BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Incontro malattie infettive Grande tensione a Telgate Intervengono i carabinieri

Grande tensione mercoledì sera a Telgate dove si è svolto un incontro pubblico con l'Asl di Bergamo sul tema delle malattie infettive, oggetto di una recente ordinanza emanata dal sindaco Sala: sul posto sono intervenuti anche i carabinieri.

Più informazioni su

Sono dovuti intervenire anche i carabinieri di Grumello del Monte mercoledì sera a Telgate dove, al centro don Biennati, si è svolto un incontro pubblico alla presenza dei medici dell’Asl di Bergamo sul tema delle malattie infettive.

Un argomento “caldo”, oggetto di un’ordinanza, ribattezzata “anti-ebola”, emanata dal sindaco alla fine di novembre e modificata proprio nella giornata di mercoledì in seguito a un incontro con il prefetto di Bergamo Francesca Ferrandino: dopo il confronto, infatti, il sindaco Sala ha annullato una parte del documento, quella che faceva riferimento a gravi pericoli che minacciano l’incolumità pubblica e la pubblica sicurezza.

All’assemblea, aperta a tutti, hanno partecipato anche i rappresentati del Comitato Antirazzista 500 euro che da tempo si oppongono alla linea politica adottata dall’amministrazione comunale: i toni si sono fatti subito accesi e sul posto sono dovuti intervenire, per riportare la situazione alla normalità, anche i carabinieri di Grumello del Monte che hanno permesso che l’incontro prendesse il via con una mezz’ora di ritardo.

“Siamo stati subito attaccati in maniera verbale dai rappresentanti del Comitato Antirazzista 500 euro – ha commentato il sindaco Fabrizio Sala – Il bersaglio era tutta la linea politica della Lega Nord, da Salvini a Belotti fino ai sindaci bergamaschi. Dopo l’intervento dei carabinieri il tutto si è svolto tranquillamente, sono rimasti all’interno dell’aula e hanno partecipato attivamente alla discussione. Dispiace che la contestazione fosse fuori tema, il problema non sono gli stranieri ma chi strumentalizza, perchè prevenuto, questa situazione. L’assemblea aveva uno scopo informativo e di prevenzione e abbiamo ribadito più volte che un malato rimane un malato indipendentemente dalla nazionalità. Con l’Asl abbiamo anche concordato il proseguimento del percorso e un vaccino per l’epatite A gratuito a tutti coloro che si recano in paesi a rischio, siano italiani o stranieri”.

“La contestazione è partita per un’uscita infelice della coordinatrice dell’assemblea – replica il coordinatore del Comitato Antirazzista 500 euro Sergio Caprini – alla quale abbiamo reagito. Si voleva far passare i bambini stranieri come i portatori di malattie, tesi per altro smentita dai numeri portati dai medici dell’Asl presenti che hanno smorzato il clima di allarmismo che è stato creato a Telgate tramite l’ordinanza emanata dal sindaco”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da angelo

    “Il problema non sono gli stranieri, ma chi ,prevenuto, strumentalizza”. Quindi il problema è la lega!

  2. Scritto da feb

    e io voglio il rimborso della parte di tasse che pago per la sicurezza visto che mi sono entrati in casa e i carabinieri non son venuti a fare il sopraluogo perchè non avevano pattuglie in zona.

    1. Scritto da patroclo

      io invece vorrei il rimborso della parte di tasse che pago per la sanità, visto che non sono mai stato in ospedale. ed anche di quelle destinate agli ammortizzatori sociali, visto che non ho mai usufruito di una cassa integrazione o di una mobilità. devo continuare?

  3. Scritto da Asdrubale

    Avevano tutti tuta e scafandro bianchi ?

  4. Scritto da @

    I costi dovrebbe accollarseli chi li ha chiamati senza nessuna ragione…ovvero il sindaco Sala…
    Se si dovessero far intervenire le ffdo ogni volta che si alza un pò la voce ad un dibattito, avremmo tutti gli studi TV perennemente presidiati..

  5. Scritto da giggi

    tra l’altro, di ebola quasi non si parla più. il sindaco di telgate dovrà trovarsi qualche altro spauracchio per fare propaganda.

  6. Scritto da gigi

    i partecipanti alla riunione, razzisti o meno, leghisti o meno sono pregati di rimborsare il costo dell’ intervento delle forze dell’ ordine.

    1. Scritto da Davide

      Caro Sig. Gigi, prima di commentare dei post bisognerebbe essere informati sui fatti, Io ero presente e posso dire che l’intervento delle forze dell’ordine si è reso necessario a causa di una contestazione, per altro fuori luogo, visto che lo scopo della serata era quello di fare della corretta informazione, del sopracitato Pres. del comitato Antirazzista. Se c’è qualcuno che deve pagare non sono certo quei 100 cittadini onesti che volevano essere informati. Davide Venini.

    2. Scritto da pietro

      ahhahahah lei magari va allo stadio tutte le domeniche!

      1. Scritto da Cri

        Tutte le domeniche anche quando lo stadio e’ chiuso.ahhhhhhhhh!

      2. Scritto da Vito

        Concordo con Gigi, il servizio d’ ordine allo stadio c’è’ sempre stato, anche in passato quando non esistevano gli ultras, ma giusto per l’alta affluenza di pubblico. Per gli incontri con l ‘Asl e’ un debutto la presenza delle forze dell’ ordine