BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Gospel di Natale” a sostegno di Intercultura: sold out al Donizetti

Biglietti esauriti per il concerto di venerdì 19 dicembre, al Teatro Donizetti di Bergamo, organizzato dalla Fondazione Credito Bergamasco per raccogliere fondi a sostegno di Borse di studio per programmi all’estero dedicati a giovani studenti.

Quando la solidarietà è a favore dei giovani, la serata fa subito il tutto esaurito. Ha registrato il sold out, infatti, il concerto “Dai Credito alla Solidarietà”, la rassegna con finalità benefiche, istituita dalla Fondazione Credito Bergamasco che quest’anno andrà a favore di Borse di studio Intercultura per programmi all’estero riservate a studenti meritevoli residenti a Bergamo e provincia.

L’iniziativa, giunta alla diciassettesima edizione, propone una serata musicale all’insegna del gospel in vista delle imminenti festività natalizie: l’appuntamento è venerdì 19 dicembre al Teatro Donizetti di Bergamo.

Il ricavato, dunque, viene devoluto a sostegno delle borse di studio, come quella assegnata a Rachele, diciassettenne di Ubiale-Clanezzo, in provincia di Bergamo, che solo 3 mesi fa ha fatto le valigie per trascorrere un anno di vita e di studio all’estero negli Stati Uniti, grazie al sostegno della Fondazione Credito Bergamasco e alla Fondazione Intercultura. La studentessa dell’istituto “Turoldo” di Zogno si trova adesso in Pennsylvania ed in poco tempo vede già i primi cambiamenti: “La prima cosa che ho notato appena sono arrivata è stata che il tempo passa davvero in fretta, non posso credere di essere qui da 3 mesi. Ho fatto nuove amicizie e sto imparando davvero molto. Ogni giorno è diverso e cerco di viverlo nel modo migliore. Sto imparando a rapportarmi con persone che non mi conoscono, a non giudicare nessuno da come si presenta e, ancora meglio, sto capendo quali sono i miei limiti, le mie forze e le mie debolezze. Ho imparato che sono più forte di quello che immaginavo e mi accorgo anche da sola che sto crescendo”.

L’accoglienza ricevuta dalla famiglia che la ospiterà per un anno e dagli insegnanti di scuola e gli amici, la portano a sentirsi già parte di questa nuova realtà: “Sono molto grata alla Fondazione Credito Bergamasco che ha contribuito alla realizzazione di questo sogno, perché è grazie a questa esperienza che ho capito quanto sia importante continuare a combattere per raggiungere un obiettivo, ho imparato che non importa cosa pensa la gente di te, l’unica cosa che conta davvero è chi pensi di essere tu. Ho capito che se alla domanda "Hai un motivo per alzarti la mattina e combattere?" la tua risposta è ‘no’ allora devi cambiare qualcosa. Per questo, i ringraziamenti non saranno mai abbastanza”.

Rachele, come gli altri 1.800 studenti che ogni anno partono con Intercultura, con questa esperienza sta infatti imparando a sentirsi a proprio agio in ambienti internazionali. Questo grazie allo sviluppo di una forte confidenza con la lingua straniera (il 12% raggiunge un bilinguismo perfetto e il 35% parla fluentemente una seconda lingua), all’aumento dell’interazione con altre culture (da un 9% prima di partire al 13% una volta rientrati), e della quota di amicizie con persone di altri Paesi (dall’11% a 23%).

Infine, tra le competenze che vengono a svilupparsi, vi sono una maggiore capacità di adattabilità, di presa di coscienza delle opportunità, un maggior pensiero critico, un’accresciuta indipendenza, una forte capacità di gestire l’ansia in situazioni di novità, la consapevolezza e l’apprezzamento del proprio Paese di origine e della propria cultura. A dimostrarlo è una ricerca condotta da Mitchell R. Hammer, docente all’American University di Washington, su 1.500 studenti.

Per chi volesse saperne di più sulle iniziative della Fondazione Credito Bergamasco è possibile visitare il sito www.fondazionecreberg.it, per informazioni sulle Borse di studio per i programmi all’estero di Intercultura è possibile visitare il sito www.intercultura.it

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.