BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Banchetti 5 Stelle: firme per il referendum contro l’euro

I 5 Stelle non puntano a raccogliere solo le 50.000 firme necessarie per il deposito della iniziativa di legge, ma a raccoglierne un milione e anche più. Obiettivo: costringere il Parlamento a discutere la legge ed esprimersi se consultare o meno gli italiani su un tema fondamentale.

Più informazioni su

Sabato 13 e domenica 14 dicembre il Movimento 5 Stelle inizia la campagna nazionale di raccolta firme per la legge costituzionale di iniziativa popolare per indire un referendum di indirizzo sull’euro.

In provincia di Bergamo i banchetti saranno a:

Bergamo in via XX Settembre a partire dalle ore 14.30

Seriate all’incrocio corso Europa / via Marconi dalle 9 alle 18

Scanzorosciate in via Casalini a partire dalle 10

Stezzano Domenica 14 dalle 8:30 alle 12:30 in Piazza della Libertà

Presso i banchetti sarà presente anche Marco Zanni, portavoce al Parlamento Europeo, per rispondere alle domande dei cittadini sul tema

Ai banchetti organizzati dai gruppi locali sarà possibile, per tutti i cittadini iscritti nelle liste elettorali italiane, firmare e portare in discussione in Parlamento la legge di indizione del referendum.

I 5 Stelle non puntano a raccogliere solo le 50.000 firme necessarie per il deposito della iniziativa di legge, ma a raccoglierne un milione e anche più. Obiettivo: costringere il Parlamento a discutere la legge ed esprimersi se consultare o meno gli italiani su un tema fondamentale. "L’Italia – spiega il Movimento di Beppe Grillo – è in una situazione drammatica, travolta da povertà, corruzione e malaffare. Gli italiani come primo passo devono riprendersi il Paese e la sovranità su di esso, a partire da quella monetaria, necessaria per stampare una moneta associata al valore della nostra economia ed evitare di essere strozzati dagli interessi delle banche private. Le imprese inoltre sono costrette a licenziare, oppresse da una tassazione abnorme imposta per rimanere nei parametri dall’euro. Fuori dall’euro per liberare le imprese e creare più lavoro! Uscire dall’euro significa anche conservare lo Stato sociale, perché all’Italia, per restare nella moneta unica, vengono imposti tagli lineari e selvaggi su sanità, welfare e scuola. Con l’euro l’Italia è in recessione da anni, il PIL è ai livelli del 2000. Uscire dall’euro consentirà alle imprese di essere più competitive nelle esportazioni e creare nuovo lavoro e ricchezza per il Paese". 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Lino

    ora è troppo tardi ci taglieremmo la testa da soli,la colpa è stata di quei pirla di politici che ci hanno portato in questo baratro, dopo che i nostri trisnonni, bisnonni, nonni , papà avevano, combattuto per l’indipendenza d’Italia per poi gemellarci con gli stessi avvoltoi, che in tempo di guerra ci avevano derubato di tutto

    1. Scritto da Tino

      Non é mai troppo tardi,per ammettere i propri errori;l’importante é che qualcuno lo faccia,e ripari!
      E poi,peggio di così…

  2. Scritto da francescoo

    Non so cosa succederà tornando alla lira, so solo che se manteniamo l’euro continueranno a spremerci come un’arancia. Vedere Grecia. E la Troika a casa nostra io non la voglio.

  3. Scritto da il polemico

    attualmente con l’euro,l’italia non può fare quello che ha sempre fatto per essere competitiva,cioè sfruttare il poco valore della lira per vendere a prezzi concorrenziali i propri prodotti.sicuramente con la lira potrà capitare che andare in vacanza in germania costerà il doppio,ma almeno se vende piu made in italy,può darsi che pure l’occupazione raddoppierà…cosa assolutamente inpensabile con la moneta unica,,e il milione di disoccupati in più negli ultimi 3 anni lo dimostra,

    1. Scritto da a

      Polly ti voglio vedere con la liretta a comprare materia prima ed energia. Le poche aziende ancora aperte in Italia fallirebbero nel giro di qualche mese.

  4. Scritto da Idadauria

    Stasera non ho fatto in temo ma Fino a quando si può andare a firmare?e a Salerno dove sono?

  5. Scritto da grazie!

    Nessuno, in coscienza, può dire con certezza cosa succederà uscendo dall’€, xché nessuno ha la sfera di cristallo; ma è certo che rimanerci impegna l’Italia a ridurre il rapporto debito/pil al 60% mantenendo il rapporto deficit/pil <3% e con il pareggio di bilancio in Costituzione. Questo significa un esborso di 40/50 miliardi all’anno x i prossimi 20 anni, oltre le normali esigenze di cassa. Qualcuno mi spiega come potremmo sopravvivere a questo impegno?

