BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ergastolano in semilibertà gestiva una rete di spaccio E’ un 69enne bergamasco

Carlo Gritti, 69enne bergamasco che sta scontando nel carcere di via Gleno una condanna all'ergastolo ma in semilibertà, secondo la Procura di Brescia e i carabinieri di Gardone Val Trompia era a capo di una banda di 11 uomini che gestiva lo spaccio di hashish e cocaina.

Più informazioni su

Spaccio di droga durante le ore di permesso lavorativo: è l’accusa che la Procura di Brescia e i carabinieri di Gardone Val Trompia hanno formulato nei confronti di Carlo Gritti, 69enne bergamasco di Alzano Lombardo detenuto in semilibertà nel carcere di via Gleno dove sta scontando la condanna all’ergastolo.

Secondo i carabinieri Gritti era al vertice di una banda composta da altri undici uomini, tutti destinatari delle misure cautelari eseguite in collaborazione con il comando provinciale dei carabinieri di Bergamo e tutti residenti in Val Trompia, a Sarezzo, Gardone, Villa Carcina, Lumezzane, territorio in cui avevano creato un fitto network per lo spaccio su vasta scala di hashish e cocaina.

Una banda che i militari credono di aver interamente sgominato e alla quale davano la caccia dal 5 febbraio 2013 quando a Brione, in provincia di Brescia, due uomini a volto coperto avevano assaltato e rapinato un ufficio postale: da successive indagini i carabinieri sono riusciti a risalire ad uno dei due malviventi, scoprendo che faceva parte di una rete di spaccio di cui Gritti era il fornitore.

I carabinieri hanno ricostruito i movimenti di Gritti che ogni mattina alle 7 usciva dal carcere di via Gleno per andare a lavorare in una comunità di recupero per tossicodipendenti a Lecco: nelle ore di lontananza dalla casa circondariale bergamasca incontrava gli altri membri della banda con i quali organizzava l’acquisto e lo spaccio di stupefacenti e poi faceva ritorno, attorno alle 21, nel carcere.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.