BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Colantuono è furioso: “Strigliata da Percassi? Basta cazz…, e fischi”

Il tecnico di Anzio nervosissimo dopo la vittoria dei suoi ragazzi sul Cesena: "Il presidente è venuto negli spogliatoi nell'intervallo? Non è vero, sono cazzate che non aiutano il nostro lavoro. Il pubblico non ci ha sostenuto: se ci fischia dopo 11 minuti ci mette solo in difficoltà".

Più informazioni su

E’ uno Stefano Colantuono più nervoso che mai quello che si presenta davanti a microfoni e taccuini al termine di Atalanta-Cesena. Un nervosismo dato a vedere anche nella ripresa del match del Comunale, con il tecnico che non ha nemmeno esultato dopo le marcature di Stendardo e Maxi Moralez che hanno regalato ai suoi tre punti preziosissimi: "Ho sentito che qualcuno ha dato la notizia di una strigliata di Percassi nell’intervallo – ha attaccato il Cola appena arrivato in sala stampa -. Sono cazz…, cazz… che solo a Bergamo possono uscire. Non ho nemmeno visto il presidente durante l’intervallo, altro che strigliata negli spogliatoi. Queste str… non aiutano di certo il nostro lavoro". Il tecnico, arrivato in sala stampa un’ora dopo il fischio finale della partita, si riferisce alla notizia data dall’emittente radiofonica Rtl 102.5 che, durante il secondo tempo di Atalanta-Cesena, ha rivelato di una presunta strigliata di patron Percassi allo spogliatoio durante l’intervallo, con i bergamaschi sotto 2-1.

Il tecnico nerazzurro se l’è poi presa con il pubblico del Comunale: "Ho sentito dei fischi già dopo 11 minuti di gioco – ha commentato -. Che senso hanno? Il pubblico dovrebbe venire a sostenerci, dovrebbe venire a dimostrare il suo amore per l’Atalanta proprio in momenti come questi, non fischiare dopo 11 minuti perché, così facendo, ci mette solo in difficoltà. La storia dell’Atalanta è questa: si lotta, si soffre e si retrocede, qualche volta. E’ successo ogni tre stagioni, a parte quando sono arrivato io. E anche quest’anno non siamo mai stati in zona retrocessione".

Il tecnico è poi passato all’analisi tecnica del match che ha visto i suoi conquistare tre punti importantissimi per la lotta-salvezza: "Vittorie come questa ci danno morale e ci aiutano a guardare avanti con ottimismo e fiducia – è il commento del tecnico di Anzio -. Non è stato facile ma credo che le nostre difficoltà siano del tutto motivate: giocare con poca tranquillità per via della classifica è sempre complicato, e l’abbiamo dimostrato. Il primo tempo? Siamo scesi in campo impauriti, poi ci siamo sbloccati e abbiamo fatto la partita. Vincere ci ha comunque aiutato, anche mercoledì scorso contro l’Avellino. Arrivavamo da un periodo non facile, avevamo bisogno di questi tre punti. I gol arrivano dalla difesa? L’importante è farli, alla fine, non importa da chi arrivino. E potevamo farne anche più di tre, ma va bene così. Per noi questo è un gran bel passo in avanti perché quando vinci contro una diretta concorrente i punti valgono anche doppio".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da vic

    Colantuono non mi è mai piaciuto, a causa del suo non gioco, ma considerando i risultati fin ora raggiunti (per la verità, non solo da lui), poteva andar bene alla causa, anche se i precedenti non sono garanzia per il futuro. Ora però se fa l’offeso, per le giuste critiche e inveisce contro chi gli dà da mangiare è giunto il momento che cerchi altri lidi. Vorrei precisare ai sig. per i quali tutto va bene purchè ci si salvi, che il calcio non è solo tifo ma soprattutto spettacolo.

    1. Scritto da alex

      Forse è meglio se vai a vedere la rubentus così ti diverti di più. …si fischia a fine partita se proprio o si cambia a fine stagione con una programmazione non così tanto per cambiare l inter insegna visto il loro cambio

  2. Scritto da uno qualunque

    L’allenatore conferma punti di forza e pecche. Gli va dato atto di non aver mai fallito le partite da “dentro o fuori” come questa (e sono quelle che gli garantiscono le salvezze). Detto questo cosa si aspettava? La ola? La squadra gioca male da parecchio e non certo per dieci minuti a partita, alcuni giocatori sono in evidente difficoltà ma devono giocare titolari a prescindere ecc ecc… I tifosi non vanno ascoltati solo se applaudono o sostengono, ma anche se fischiano o contestano.