  6. Scritto da a

    Proporrei un referendum contro il masochismo del ” poplo sovrano”.

  7. Scritto da V

    Il M5S raccoglie firme per strada in mezzo alla gente,il PD chiude le sedi di partito e mette gli allarmi durante uno sciopero,sarà un segno.

    1. Scritto da Eletti internauti

      Certo che prendere le decisioni consultando solo 37 mila eletti internauti, mi sembra una presa oer i fondelli

      1. Scritto da si si

        Si si meglio pagare dei Rom per andare a votare alle primarie…

      2. Scritto da eletti?

        Iscriviti anche tu (se hai i requisiti), e saremo 37mila e 1. Ti ricordo che il paese è governato da un Parlamento di nominati con una legge incostituzionale, che ha dato fiducia ad un governo (il terzo) mai passato al vaglio delle urne. Ti ricordo altresì che la maggioranza degli elettori non si reca più al voto, condannando gli eletti a rappresentare non la maggioranza, ma solo un’esigua minoranza. Come d’autunno sugli alberi le foglie.

  8. Scritto da mattia

    cosa succede dopo ? modalità di uscita?prima di uscire andiamo a vedere cosa è successo a chi si è svincolato da un sistema monetario.
    siete tutti preparati a una mega uscita di capitali dall’italia? siete preparati a periodi di alta inflazione ? siete preparati a trasformare i mutui nella nuova valuta? molti alti problemi che i paladini del no euro non spiegano bene….
    personalmente metterò i miei risparmi in valuta forte e in altri paesi e guarderò dall’estero la mia amata italia .

    1. Scritto da W i piricozzi

      Tontolotto, i mutui si trasformano in 1 a 1 con la nuova moneta, se non li hai contratti all’estero. Un mutuo di 100 mila euro diventerá un mutuo di 100 mila piricozzi se il pezzo di carta chiamato euro verrá chiamato piricozzo.
      In fondo sempre di carta si tratta, come al monopoli. Dipende chi la stampa e chi ci specula su, popolo di tontolotti

      1. Scritto da a

        Ahemm… scusa caro non tontolotto… spiega allora a noi poveri tontolotti: ma se un tontolotto vale 1 e un piricozzo 1, perche’ cambiare?

      2. Scritto da un bancario

        le garantisco che nel cambio ci sarebbero lauti guadagni per il sistema finanziario e bancario, con enormi costi da sostenere per i soliti contribuenti. E’ veramente da ingenui non essere a conoscenza di questa elementare conseguenza, e mi dispiace che non sia chiaro a tutti quali sarebbero gli incredibili costi che la collettività dovrebbe sostenere, al solito ” dividi et impera”

        1. Scritto da il polemico

          ma nel frattempo,i 3 anni di austerità hanno prodotto 1milione di nuovi disoccupati,disoccupati che non pagano più i contributi per i pensionati,non pagano le tasse per lo stato ecc…se in 3 anni il debito pubblico è aumentato di 300miliardi e il debito pil di 15 punti,che senso avrebbe continuare?cosi non si migliora di certo,essendo da 3 anni che si dice:l’anno prossimo sarà meglio..si deve creare ricchezza per uscirne,non aumenti di tasse insensate.

          1. Scritto da Padania Celtica

            Come! Eravate tanto entusiasti con Monti! Lega e Pdl hanno DISTRUTTO-IL-PAESE e adesso “si stava meglio prima”? Quando con il medesimo euro governavano Lega e Pdl? (cioè governava Tremonti e basta perchè faceva tutto lui a dir lo vero). Eh no: lo spread adesso “è ai minimi” quindi DOVETE essere felici e soddisfatti. E’ un ordine!!!

      3. Scritto da Muble Muble

        Se 1 di una qualunque moneta vale sempre 1 piricozzo a cosa servirebbe uscire dall’euro ? Non stai puntando su una colossale svalutazione per rilanciare l’economia ? Balores.

  9. Scritto da Antonio Rota

    Ma che scemenza, che rischiano di pagare i poveracci. Dopo averlo spremuto è difficile rimettere il dentifricio nel tubetto, la storia piaccio o meno non va in dietro. Solo i reazionari hanno queste illusioni e infatti l’idea No Euro accomuna tutti tutte le destre fasciste d’Europa. E’ poi un falso problema, il problema è l’enorme drenaggio di liquidità che a livello mondiale l’applicazione del liberismo garantisce dai poveri ai ricchi. Il resto sono stupidaggini.

