BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Cividate, ladri in azienda Aggrediti padre e figlio: 72enne in fin di vita-Video fotogallery

Violenta aggressione in ditta nella serata di martedì 9 dicembre a Cividate al Piano dove tre malviventi hanno ridotto in fin di vita un uomo di 72 anni e picchiato anche il figlio 45enne: sul fatto indagano i carabinieri di Treviglio.

Un 72enne è in fin di vita all’ospedale Niguarda a Milano dopo che nella serata di martedì 9 dicembre alcuni ladri si sono introdotti nella sua azienda di via Romano a Cividate al Piano aggredendo lui, Giovanni Balestra, e il figlio 45enne Giovanni. (Guarda le foto cliccando QUI)

Sul fatto stanno indagando i carabinieri di Treviglio e di Martinengo: sembra che poco prima delle 21 i ladri abbiano scavalcato la recinzione per poi introdursi nella ditta, la BM Costruzioni meccaniche che tratta materiale ferroso. L’azienda si trova in via San Giorgio, una zona piuttosto isolata del paese della Bassa.

Mentre i malviventi tentavano di concludere il furto, sono stati sorpresi da uno dei proprietari Giovanni Balestra, che insieme al figlio Adriano stava ancora lavorando all’interno della fabbrica. Ad accorgersi della presenza dei malviventi, tre in tutto a volto scoperto e con accento dell’Est, è stato il padre, che è uscito sul piazzale. Si è scatenata una violenta collutazione e l’uomo è stato colpito al capo con una barra di ferro da 40 chili. Poi è arrivato anche il figlio, attirato dalle urla del padre, che prima è stato quasi investito dai ladri e poi colpito con la stessa barra che gli ha procurato la frattura di un braccio, usato per ripararsi, e del setto nasale.

Subito dopo l’aggressione i ladri sono fuggiti a bordo di un furgoncino dell’azienda mentre sul posto sono arrivati i primi soccorsi: il padre, che ha avuto la peggio, è statotrasportato in coma all’ospedale Niguarda di Milano.

carabinieri di Treviglio, che tra mercoledì e giovedì sentiranno la versione di Adriano Balestra, non escludono che i ladri in azione a Cividate possano essere gli stessi che a Palazzolo, a pochi chilometri di distanza, hanno fatto irruzione nella palazzina della famiglia Liborio, patron della locale squadra di calcio che disputa il campionato di Eccellenza, per ben due volte nel giro di dieci giorni e, l’ultima, proprio nella serata tra lunedì e martedì.

L’azienda di Cividate al Piano, attiva da cinquant’anni, non era mai entrata nel mirino dei ladri. Già domenica, però, i proprietari si sono accorti che erano stati sottratti un paio di bancali di acciaio. Martedì sera il nuovo assalto dei malviventi, questa volta bagnato anche dal sangue. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.