  3. Scritto da adrew

    DELIO ROSSI S U B I T O

    1. Scritto da enrico brissoni

      Ma finiamola una buona volta con sto Delio Rossi, che cavolo ha fatto in carriera? Impariamo piuttosto a sostenere la squadra anche quando è in difficoltà. Troppo semplice applaudire quando tutto va bene.

      1. Scritto da adrew

        DELIO ROSSI S U B I T O

        1. Scritto da enrico brissoni

          Va bene, Delio Rossi subito…

  4. Scritto da franco

    mai come questo anno il mister ha a disposizione giocatori di qualità. .. la verità é che non ci ha capito ancora nulla! con Delio rossi avremmo 10 pt in +

  5. Scritto da Rinaldo

    L’allenatore per me non ha colpe, in campo ci vanno i giocatori che devono dare di più (corsa, grinta,voglia di proporsi con i movimenti giusti in campo) non avere paura di giocare.
    Poi finora Colantuono a raccolto punti importanti con le dirette rivali per la retrocessione. Vedi Empoli (tutti si lamentavano domenica scorsa per lo 0-0, chiedete al Genoa in coppa e al Napoli come è andata) 1 punto aTorino, 1 a Sassuolo(vedi Roma) 1 a Empoli, 1 Verona, 3 a Cagliari, 3 con Cesena, 3 con Parma.

  6. Scritto da Andrea

    Colantuono ci metterà del suo ma i giocatori che scendono in campo hanno responsabilità… a me sembra che sia lo spogliatoio a essere una pentola a pressione…

  7. Scritto da luca

    La speranza per coloro che vogliono la cacciata di Colantuono è l’arrivo di un Gregucci bis…lui si che la squadra la faceva giocare!!!

  8. Scritto da Cris

    Rtl lo dava esonerato a meta partita sia che perdeva che vinceva . Un anno lo puo sbagliare ma diamogli fiducia con lui mai retrocessi …. Ma siamo saliti in a al primo tentativo . Forza cola.

  9. Scritto da Zanzara

    Ma di cosa si lamenta Colantuono ? I tifosi applaudono quando una squadra gioca bene e fischiano quando gioca male. Nel primo tempo, in una partita che si doveva vincere, non ha certo brillato per raggiungere tale risultato. Perché hanno cambiato ritmo nel secondo tempo? Se lo chieda, il mister, non lo chieda ai tufosi.

  10. Scritto da emilio

    non mi stancherò mai di dire ciò gioco non se ne vede e chi insegna il bel gioco è l’allenatore in settimana provando schemi CHE SMETTA DI LAMENTARSI E CAMPARE SCUSE

  11. Scritto da El Cid Campeador

    Caro Colantuono, l’Atalanta le salvezze in serie A le ha ottenute anche prima del suo arrivo, talvolta giocando un calcio di qualità nettamente superiore al suo. Ed anche per quanto riguarda le salvezze consecutive se la memoria non mi inganna con i Bortolotti arrivammo a 5, per non parlare degli anni ’50 e ’60!
    Provocazione: e se Percassi la “strigliata” l’avesse fatta nello spogliatoio degli ospiti?

    1. Scritto da uno qualunque

      Esatto! Prima di fare certe sparate, il mister dovrebbe almeno leggere un minimo la storia del club…

    2. Scritto da uno qualunque

      Esatto! Prima di fare certe sparate, il mister dovrebbe almeno leggere un minimo la storia del club…

  12. Scritto da red

    Ma quanti bei intelligentoni allenatori che danno addosso al Cola. Sono i giocatori che vanno in campo e non l’allenatore! Il Cola e’ un grande, ha sempre centrato gli obiettivi , quindi che c…o volete di piu’? L’Atalanta si sostiene sempre, soprattutto in momenti difficili. Troppo facile gioire quando va tutto bene. Se dovete criticare e basta state a casa o non guardate la partita

    1. Scritto da Luigi

      Che ragionamenti da pecorone… Se la squadra gioca male e’ lecito criticarla, critica non vuol dire mandare tutti a quel paese. Siamo alla 13′ giornata, la squadra e’ stata presentata come da Europa e stiamo annaspando per stare in A. Il problema non e’ dove siamo in classifca ma come ci siamo arrivati… giocando MALE. Puoi usare tutti gli slogan da ultras che vuoi ma questa squadra non ha gioco e Colantuono ha responsabilita’ in questo.

  13. Scritto da marco

    Quoto in toto il sig Matteo. Se luc64 è così bravo a fare l’allenatore si pigli il patentino i faccia vedere quanto vale. Il sig Luigi dice una cosa sacrosanta, ma è altrettanto sacrosanto che il mister difenda il proprio lavoro. Ed ha ragione da vendere sul tifo: facile salire sul carro dei vincitori, l’aiuto lo si deve dare quanto c’è da spalare m..rda. Per il resto contano i numeri, i fatti: che nella storia dell’Atalanta danno ragione al Cola..

