diffuso illegalmente sul web.

"Sono demo non finiti, rubati molto tempo fa e non ancora pronti per essere presentati al mondo", spiega la Ciccone.

Intanto però in rete circolano 13 brani in cui sono confermate le collaborazioni con Avicii, Diplo e Nicki Minaj.

"Grazie per non aver ascoltato! Grazie per la vostra lealtà! Grazie perché aspettate, e se avete ascoltato per piacere sappiate che si tratta di demo non finiti", scrive ironicamente la popstar su Instagram. Ora si cerca la talpa proprio nel suo entourage. Ma Madonna corre ai ripari e attacca: "Sono i primi demo, di cui la metà non saranno nemmeno nel disco e l’altra metà sono cambiate e si sono evolute. E’ una forma di terrorismo. Perché c’è che qualcuno che vuole distruggere il processo di creazione artistica? Perché rubare?".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.