    1. Scritto da Marzia

      Hai pienamente ragione e aggiungo che, secondo un economista americano, la svalutazione si aggirerebbe intorno al 20/30 percento venendo ancora piu stritolati dalla Germania. Ma a Grillo cosa gliene frega, lui i capitali li ha all’estero. Ma il M5S non era quel movimento, quando esisteva, che non promuoveva referendum? Ora che sono alla frutta saltano fuori con queste cavolate.

  10. Scritto da Luigi

    Pagliacciate, come pagliacci sono i populisti che la vendono così. Ma davvero c’e’ gente che crede che il problema sia l’euro? Nessuno si rende conto che l’euro ha solo scoperchiato il lato dell’Italia completamente marcio? La lira ha solo coperto quello che comunque sarebbe esploso. Ah, un consiglio a chi scrive SVEGLIAA… andate a studiare che forse è meglio!

  11. Scritto da La verità fa male

    FUORI DALL’EURO IMMEDIATAMENTE !!! Dal 2002 grazie a Prodi e agli euroburocrati giulivi e felici abbiamo recessione, crisi, crollo del potere di acquisto per i “soliti noti” mentre i banchieri, speculando e manovrando abilmente sullo spread, guadagnano milioni di euro, fanno fallire le nazioni, fanno cadere i governi organizzando veri e propri colpi di Stato. Chi se ne frega se fuori dall’euro non potremo mantenere gli strapagati Schultz, Juncker o Van Rompuy, non ci mancheranno

    1. Scritto da Alà Barlafüs

      Dal 2001 e per quasi 10 anni, fino al quasi fallimento della nazione di fine 2011, hanno governato il tuo pdl e la tua lega ! Smettila di far ridere i polli a 32 denti !!

      1. Scritto da Padania Celtica

        Fallimento della nazione? Ah già adesso si che si sta bene: c’è lo spread ai minimi,altro che il 2010! Alegher alegher!

      2. Scritto da che facciamo?....

        E dopo, da quando a governare sono il PD(R) e FI? Mi pare che tutti i fondamentali economici sono peggiorati, il rapporto deficit/pil, quello tra debito/pil, la disoccupazione, i fallimenti d’impresa, e allora? …. Andiamo avanti così?

  12. Scritto da io

    Io oggi sono andato a Seriate ed ho firmato ore14:30 faceva freddo e pioveva,ma con mè a firmare in fila cenerano altri 4…
    Forza M5S anche sta volta la va sicuro!

    1. Scritto da Tu

      Tu ringrazia gli italiani che non vanno a firmare , quelli con due dita di testa fortunatamente sono la maggioranza. Di pezze al c….. ne abbiamo già abbastanza.

  13. Scritto da tino

    I parlamentari del movimento, gli elettori, i simpatizzanti della prima ora (tanti), quelli dell’ ultima ora (pochi) diano l’ esempio : chi ha in corso un mutuo casa lo sostituisca con altra valuta, a scelta

    1. Scritto da Andrea

      Tecnicamente che differenza fa pagare in una valuta o in un’altra rispettando il tasso di conversione corretto?

    2. Scritto da Testina

      Se il mutuo non è stato contratto con una banca estera ed in valuta estera, non cambia niente, testina.
      Smettiamola di fare terrorismo

      1. Scritto da Di Vitello

        E la tua banca italiana che cambio applica all’euro che a quel punto diventa valuta estera ? E quali tassi di interesse in seguito visto che esci dall’euro per svalutare velocemente ? E a che prezzo compreranno l’azienda in cui lavori coloro che avranno in mano monete forti e non svalutate ? A che prezzo pagherai le materie prime e in quale valuta ? Ecc Ecc Ecc

  14. Scritto da vanna.surian

    Dove trovo un banchetto per firmare in provincia di Rovigo. veneto ?

  15. Scritto da mario59

    Non mi stancherò mai di ripeterlo, l’euro non ha alcuna colpa della povertà di cui molti Italiani si ritrovano.
    Le colpe sono di chi senza controllo alcuno nel 2002 nel giro di pochi mesi ha ritoccato i listini trasformando le vecchie mille lire in un euro..solo dipendenti e pensionati non hanno potuto fare la stessa cosa con i loro stipendi.
    Se si tornasse alla lira, farebbero uguale.. arrotondamento dei prezzi ma all’insù… inoltre avremmo una moneta con svalutazione a due cifre.

