BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Paolo Zanetti nominato vicepresidente di Federalimentare

Paolo Zanetti , bergamasco, esponente di una delle più importanti famiglie di imprenditori caseari italiani, è stato nominato giovedì 11 dicembre alla vicepresidenza di Federalimentare. A Zanetti è stata affidata la delicata delega al “made in Italy” e all’internazionalizzazione, temi fondamentali per l’alimentare nazionale.

Paolo Zanetti, bergamasco, esponente di una delle più importanti famiglie di imprenditori caseari italiani, è stato nominato giovedì 11 dicembre alla vicepresidenza di Federalimentare.

A Zanetti è stata affidata la delicata delega al “made in Italy” e all’internazionalizzazione, temi fondamentali per l’alimentare nazionale. La nomina di Zanetti, in rappresentanza di Assolatte conferma l’importanza del settore lattiero-caseario italiano, primo nel panorama alimentare nazionale e per cui l’export rappresenta un asset strategico per il futuro.

A fronte di un mercato interno stabile, i formaggi italiani - e da qualche anno anche il “semplice” latte – appassionano i consumatori di tutto il mondo e arrivano in un numero crescente di Paesi. Quanto a volontà e capacità di conquistare nuovi mercati le imprese lattiero-casearie italiane hanno dimostrato di avere una marcia in più: le esportazioni crescono ormai in modo costante a un tasso medio del 4%.

Quest’anno le esportazioni di formaggio sfonderanno le 335.000 tonnellate per un valore superiore ai 2 miliardi di euro e i nostri formaggi arriveranno in più di 140 Paesi. Una crescita importante e significativa, che ha permesso di portare su valori positivi la bilancia dei pagamenti del comparto lattiero-caseario. Il lavoro da fare per migliorare ulteriormente questo trend e per favorire occupazione e sviluppo è tanto.

Bisogna insistere sui temi dell’internazionalizzazione, della semplificazione della normativa nazionale, dell’eliminazione della burocrazia che troppo spesso ostacola l’attività delle imprese e dell’abbattimento delle barriere non tariffarie che limitano l’accesso dei nostri formaggi su tanti mercati in forte crescita. Made in Italy e internazionalizzazione sono quindi temi importantissimi, sui quali bisogna concentrare tutte le energie per contribuire al superamento di questa difficile fase congiunturale del Paese. A Paolo Zanetti vanno i complimenti di tutto il sistema lattiero-caseario italiano e di Assolatte.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.