BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il drone, è il regalo più vip per Natale ci hai fatto un pensierino?

Gli esperti hanno anche creato un decalogo del “Buon Dronista” che contiene regole per volare in modo sicuro.

Più informazioni su

Quest’anno sotto l’albero Natale per qualcuno al posto delle bambole e delle macchinine ci saranno gli aeromobili a pilotaggio remoto o APR, comunemente chiamati droni.

Ebbene si, uno tra i regali più richiesti dai bambini per Natale, sono proprio questi “aerei” radiocomandati.

Se una volta questi prodotti erano esclusivi ai modellisti che ne curavano la realizzazione, oggi chiunque può recarsi in un centro commerciale per comprarne uno, grazie anche ai costi accessibili.

Ma ciò che preoccupa gli esperti della “Roma Drone Conference”, è la sicurezza nei cieli, poiché far volare una macchina da un giovane senza esperienza può essere un rischio.

Perciò si sono impegnati a creare un decalogo del “Buon Dronista” che contiene regole per volare in modo sicuro.

Di droni ce ne sono di tantissimi modelli: da quelli con il GPS e fotocamera, o con l’ABS rinforzato in fibra di vetro, o con la modalità “Emergency” in modo da tenere preservato il proprio drone, oppure il drone da terra, ma per iniziare si consiglia uno più piccolo, dotato di funzioni basilari, per passare successivamente, dopo tanta pratica, ad uno più elaborato.

Quando si decide di far volare il proprio drone ciò che più conta è constatare al meglio tutte le sue funzionalità quali il livello di carica della batteria, aggiornare spesso il software tramite internet, stipulare una polizza assicurativa per attività aeromodellistica.

Nel decalogo si specifica anche di evitare di sorvolare sopra i centri abitati, di tenersi a distanza dalle linee elettriche, dalle strutture militari, industrie ecc.

Per volare in tutta sicurezza è comunque consigliato un parere da parte di un pilota esperto.

Stefania Boschini

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da ok

    Ok così d’ora in poi i cacciatori di frodo,invece di sparare alle specie protette,potranno sfogare un pò i loro istinti primordiali con questi giocattolini per vip.

  2. Scritto da Cris

    Prevedo una quantita di denunce x violazione della privacy e sicuramente quelli che arriveranno in testa ai passanti

    1. Scritto da kappa

      Al di là di quello che può cadere in testa se non si vola enntro certi parametri, quota e distanza si rischia e non ci vuole molto denuncia per intralcio alla navigazione aerea e non è un reato da poco , con i droni si scherza con le regole della navigazione aerea e quindi dell’incolumità dei passeggeri siano uno o cento non fa differenza, ergo non scherziamo, le regole son fatte soprattutto per poterli far usare ad una determinata forza aerea..a voi le conlusioni!

      1. Scritto da kappa

        Dimenticavo che è di ieri una mancata collisione tra un drone ed un aereo civile in Inghilterra ,aereo che trasportava 180 passeggeri, veramente con questi droni non si scherza e con le regole di navigazione aerea e la vicinanza dell’aeroporto a Bergamo spero facciano desistere eventuali dronisti a volarci vicino…

  3. Scritto da Paolo

    Domanda: per i droni con telecamera, non c’è anche un problema di violazione di domicilio e di privacy, nel caso di sorvolamenti su terreni o in vicinanza di case altrui ?

  4. Scritto da kappa

    Un consiglio spassionato, prima di acquistare un drone specie se di grosse dimensioni leggere attentamente la normativa enac a riguardo…Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto (SAPR) sarà una scocciatura ma eviterà problemi successivi , far volare qualcosa non è come far andare una macchinina raiocomandata! In genere i danni si pagano o si è assicurati e si ha un patentino per il volo o è tutta aria fritta !