    1. Scritto da Economista

      Toh, un’altro fior di economista della domenica. Un economista de noiatri

      1. Scritto da planets

        l uscita dall euro è una delle tante panzane per mascherare l inettitudine di chi ha mal governato e rubato per decenni. Quanto ai 5stelle che pensano sia una soluzione intelligente perdono questa grossa ingenuità

      2. Scritto da piero

        Dal momento che definisci mario59 il solito economista della domenica probabilmente ti senti molto più acculturato in materia di lui. allora ti chiedo di spiegare con parole tue cosa effettivamente comporterebbe l’uscita dall’euro cosi ci illumini della tua sapienza Grazie

  16. Scritto da Adriano

    Ma se non raggiungete le firme necessarie e gli italiani vi smentiscono, cosa fate chiedete scusa, mettete la coda in mezzo alle gambe!!!! Vi consiglierei… Iniziate a costruire qualcosa, fateci capire o farete solo i disfattisti. Scusate sarete informati studierete le leggi ma venite a capo di qualcosa. Saltate giù dal pero che è ora

  17. Scritto da Federico

    Leggere “pensateci bene” mi ricorda il mario monti prima dell’uscita dallo sme, se non fossimo usciti adesso non oso immaginare, immagino che i fautori dell’eurismo conoscano quel periodo

  18. Scritto da Renato

    Ma scusate, non vi basta il progressivo e rapido declino son qui avuto dopo l’avvento dell’euro??? Capitela che tutto questo è ststo creato ad arte per favorire i soliti a scapito di paesi come il nostro? Ma che vada al diavolo l’Europa è tutto quello che sta con lei… Riprendiamoci il nostro paese è piantiamola di farci mettere i piedi in testa (ed altro in zone meno… Nobili) dai soliti finanzieri agli ordini della Merkel!!!! SVEGLIAAAAAASAAS

    1. Scritto da Asdrubale

      Il “rapido declino” l’abbiamo avuo perchè quelli come te han votato lega e pdl per 20 anni. Malgoverno, corruzione, debiti e non uno straccio di riforma .

  19. Scritto da giuseppe feligioni

    Condivido pianamente con grillo di tornare alla nostra lira,
    dopo la fregatura del euro

  20. Scritto da democrazia

    E’ una proposta di legge di iniziativa popolare per indire un referendum consultivo sull’euro. L’iter è quello previsto dall’art.138 per le leggi di revisione della Costituzione. Quindi due delibere ad intervallo non minore di tre mesi in ognuna delle due Camere, con maggioranza assoluta.
    Precedente: referendum consultivo che si è tenuto il 18 giugno 1989, contestualmente alle elezioni europee, per il conferimento di un mandato costituente al Parlamento europeo.

  21. Scritto da Jingle

    Buffonate

    1. Scritto da Lucrezia

      Buffonate perché? Io almeno ci provo! Tu resta nella tua cuccia calda mentre i criminali ti tolgono il cuscino da sotto il culo non fare nulla!

      1. Scritto da JIm

        E quando avrai devastato l’economia cosa ti dirai : “ci ho provato”? Dopo l’infanzia bisognerebbe crescere, io di criminali non ne ho mai votati e tu ?

  22. Scritto da GeniDellaLampada

    Il quesito è : “visto che non ce l’avete fatta prima , volete fallire immediatamente adesso ?”
    Raccolta di firme interamente dedicata ai fuori di melone.

    1. Scritto da elena

      infatti l’ Europa non ci farà fallire ma ci strozzerà lentamente e ormai la corda è già stretta stretta,ci spolperà di tutti i nostri beni (vedi Grecia) farà venire la troika e noi ci scanneremo tra disoccupati e si lavorerà per 300 euro al mese ….se non siamo pecore ribelliamoci firmiamo ai banchetti per poter portare questa legge popolare in discussione in Parlamento

      1. Scritto da GeniDellaLampada

        Neanche per sogno ! Perfettamente consapevole che chi ci ha governato ci ha messo nei guai , che sarà ancora lunga e dolorosa ma sempre meglio di azioni CERTAMENTE e del tutto irresponsabili.

        1. Scritto da sibilla

          Digita “ciclo di Frenkel”, un economista che studia situazioni concrete già verificatesi, x estrapolarne un’ipotesi sull’evoluzione di determinate situazioni. Se non ce ne andiamo noi avendo ancora un notevole potere contrattuale, perché la ns. uscita non concordata farebbe crollare il castello di carte, ci butteranno fuori loro, quando non ci sarà più nulla da spremere.

  23. Scritto da Carlo Pezzotta

    Che belloooooooo!!!!!!! Torneremo alla nostra liretta, che tutti snobbavano.

