BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Dove eravamo rimasti” Progetti per il futuro delle persone con disabilità

Venerdì 19 dicembre, dalle 9 alle 12.30, nella sala Lombardia della sede Asl di Bergamo, in via Gallicciolli, si svolgerà il seminario: "Dove eravamo rimasti..." per riprendere il filo del discorso, presentare nuovi dati ed immaginare progetti per il futuro delle persone con disabilità.

Più informazioni su

Venerdì 19 dicembre, dalle 9 alle 12.30, nella sala Lombardia della sede Asl di Bergamo, in via Gallicciolli, si svolgerà il seminario: "Dove eravamo rimasti…" per riprendere il filo del discorso, presentare nuovi dati ed immaginare progetti per il futuro delle persone con disabilità.

"È un’occasione pubblica, per riprendere il filo dei molti discorsi, fra i tanti attori, che agiscono nell’universo delle diverse abilità, con lo scopo di offrire servizi sempre migliori e personalizzati – spiega Mara Azzi, direttore generale dell’Asl Bergamo -. è anche un’occasione per presentare il modello di epidemiologia delle persone con disabilità che consente una prima visione complessiva dei nuovi dati aggregati anche in vista della prossima programmazione sociosanitaria del 2015. Ed è infine un modo sintetico di fare il punto sui percorsi di quattro gruppi di lavoro multidisciplinari che, hanno operato nel nostro territorio, sotto l’ombrello del Piano d’Azione Regionale per le persone con disabilità".

"Quattro gruppi alimentati dalla competenza professionale e dalla motivazione personale di operatori e volontari espressione del mondo dei Soggetti gestori dei Servizi dedicati alle persone con disabilità (CDD, CSS, RSD), delle Aziende Ospedaliere (UONPIA e DSM) e dell’ASL (Dip. A.S.S.I. e Servizio Disabili), degli Ambiti Territoriali (UdP) e dell’Associazionismo familiare (CBI e ANFFASS) – continua Azzi -. I discorsi che ci collegano, i dati che condividiamo e le azioni sempre più integrate, che cerchiamo di riassumere in questa mezza giornata, trovano nelle più recenti determinazioni regionali in materia di disabilità un importante orientamento cui rifarsi e uno stimolo forte a ricercare prospettive, soluzioni e azioni sempre più integrate, interconnesse e rispettose della dignità della persona con disabilità, del suo possibile progetto di vita dentro il territorio in cui abita, con la propria famiglia e le altre relazioni significative di cui si circonda. Questa prospettiva appare avvicinabile solamente continuando a coltivare la capacità di interazione fra tutti gli attori oggi in campo intorno all’universo delle disabilità e consolidando la propensione ad apprendere reciprocamente, gli uni dagli altri, riconoscendo l’importanza di mettere in comune le esperienze che fanno fare passi avanti nella direzione attesa dalle persone con disabilità e dalle loro famiglie".

Saranno presenti al seminario, oltre a Mara Azzi, anche Francesco Angelo Locati, Direttore Sociale Asl Bergamo; Renato Bresciani, Direttore Dipartimento Attività Socio Sanitarie Integrate Asl Bergamo; Maria Carolina Marchesi, assessore alla coesione sociale del Comune di Bergamo e Presidente del Consiglio di Rappresentanza dei Sindaci; Sergio Palazzo, Presidente del Coordinamento Bergamasco per l’Integrazione; Lucio Moioli, Confcooperative Bergamo.

Il Seminario è rivolto a tutte le figure professionali sanitarie e sociali, agli amministratori locali, ai volontari e alle famiglie delle persone con disabilità. La partecipazione é gratuita. Il Seminario non è accreditato ECM.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.