BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Leggero e senza pretese Il nuovo di Aldo, Giovanni e Giacomo un po’ sottotono

Il ritorno dopo quattro anni sul grande schermo di Aldo, Giovanni e Giacomo è purtroppo sottotono, privo di quel brio col quale i tre comici avevano conquistato critica e pubblico grazie ai loro primi film: Il ricco, il povero e il maggiordomo è un film non troppo brillante capace comunque di regalarci serenità e leggerezza.

Più informazioni su

Titolo: Il ricco, il povero e il maggiordomo

Regia: Aldo Baglio, Giovanni Storti, Giacomo Poretti

Genere: Commedia

Durata: 102 minuti

Interpreti: Aldo Baglio, Giovanni Storti, Giacomo Poretti, Giuliana Lojodice, Massimo Popolizio

Voto: 6

Attualmente in visione: Multisala San Marco

Aldo, dopo essere stato investito da Giovanni, il fedele maggiordomo di Giacomo, viene convinto da quest’ultimo di non sporgere denuncia ricevendo in cambio mille euro. Un inaspettato crollo finanziario manda però Giacomo, cinico uomo d’affari e broker degno di Wall Street, sul lastrico.

Abbandonato da amici e famiglia, si servirà dell’aiuto del maggiordomo e del malcapitato Aldo per uscire dai guai e “mandare la palla in buca”.

Il ritorno dopo quattro anni sul grande schermo di Aldo, Giovanni e Giacomo è purtroppo sottotono, privo di quel brio col quale i tre comici avevano conquistato critica e pubblico grazie ai loro primi film, Tre uomini e una gamba, Così è la vita, Chiedimi se sono felice.

Se infatti il trio è in forma smagliante quando si ritrova in spazi ristretti, dove le diverse personalità dei protagonisti si scontrano creando momenti di pura comicità, fuori dallo spazio comune e dalla convivenza sotto lo stesso tetto, Aldo, Giovanni e Giacomo perdono il loro smalto e peccano in originalità. Troppo spesso, infatti, si ricorre alla ripetizione di alcune gag (come le mani rimaste chiuse in porte e sportelli) che dalla terza volta in poi non fanno ridere, ma annoiano.

In questo film che tratta di fallimenti, il personaggio più riuscito è senza dubbio quello di Calcedonia, la madre di Aldo, interpretata dalla brava e spassosa Giuliana Lojodice. Questa donna d’altri tempi non perde occasione per sottolineare e rimarcare i fallimenti del figlio, ma sempre premurosa e amorevole, dispensa consigli al resto della compagnia, diventando a poco a poco una “mamma” anche per Giovanni e Giacomo.

I tre protagonisti, falliti sia sul lato economico che personale, capiscono quanto sia fragile la distinzione tra ricchi e poveri, tra vincenti e perdenti, e quanto sia invece importante avere famigliari e amici su cui appoggiarsi nei momenti di difficoltà.

Il ricco, il povero e il maggiordomo è un film non troppo brillante capace però di regalarci serenità e leggerezza, ideale da vedere per passare piacevolmente un pomeriggio o una serata in compagnia.

Francesco Parisini

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da bergamasc

    A me non hanno mai fatto ridere…li trovo noiosi…meglio ancora Fantozzi…

  2. Scritto da Luca Lazzaretti

    Visto ieri a Romano per accontentare la figlia e i suoi amichetti…soldi spesi male, senza dubbio..dopo molti anni anche il trio mostra la corda. Più efficace sicuramente nei “corti”.