    1. Scritto da Ennio

      Se non hai trasferito tutto alle bahamas forse è meglio che ci rifletti bene ……. anzi , molto più che bene ……

      1. Scritto da Carlo Pezzotta

        Già fatto!!!! Anche perchè faccio parte dei furbetti che ogni anno evadono 180 miliardi di euro e nemmeno i 5 stelle, ne parlano. Chissà perchè.

  24. Scritto da il polemico

    draghi disse tempo fa,qualsiasi referendum contro l’euro che verrà fatto in un paese dell’area non avrà nessun valore giuridico,chi è nell’euro non potrà più uscirne..quindi che serve l’austerità se poi nessun paese comunque potrà mai fallire causa enormi ricadute sulla moneta e su chi ci ha investito perecchio denaro?e il governo farlocco del pd adotta l’austerità che crea milioni di disoccupati per salvare qualcosa che non potrà mai fallire..forse salverà la mps,ma sarà dura

    1. Scritto da Santone

      Ma quello l’ha detto Draghi. E chi é Draghi? Un santone che predice il futuro?

    2. Scritto da Luca Lazzaretti

      Ti sbagli, il governo del Pd crea miliardi di disoccupati, la fame nel mondo, l’ebola, le guerre tra stati ecc ec ecc…i governi di centro destra ci avevano portato alle soglie del paradiso e, per il solito complotto demoplutogiudaicomassonicopiddino è andato tutto a p…!

    3. Scritto da impossibile

      Draghi, ammesso e non concesso che si sia espresso nei termini riportati, può dire quello che vuole. La UE non è un carcere ma un sogno, fallito a causa di una gestione esclusivamente finanziaria. La permanenza impone un esborso extra di 50 miliardi all’anno, oltre le normali necessità di cassa, x i prossimi 20 anni, x portare il rapporto debito/pil al 60%(è al 135,6%), con un rapporto defict/pil <3% e pareggio di bilancio in Costituzione. Auguri!

      1. Scritto da il polemico

        purtroppo lo ha detto in una intervista…..per rientrare dal debito,si dovrebbero eliminare completamente le pensioni e l’assistenza sanitaria,ma poi come finiremmo??poi l’europa senza italia o francia,che fine farebbe?’che peso economico hanno olanda o danimarca per il buon funzionamento dell’unione?si nvocano scenari catastrofici per rimandare quello che sarà comunque l’inevitabile,anche se renzi e ue dicono che andiamo bene,però i nuovi disoccupati dicono altro…

    4. Scritto da Mùkela

      Con i tuoi voti a pdl e lega hai contribuito a mandare alla malora questa nazione , ancora ne spari e racconti a sproposito ? Ricordati che il fiscal compact ci sono andati pdl/lega a trattarlo e controfirmarlo a bruxelles. I titoli per non fallire ce li compra bruxelles e se non fai quello che dicono ….. fai la grecia. In queste condizioni ci han messo i tuoi amici e ringrazia il ciello che c’è l’Europa.

      1. Scritto da il polemico

        amici,voti agli amici,sempre amici…….sempre dare la colpa agli altri per giustificare i propri limiti?.il fiscal compasct fa schifo?eliminiamolo,cosa potrebbe farci l’europa?si lamenterebbe che poi gli entrano meno soldi?li chiederanno alla germania o l’olanda.la grecia sta insegnando che con l’austerità non stanno risolvendo nulla,quindi che senso ha seguirli?a te va bene che tassano i fondi pensione o l’imu ammazza edilizia?puoi dirlo senza girarci attorno.per me è uno schifo

  25. Scritto da leo cat

    Precedente: il referendum consultivo che si è tenuto il 18 giugno 1989, contestualmente alle elezioni europee del 1989, per il conferimento di un mandato costituente al Parlamento europeo eletto nella stessa occasione. Giusto x anticipare i vari costituzionalisti d’accatto di PD(R) e Lega.

  26. Scritto da Federico

    Ma vogliono la lira degli anni ’50 o la liretta da svalutare a seconda del bisogno?

  27. Scritto da leghista

    sono leghista ma non firmerò mai il vostro referendum! Un falso, una perdita di tempo e denaro! Fumo negli occhi.. Insomma, il solito populismo che vi contraddistingue da sempre

    1. Scritto da Cris

      Spero sia una battuta la tua !

    2. Scritto da V

      Non sono leghista ma ho firmato referendum su ab legge Fornero,come firmerò anche questo del M5S.
      Se andiamo avanti come scrivi tu,non ne usciamo più!

    3. Scritto da giuseppe feligioni

      ma mi facci il piacere sono comunista e firmo

    4. Scritto da giangi

      ahahah da che pulpito l’accusa di populismo!