BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Nuovo inno della Regione Lombardia scritto da Mogol e Lavezzi

Il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni ha ricevuto a Palazzo Lombardia questa mattina Mogol e Mario Lavezzi - accompagnati dal presidente del Consiglio Regionale Raffaele Cattaneo - per un incontro per definire le iniziative che porteranno alla realizzazione del nuovo inno della Regione Lombardia.

Più informazioni su

Il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni ha ricevuto a Palazzo Lombardia questa mattina Mogol e Mario Lavezzi – accompagnati dal presidente del Consiglio Regionale Raffaele Cattaneo – per un incontro per definire le iniziative che porteranno alla realizzazione del nuovo inno della Regione Lombardia.

DEFINITI I PROSSIMI PASSAGGI – "Quello con Mogol e Lavezzi – ha spiegato il presidente Maroni – è stato un incontro cordiale, in cui abbiamo definito tutti i passaggi che porteranno alla realizzazione del nuovo inno lombardo, che coinvolgerà in sala di registrazione i maggiori cantanti lombardi: per la registrazione e tutti gli altri passaggi tecnici ci avvarremo dei mezzi propri della Regione Lombardia".

ULTIMA TAPPA LOMBARDIA EXPO TOUR – "L’obiettivo – ha sottolineato il presidente Maroni – è quello di far ascoltare al pubblico il nuovo inno regionale domenica 15 marzo, nella tappa conclusiva del Lombardia Expo Tour, a Varese, con la presenza di tutti gli artisti lombardi che saranno coinvolti nel progetto".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da V

    Bello un inno regionale,quando la gran parte degli Italiani non conoscono neanche quello nazionale,senza contare il fatto dei costi,i due autori qui sopra citati non credo che faranno tutto ciò a gratis. Complimenti io ne sentivo proprio il bisogno…

  2. Scritto da paolo

    bah. io preferivo quando MOGOL faceva il capo delle giovani marmotte e quando LAVEZZI faceva il giocatore di calcio… ma le domande da porsi sono altre: 1) chi paga? 2) dove sono i commentatori sempre pronti a gridare allo scandalo quando si spendono soldi pubblici (magari anche per questioni un filo più importanti dell’inno di una regione)

  3. Scritto da Lisetta

    ma finitela state facendo ridere il Mondo

    1. Scritto da wiw

      Siamo noi che ci facciamo ridere. E che non protestiamo ferocemente per queste gioppinate da cinghiali. Pagateli con i vostri soldi, non con i nostri Maroni!!!! Senza decenza.

  4. Scritto da Jimi

    E loro continuano a divertirsi