Schianto in auto a Pandino Muore Denise, 30 anni bergamasca di Caravaggio - BergamoNews
Incidente

Schianto in auto a Pandino Muore Denise, 30 anni bergamasca di Caravaggio

Una ragazza di 30 anni, Denise Fiorenzo, è morta poco prima delle 11 lunedì 8 dicembre in seguito a un incidente stradale. La sua auto, una Mercedes Classe A, si è schiantata contro un muro di cinta di una ditta di macellazione a Pandino, in provincia di Crema.

Una ragazza di 30 anni, Denise Fiorenzo, è morta poco prima delle 11 lunedì 8 dicembre in seguito a un incidente stradale. La sua auto, una Mercedes Classe A, si è schiantata contro un muro di cinta di una ditta di macellazione a Pandino, in provincia di Crema. Per cause ancora da accertare, la ragazza ha imboccato via Marone, in cui è vige il divieto di transito per i non residenti.

L’impatto con il muro è stato molto violento. I residenti di una cascina vicina hanno udito il boato e hanno immediatamente avvertito i soccorsi. Sul posto sono giunte l’automedica inviata dall’ospedale Maggiore di Crema, l’ambulanza e i vigili del fuoco. Il personale medico ha tentato a lungo di rianimare la ragazza, estratta dall’auto dai vigili del fuoco che hanno domato un principio di incendio del motore. La giovane, nata a Misano Gera d’Adda, risiedeva a Caravaggio dove è conosciuta per il suo lavoro di parrucchiera. Lascia il padre.

leggi anche
  • Giovedì sera
    Investito ad Albino, muore pensionato di 96 anni
  • La disavventura
    “C’è un uomo nel burrone” Soccorso alpino in azione a San Paolo d’Argon
  • L'incidente
    Schianto tra auto Un ferito grave sabato notte a Dalmine
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it