BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Aperte le iscrizioni alle visite guidate e itinerari “Molte fedi”

Gli Itinerari sono percorsi per piccoli gruppi accomunati dalla volontà di andare in profondità e di “toccare con mano” attraverso visite guidate, concerti, mostre. Musica, arte, fede nel vissuto quotidiano dei grandi monoteismi per scorgere e interpretare simboli e segni nelle vicende storiche e umane. Le poposte partono da gennaio, ma le prenotazioni sono già aperte.

Dall’arte medievale all’arte contemporanea, dalla musica del periodo della Riforma alla narrazione teatrale. Dalle immagini più significative della religiosità cristiana, le icone, al mondo complesso e affascinante dell’Islam e della cultura ebraica nell’esperienza spirituale e artistica di uno dei più grandi pittori del Novecento, Chagall.

Gli Itinerari di Molte fedi sotto lo stesso cielo, realizzati grazie al sostegno della Fondazione del Credito bergamasco, propongono momenti di approfondimento e conversazioni con esperti in modalità laboratoriale. È una novità assoluta per la rassegna delle Acli provinciali di Bergamo, un’ulteriore iniziativa che la rende ancora più completa e approfondita. Gli Itinerari sono percorsi per piccoli gruppi accomunati dalla volontà di andare in profondità e di “toccare con mano” attraverso visite guidate, concerti, mostre. Musica, arte, fede nel vissuto quotidiano dei grandi monoteismi per scorgere e interpretare simboli e segni nelle vicende storiche e umane. Con la convinzione che la cultura e la bellezza sono tracce di speranza da percorrere nel mondo di oggi, perché la città non si limiti ad esse urbs, una cittadella arroccata nelle sue mura, ma custodisca l’aspirazione a vivere sempre più la profondamente la sua dimensione dicivitas, fatta di convivenza, scambio, apertura.

Ecco i titoli degli Itinerari:

• Chagall, l’ebreo sospeso tra cielo e terra. Con Sem Galimberti (gennaio 2015);

• Chiedimi cos’è l’Islam. Con Abdallah Kabakebbji (gennaio 2015);

• L’icona. La bellezza che salva. Con Giovanna Parravicini e Emiliano Tironi (febbraio 2015);

• Johann Sebastian Bach e la Riforma. Con Sergio Rovetta (febbraio 2015);

• Arte di resistenza umana. Con Maria Elena Nardari (febbraio 2015);

• Il Romanico. La Bibbia narrata dalle pietre. Con Rosella Ferrari (marzo 2015);

• Percorsi narrativi all’interno della città d’arte. Con Maria Grazia Panigada (marzo 2015).

Da subito è possibile prenotarsi sul sito internet della rassegna www.moltefedisottolostessocielo.it

“Molte fedi sotto lo stesso cielo – Per una convivialità delle differenze” è il ciclo d’incontri organizzato dalle Acli provinciali di Bergamo. Ogni anno coinvolge più di 40 mila persone e prova ad affrontare la sfida epocale del mondo plurale in cui viviamo, attraverso la conoscenza e l’approfondimento del cristianesimo stesso e delle altre religioni, educando al dialogo e al confronto interculturale e interreligioso. Lo fa con incontri e dialoghi con testimoni di alto profilo, ma anche attraverso momenti di convivialità e culturali: dal cinema alla musica, dal teatro ai percorsi artistici e storici, dalla formazione dei giovani e per le scuole alle visite guidate, dalle cene agli itinerari a piedi, dalle letture di testi religiosi a momenti di preghiera e riflessione. Il tema dell’anno è "Non abbiate paura! Tracce di speranza per l’uomo d’oggi".

La maggior parte delle iniziative sono gratuite. Tuttavia, sia le date a pagamento che quelle libere, necessitano dellaprenotazione del biglietto. Tutte le informazioni su incontri, date e prenotazioni si possono comodamente trovare sul sito www.moltefedisottolostessocielo.it. La segreteria organizzativa è presso la sede provinciale delle Acli, in via San Bernardino 59. Per ulteriori informazioni: 035.210284, moltefedi@aclibergamo.it

È possibile consultare il programma degli itinerari al link ttp://www.moltefedisottolostessocielo.it/module-News-view-topic-65.phtml

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.