BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ponte di Monterosso pronto a metà maggio Paga l’assicurazione fotogallery

Il ponte del Monterosso, chiuso dal 7 febbraio 2014 dopo l'incidente causato da un tir che trasportava una ruspa, sarà pronto entro metà maggio dell'anno prossimo. L'amministrazione ha approvato il progetto definitivo e già da domani iniziano le tappe forzate verso la ricostruzione: gara di appalto, aggiudicazione, preparazione e inizio dei lavori.

Più informazioni su

Il ponte del Monterosso, chiuso dal 7 febbraio 2014 dopo l’incidente causato da un tir che trasportava una ruspa (leggi qui), sarà pronto entro metà maggio dell’anno prossimo. L’amministrazione ha approvato il progetto definitivo e già da domani iniziano le tappe forzate verso la ricostruzione: gara di appalto, aggiudicazione, preparazione e inizio dei lavori. Il cantiere dovrebbe essere operativo dal 20 al 25 gennaio. La ditta che si aggiudicherà l’opera provvederà subito ad alzare le due sponde e installare i pali per prevenire ogni possibile evento sismico. Verranno posizionate poi le travi prefabbricate. “La circonvallazione non verrà interrotta se non per quattro o cinque giorni per installare le travi – spiega l’assessore ai Lavori pubblici Marco Brembilla -. Il ponte verrà portato all’altezza regolamentare di cinque metri, come previsto dal codice della strada. Sarà lungo 18 metri e largo 12. Sono previsti tutti gli accorgimenti per prevenire le conseguenze di qualsiasi evento sismico. Nel piano delle opere pubbliche, anno 2017, abbiamo già inserito i fondi per alzare anche l’altra parte del rondò”.

Palafrizzoni e l’assicurazione dell’autista che ha causato il danno hanno trovato un accordo senza ricorrere alle vie legali. “Colgo l’occasione per ringraziare le assicurazioni Vittoria perché un paio di mesi fa ci ha contattato e siamo riusciti a trovare un accordo. Verseranno 280 mila euro. La base di appalto è di 400 mila euro, ma con il ribasso d’asta probabilmente la cifra sarà sufficiente. In questo modo chiudiamo ogni pendenza, non verrà fatta nessuna causa”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Jack McCoy

    In America in tre mesi hanno iniziato e finito il processo a Madoff per una truffa da 30 mld $, prendiamo spunto da quel sistema; in Italia in tre mesi non si decide nemmeno quando sarà la prima udienza…

  2. Scritto da gianni

    L’assicurazione paga una parte, il resto ovviamente uscirà dalle nostre tasche! Che successone!

  3. Scritto da piera

    pensa se non pagava l’assicurazione, sarebbero lì , ancora a decidere come fare, questa è la classe politica che ci comanda?

  4. Scritto da Davide De Rosa

    Complimenti all’avvocato dell’agenzia assicuraz. Vittoria per aver negoziato con il Comune un risarcimento di soli 280K€ per il danno arrecato al Ponte di Monterosso. Il Comune ha già pagato per l’abbattimento 25,5K€ + IVA e ha preventivato di spendere ulteriori 400K€ per il rifacimento. Insomma, per far sì che non esca nemmeno un soldo dalle casse comunali per risolvere un problema causato da un privato, occorre sperare che il ribasso d’asta sia di almeno 150K€. Molto improbabile.

    1. Scritto da Marco Brembilla

      Caro Davide, non sono solito rispondere ai commenti, ma in questo caso è bene precisare che è stata fatta una perizia sul valore del ponte al momento dell’impatto che, ovviamente, non è di 400.000 €, costo del nuovo ponte, antisismico, compresa l’IVA e gli oneri accessori. Ovviamente l’assicurazione paga il valore del bene al momento dell’impatto. Abbiamo fatto bene i conti, andando con i piedi di piombo nell’interesse dei cittadini. Quanto sarebbe costata la causa? Quanto sarebbe durata?

  5. Scritto da Ugo

    Fossimo in Cina in tre settimane!