BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Susy e Sunny, il dolore degli amici su Facebook: “Non doveva andare così”

Dopo l'incidente di sabato sera a Cavernago che se li è portati via, gli amici ricordano Susy Sottocorna e Suny Kumar: tanti i messaggi di cordoglio sui social network dove gli amici ancora non si rendono conto di quanto successo.

Più informazioni su

La Seat Cordoba bianca che impatta contro una Peugeot 206 e poi finisce contro un muretto di cinta di una cascina abbandonata: sono morti così sabato sera Sunny Kumar, 22enne indiano di Calcinate che si trovava al volante, e Jeerasa Susanna Sottocorna, 17enne di origini tailandesi residente a Palosco che era seduta dietro di lui.

Nell’incidente, poco prima della mezzanotte sulla strada provinciale 92 che da Cavernago porta a Bagnatica, ha rischiato la vita anche il 18enne indiano di Carobbio degli Angeli Sidhu Kawal Preet Singh, ricoverato in prognosi riservata all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo.

Già nella giornata di domenica parenti e tanti amici si sono stretti nel dolore attorno alle due salme composte nella Casa del Commiato a Seriate: un cordoglio che è poi continuato sui social network, specialmente sulla pagina Facebook personale della 17enne di Palosco.

Tantissimi i messaggi di ricordo e di vicinanza anche per i famigliari delle vittime, colpiti dal lutto più atroce: “Una strada maledetta” sottolinea qualcuno tra i tanti pensieri di padri e madri che provano ad immedesimarsi nella situazione e che non possono far altro che testimoniare la propria solidarietà; o a quelli di giovani e giovanissimi che hanno perso chi due amici chi semplici conoscenti ma che, in ogni, caso, faticano a realizzare quanto sia successo e forse ancora non lo comprendono.

L’incredulità e il “non doveva andare così” è pensiero comune di molti: ragazzi rimasti senza parole che tra ricordi e aneddoti provano anche a trarre un insegnamento da questa tragedia.

“Oggi mi hai insegnato che non siamo invulnerabili come pensiamo – scrive un amico di Susy, sottolineando il suo splendido sorriso – Voglio pensare che sei partita per un lungo viaggio per questa tua nuova vita”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Cris

    Comunque non è stato una mancata responsabilità da parte dei ragazzi, I’alcool test era negativo e la strada molto stretta e senza luci, sicuramente andavano veloci. :(

  2. Scritto da Giabry Abu Ra'd

    RIP :(

  3. Scritto da shary

    Anch’io porgo le mie condoglianze. Vorrei solo rispondere a Giovanna. L’articolo non scrive di nessuna possibile responsabilità mancante dei due giovani. Anzi, tende a sottolineare che la colpa è probabilmente della strada provinciale 92.

    stai attenta pure te quindi, anche se hai 28 anni

  4. Scritto da franco

    commento inutile e st…do

  5. Scritto da giovanna

    Condoglianze alle famiglie e dolore per la morte di questi giovani. Forse però c’è qualcosa che non va a monte; io a 17 anni a mezzanotte ero al calduccio di casa mia. E si tratta di 11 anni fa, non 50.