BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

RaiUno e Iris omaggiano l’attrice Virna Lisi in prima serata tv

Per omaggiare Virna Lisi, scomparsa oggi, giovedì 18 dicembre, le reti televisive hanno modificato il proprio palinsesto proponendo film e fiction che hanno visto protagonista l’attrice. In prima serata RaiUno e Iris (canale 22) la ricordano mandando in onda rispettivamente i film drammatici “A casa di Anna” e “La cicala”.

Più informazioni su

Per omaggiare Virna Lisi, scomparsa oggi, giovedì 18 dicembre, le reti televisive hanno modificato il proprio palinsesto proponendo film e fiction che hanno visto protagonista l’attrice.

In prima serata RaiUno e Iris (canale 22) la ricordano mandando in onda rispettivamente i film drammatici “A casa di Anna” e “La cicala”.

Più precisamente, sul primo canale della tv pubblica, alle 21.10 il film drammatico “A casa di Anna” sostituisce la replica della fiction “Che Dio ci aiuti 2”. La pellicola, del 2004, firmata da Enrico Oldoini, oltre a Virna Lisi vede nel cast Marco Bonini, Angelo Infanti, Giada Desideri e Stefania Graziosi. La protagonista è Anna, madre di tre figli (Giulia, Livia e Marco) e nonna di Alessia: con i figli, anche se adulti, la donna ha rapporti conflittuali, ma la relazione con la nipote è bella e piena di affetto. Alla morte di uno zio, la protagonista si trova in eredità un vecchio casale: i figli vorrebbero venderlo ma la madre si oppone. E proprio lì incontrerà di nuovo Guido, il suo primo amore.

Su Iris, canale 22, la rete Mediaset dedicata al cinema, invece, verrà trasmessa “La cicala”, del 1979, firmato da Alberto Lattuada, che nel cast annovera, oltre a Virna Lisi, Barbara De Rossi, Anthony Franciosa, Renato Salvatori, Corrado Olmi, Serena Grandi e Antonello Fassari. La protagonista, Wilma Malinverni è una donna in là con l’età che ha alle spalle una parentesi di prostituzione e ora fa la cantante alla "Palma d’oro", il locale di Ermete. Licenziata cinicamente dal proprietario, quando il pubblico mostra di non gradirla più, Wilma si allontana seguita dall’unica ammiratrice che le è rimasta, una zingarella, detta "La Cicala". In una balera vendono scoperte per caso da Annibale che le invita ad aiutarlo nella gestione di un complesso bar-albergo-distributore di benzina e, visti i buoni affari che immediatamente seguono, sposa Wilma e chiama "La Cicala" la sua proprietà. Tuttavia, essendo il locale frequentato da camionisti affamati di donne, Wilma e Cicala si trovano ben presto a subire numerosi assalti. La situazione si aggrava quando arriva la 18enne Saveria, figlia naturale di Wilma, che rimane scandalizzata dal fatto che la madre si lascia sedurre da Carburo. Saveria, allora, dimostrando una cattiveria insospettabile dietro il suo aspetto angelico, dichiara guerra alla madre e all’amica Cicala. Si offre a Carburo e ad altri, e fugge con Cipria provocando in Annibale una reazione piuttosto infelice. Wilma, disperata, uccide Cipria quando lo trova in intimità con Saveria poi si butta nel fiume ove annega, nonostante il tentativo di salvarla fatto dalla sempre fedele e attenta Cicala. Saveria, rimasta padrona del campo, conquista il letto di Annibale e cambia il nome del locale in quello di "La Regina". Carburo, deciso a vendicare Wilma e Cicala, vince Saveria in una partita al biliardo con Annibale e la porta con sé. Nell’incidente automobilistico che nasce dall’inseguimento messo in atto dal confuso Annibale, Saveria trova la morte.

Le reti televisive, inoltre, celebreranno Virna Lisi anche in seconda serata.

Su RaiDue, alle 24, ci sarà il film commedia “Buon Natale buon anno”, del 1989, diretto dal regista Luigi Comencini, con protagonisti Virna Lisi, Paolo Graziosi e Michael Serrault. La pellicola è ispirata all’omonimo romanzo di Pasquale Festa Campanile. Due anziani coniugi di Roma, Gino ed Elvira, non riescono a pagare l’affitto della loro casa, e sono costretti a trasferirsi presso le famiglie delle loro due figlie, le quali non possono permettersi di accoglierli insieme e decidono di dividerseli, uno per ciascuna. Le due famiglie peraltro abitano in zone lontane tra loro e non sono spesso in buoni rapporti. Così separati, a Gino ed Elvira per sdebitarsi non resta che occuparsi delle faccende di casa, oppure badare ai nipoti.

Sempre in seconda serata, alle 23, su Canale5 sarà la volta del film drammatico “Donne sbagliate”, del 2007, a firma Monica Vullo, con Virna Lisi, Nancy Brilli, Manuela Arcuri, Roberto Farnesi, Cosima Coppola, Ben Gazzarra, Vincenzo Peluso, Gaetano Amato e Yari Gugliucci. La protagonista, Silvia Soriani vive in una bella casa, è sposata con un finanziere di successo e ha un figlio, Nicolò, che adora. Una telefonata del marito però cambia tutto, informando la donna che qualcuno sta seguendo lui e il bambino e che lei deve recuperare una valigetta nascosta nel fondo segreto di un armadio e poi raggiungerli al luna park. Ma lì Silvia trova la polizia: il marito sembra essersi suicidato e il bambino è scomparso. La donna scoprirà che i soldi di famiglia venivano dal riciclaggio di denaro sporco e per riavere il bambino dovrà trattare con la camorra. Finirà in carcere, ma nel penitenziario troverà aiuto per organizzare la propria vendetta…

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.