BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Anche a Ponteranica i cittadini “osservatori” contro i continui furti

Da qualche tempo cittadini hanno deciso di fare rete per tenere più occhi aperti e presidiare il territorio grazie all'aiuto della tecnologia. Prima è stato creato un gruppo su Facebook amministrato dall'assessore alla Sicurezza Dario Ceruti, poi un gruppo WhatsApp e infine un nuovo gruppo su Facebook. Per mettere ordine alle segnalazioni e gestire la sicurezza “partecipata” con tutte le autorizzazioni del caso l'amministrazione comunale ha deciso di organizzare una serata in vista dell'attivazione del gruppo di “osservatori volontari”.

Più informazioni su

La piaga dei furti nelle case sta flagellando tutta la provincia. Ogni giorno i carabinieri ricevono decine di denunce in seguito ai colpi messi a segno dalla Bassa bergamasca fino alle valli. Non c’è Comune che si possa sentire al sicuro, nemmeno in montagna (leggi qui cosa è successo poco tempo fa a Branzi). Uno dei territori più colpiti è l’hinterland cittadino: ogni giorno alla mail di Bergamonews arrivano molte segnalazioni da Dalmine, Stezzano, Azzano San Paolo, Lallio, Curno, Mozzo.

Ponteranica è un caso a sé. E’ uno dei Comuni che storicamente viene preso di mira dai ladri, soprattutto nella zona della Maresana. Da qualche tempo cittadini hanno deciso di fare rete per tenere più occhi aperti e presidiare il territorio grazie all’aiuto della tecnologia. Prima è stato creato un gruppo su Facebook amministrato dall’assessore alla Sicurezza Dario Ceruti, poi due gruppo WhatsApp. Per mettere ordine alle segnalazioni e gestire la sicurezza “partecipata” con tutte le autorizzazioni del caso l’amministrazione comunale ha deciso di organizzare una serata in vista dell’attivazione del gruppo di “osservatori volontari” già all’opera in altri Comuni. Ad esempio a Torre Boldone, dove ogni sera una decina di cittadini si ritrovano con pettorine catarinfrangenti e torce elettriche per scovare e segnalare alle forze dell’ordine persone e auto sospette.

“Premesso che la sicurezza dei Cittadini deve essere garantita in primo luogo dalle Forze dell’Ordine – si legge nell’annuncio di presentazione della serata -, in linea con quanto previsto dalla Legge 121/81, l’Amministrazione Comunale vuole supportare la loro azione attraverso una risposta seria, concreta ed organizzata all’escalation di furti e presenze sospette sul nostro territorio. Se vuoi partecipare in prima persona al servizio di osservazione del territorio che attiveremo nei prossimi giorni mettendo a disposizione il tuo tempo, ti aspettiamo lunedi alle 20.30 in Sala Consiliare per parlarne insieme. A completamento del progetto Sicurezza che abbiamo progettato, nel corso dei prossimi mesi, attiveremo ulteriori azioni, complementari a quella descritta, che consentiranno di aumentare la sicurezza di tutti noi. Noi ci siamo. E tu?”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da GT

    La Maresana con le sue articolazioni orografiche è un consistente monte pertinente ben cinque comuni e con superficie geografica corrispondente a 5 volte i colli di Città Alta ma con una superficie frattale molto maggiore. È quasi tutta a bosco caducifoglia, scoscesa, servita da stradine strette, ripide e tortuose e da un reticolo di sentieri di difficile conoscenza. Di notte poi tutto ciò è roba da cinghiali e volpi. Quindi sono i pensionati fluorescenti la soluzione?

  2. Scritto da andrea

    Mi risulta esista un solo gruppo Facebook ufficiale promosso dall’amministrazione comunale e non 2 come lascia intendere l’abstract dell’articolo.

  3. Scritto da Dolores

    Se, nonostante le tasse che si pagano, lo stato non fa il suo dovere di controllo del territorio mi sembra ovvio che i cittadini comincino a pensarci da soli. In certi casi di fanno anche giustizia da soli. Sbagliato? si. Ma perchè allora dobbiamo pagare le imposte più alte del mondo per avere solo un aumento della delinquenza? Beh, ad un certo punto allora non è più così sbagliato. Aboliamo lo stato, non provincie e regioni!

  4. Scritto da rosanna

    e una volta presi con le mani nel sacco ESPULSIONE

    1. Scritto da mael

      anche nel caso si tratti di padani doc?

  5. Scritto da paolo

    io mi scandalizzo a prescindere da come le vuole chiamare.

  6. Scritto da mario66

    Mi raccomando non chiamiamole RONDE, altrimenti si scandalizzano tutti ….