BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il Natale dei detenuti, al carcere di Bergamo concerto delle cornamuse

Diverse le iniziative nelle strutture italiane in vista delle festività natalizie, che al penitenziario di via Gleno a Bergamo darà celebrato con un'esibizione di cornamuse e con la possibilità di più colloqui e visite di figli e familiari, alla ricerca di sani momenti di 'evasione'

Più informazioni su

A Natale anche il carcere diventa più umano. Diverse le iniziative nelle strutture italiane in vista delle festività natalizie, che al penitenziario di via Gleno a Bergamo darà celebrato con un’esibizione di cornamuse e con la possibilità di più colloqui e visite di figli e familiari, alla ricerca di sani momenti di ‘evasione’ per permettere ai reclusi di trascorrere qualche ora senza il peso della solitudine che accorcia ancora di più i metri della cella.

Momenti di condivisione comunitaria, realizzati con il contributo di volontari e associazioni esterne, ma anche nate dall’iniziativa delle case circondariali per i detenuti che nelle circa 200 carceri italiane sono 54.187.

Tra le centinaia di eventi in programma e già autorizzati dal Dap, da segnalare una tradizione che si rinnova, nel segno della solidarietà: il pranzo natalizio del 26 dicembre a Regina Cieli, organizzato dalla Comunità di S. Egidio, presso la Prima Rotonda dell’istituto di pena capitolino. Anche a Palermo ”c’è un fitto calendario di iniziative”, dice all’Adnkronos Rita Barbera, direttrice del carcere Ucciardone.

”Questi momenti di festa sono molto delicati nella vita degli istituti -spiega- perché viene fuori la solitudine e la mancanza di affetti. Noi cerchiamo di affiancare le persone detenute e di colmare per quanto possibile la tristezza che può insorgere”. Tra le iniziative in calendario nella vecchia fortezza borbonica diventata carcere nel 1832, una in particolare merita di essere segnalata: ”Il 27 -annuncia Barbera- vivremo la festa dei papà con i bambini. In una zona all’aperto, ci sarà Babbo natale con altri animatori, e i papà detenuti si incontreranno con i bambini (da 0 a 14 anni), abbracciandoli senza sbarre”.

Sabato a Roma è invece in programma un evento di comunicazione, a scopo benefico, finalizzato a promuovere l’immagine, l’umanità e la professionalità del personale del Corpo di Polizia Penitenziaria, promosso dall’Ufficio Stampa e Relazioni Esterne del Dap in collaborazione con Club Passionerossa Ferrari con 15 supercar con il logo del Corpo di Polizia penitenziaria.

Tra le cene di beneficenza ‘sapori reclusi’ e concerti, da Nord a Sud della Penisola eventi di solidarietà accompagneranno i giorni delle feste negli istituti di pena del Paese. Domani, nella Casa circondariale di Lecce è in programma il concerto di Chiara Civello, mentre a Rebibbia andrà in scena lo spettacolo teatrale della Compagnia Stabile Assai. A Cremona santa messa celebrata dal vescovo Mons. Dante Lanfranconi.

Venerdì 19 spettacolo teatrale presso il teatro comunale di Lodi Vecchio con alcuni detenuti della casa circondariale Casa circondariale Lodi. Visita pastorale del vescovo, mons. Maurizio Malvestiti, mentre alla Casa di reclusione di Augusta – il 19 – 20 e 22 – sono in programma concerti natalizi del Coro dell’istituto.

Sabato 20 alla Casa circondariale Salerno santa messa celebrata dall’arcivescovo metropolita di Salerno, mons. Luigi Moretti.

Lunedì 22 alla Casa di reclusione di Rossano messa celebrata dall’arcivescovo di Rossano, mons. Giuseppe Satriano. Mentre al carcere di Grosseto andrà in scena lo spettacolo teatrale organizzato dall’Arciconfraternita della Misericordia.

Martedì 23 alla Casa di reclusione di Bollate la santa messa celebrata dal Cardinale Angelo Scola Casa, mentre alla casa circondariale di Poggioreale il pranzo di Natale sarà organizzato dalla Comunità di Sant’Egidio.

Il 24 alla Casa circondariale Como messa celebrata dal vescovo Diego Coletti, e alla Casa circondariale Bergamo concerto del gruppo delle cornamuse ‘Baghet’.

Il 27, alla Casa circondariale di Secondigliano, pranzo di Natale organizzato dalla Comunità di Sant’Egidio, mentre nell’istituto di Brescia si terrà la cerimonia di benedizione del murales ‘Volti e rivolti’ da parte del vescovo Luciano Monari. Il 29, alla Casa circondariale Larino, Coro polifonico A. Messora.

Il 3 gennaio 2015 alla Casa circondariale di Larino partita di calcio con l’A.S.D. S.Ambrogio. Mentre alla Casa circondariale Civitavecchia N.C., pranzo con le detenute organizzato dalla Comunità di Sant’Egidio e merenda con i detenuti.

Il 10 gennaio alla Casa circondariale di Larino, Befana con papà in collaborazione con la Caritas Diocesana. Da segnalare ancora il Mercatino di Natale con i prodotti dal carcere presso il Museo Criminologico di Roma.

Capitolo come sempre propositivo quello che arriva dalle carceri per i regali natalizi. La scelta è ampia, e di qualità: si va dalle cartoline natalizie realizzate dai detenuti di Enna ai panettoni sfornati dai detenuti-pasticceri di Padova, con i classici dolci di Giotto.

Senza dimenticare il Fiano "Fresco di galera" che arriva dell’istituto di S. Angelo dei Lombardi, nella verde Irpinia. E ancora giocattoli e borse, felpe e ‘sbarrette’ di cioccolato, il vino ‘sette mandate’ e mille altri prodotti ‘made in Jail’. Una favola di Natale dal carcere di Villa Fastiggi, è il regalo che i detenuti di Pesaro hanno pensato di donare ai bambini e alle scuole della città.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.