BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Fatti da Dio”: corso di architettura, di arte e luoghi di culto in Gamec

"Fatti da Dio": ancora qualche giorno per iscriversi al corso di architettura e arte contemporanea Space Factor III della Gamec, al via a gennaio 2015.

Più informazioni su

L’architettura e i luoghi del culto. Ma anche l’architettura come sfida per le arti visive contemporanee, come osservatorio privilegiato per leggere temi, tempi, criticità dello spazio vissuto e degli spazi immaginati, in particolare in relazione al tema del sacro. E’ questo il focus del nuovo ciclo di lezioni di Space Factor, “Fatti da Dio”, il corso ideato dai servizi educativi GAMEC giunto alla terza edizione. Le iscrizioni sono aperte fino al prossimo 22 dicembre e il corso è riconosciuto come aggiornamento dall’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Bergamo. Il progetto prevede l’intervento di nove architetti e due direttori di musei che si concentreranno su “luoghi chiamati a rendere visibile l’idea di trascendenza, con i vincoli legati ai riti e la necessità di trovare riscontro nell’accoglienza della proposta da parte dei fedeli, a qualsiasi confessione religiosa essi appartengano”.

A inaugurare il ciclo, il prossimo 8 gennaio, la lectio magistralis di Paolo Portoghesi “costruire per la preghiera”: si tratterà in questo caso di un incontro gratuito aperto al pubblico fino a esaurimento posti, all’Auditorium di Piazza della Libertà alle 20.30 (consigliata la prenotazione). Seguiranno, a cadenza settimanale il giovedì sera alle 20.30, nella sede della Confindustria (via Camozzi 64) gli interventi di Nicola Eynard “Il coraggio del rispetto”, Laura Di Bella “Il linguaggio delle pietre”, Mariola Peretti “L’eredità della storia”, Basilia Barcella “Le parole della luce”, Andrea Gritti “Il richiamo della foresta”, Marco Bovati “La purità dell’acqua”, Manuela Bandini “Lo spirito della ragione”, Marco Adriano Perletti “La memoria dei nomadi”; Giacinto Di Pietrantonio e don Giuliano Zanchi “Le aperture all’arte”.

Al centro dell’attenzione non solo la tradizione dell’edilizia cristiana, ma anche le esperienze dell’architettura sacra di moschee e sinagoghe (in particolare l’intervento di Mariola Peretti il 29 gennaio).

Verrà indagato il delicato terreno del rapporto tra l’Uomo e Dio nella progettazione edilizia del Ventesimo secolo fino alle odierne esperienze, nazionali, internazionali ma anche locali, quali le chiese di Sedrina e San Giovanni XXIII.

Per informazioni e iscrizioni (quota di partecipazione 100 euro, ridotto 80), contattare la Gamec: servizieducativi@gamec.it; tel. 035.270272 – int. 408). 

Stefania Burnelli

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.