    1. Scritto da Luc64

      Vero, non ho usato mezzi termini.
      Non sono assolutamente in grado di allenare ma so esattamente quando mi diverto guardando una partita.
      E questo succede raramente con l’Atalanta.
      Do atto a Colantuono di aver sempre raggiunto gli obiettivi ma nemmeno l’anno della B, con una squadra che non aveva nemmeno bisogno dell’allenatore, si é visto calcio.
      E allora i fischi fan parte del (non) gioco.

  14. Scritto da corra 67

    Questo anno ci salviamo di sicuro con lui ma é chiaro che a bg ha fatto il suo tempo a parer mio oggi gli é andata bene giocavamo col Cesena(squadraccia) che insieme al parma retrocederá al 90 % E A NOI QUESTO NON PUÒ ALTRO CHEFAR PIACERE

  15. Scritto da Angelo

    Si è notato che Colantuono era nervoso e lo capisco,queste sono partite difficili che ci vuole poco a perderle, non capisco i fischi dei tifosi che dovrebbero incitare la squadra propio quando è in difficoltà.ci è’ andata bene perché sul 2 a o non avrei speso una lira x la vittoria. Urgono rinforzi in attacco e l’allenatore lasciamolo lavorare in pace.

  16. Scritto da Matteo

    Continuo a non capire tutte queste critiche a Colantuono. È praticamente il mister di tutti i record. All’ Atalanta ha centrato ogni obiettivo in pieno. Ma c’è un ampio zoccolo duro che gli dà sempre contro. E ormai penso che non ne possa più. E a fine stagione qualunque sia il risultato se ne andrà. Per carità .. Non sarà il più bravo del mondo.. Ma per noi è stato tanta roba … Anche Lippi non sembrava chissà che….

    1. Scritto da digeo

      E considerando anche onestamente che i pareggi di Empoli è Sassuolo a Napoli e Roma rivalutano i brutti pareggi da noi ottenuti a casa loro. Per carità, ci si aspettava di più ma la squadra ha forse ottenuto punti giocando male e non ne ha guadagnati quando li avrebbe meritati (Fiorentina e Roma)

    2. Scritto da digeo

      È’ in effetti incomprensibile dopo 7 stagioni sempre con risultati conseguiti e con due salvezze anche con penalizzazione. Ma qui siamo riusciti a bruciare Conte in 3 mesi. Mi piacerebbe proprio vedere il famoso gioco di del neri con l’organico attuale. E gli attuali giocatori del cesena che lui non faceva giocare a bergamo e che hanno anche polemizzato: oggi abbiamo visto quanto sono scarsi e capito perché qui erano fuori

      1. Scritto da uno qualunque

        Gioco pessimo, dichiarazioni imbarazzanti e la partenza verso palermo dopo aver pianto per avere aumento e rinnovo sono ottime ragioni. Del Neri ha allenato, seppur con scarsi risultati, Roma, Porto e Juventus. Ha giocato in Champions League, l’ha raggiunta con Chievo e Sampdoria. Ha fatto saltare una stagione di primavera ed aggregato in prima squadra Zaza e Bonaventura, ha lanciato giocatori come Padoin,Valdes,Floccari…Lasci perdere paragoni impossibili..

        1. Scritto da digeo

          E comunque i del neri e delio Rossi sempre rimpianti sono a casa da un po’. Ci sarà anche un motivo.

          1. Scritto da uno qualunque

            Se Colantuono non è mai arrivato in champions, non ha mai vinto una coppa italia e non è mai stato chiamato ad allenare squadre di un certo calibro ci sarà un motivo anche per quello.

        2. Scritto da digeo

          Bonaventura Del Neri l’ha mandato al Pergocrema. Qui stiamo contestando uno che ieri ha raggiunto 100 vittorie in campionato sulla panchina dell’atalanta. Sono numeri che si commentano da soli, e non possono essere casuali. Del Neri ha fatto benissimo qui con organici molto forti, le secche delle penalizzazioni non le ha passate.

          1. Scritto da uno qualunque

            Bonaventura ha esordito e poi è stato mandato a gennaio a Crema. E anche l’anno successivo è stato aggregato alla prima squadra anche se era primavera. Non mi pare comunque che Colantuono abbia avuto organici scarsi, anzi… Denis, Moralez, Stendardo, Cigarini sono stati acquisti di un certo peso. E il gioco è sempre stato uguale a prescindere dai nomi e dai moduli.

          2. Scritto da digeo

            Non è vero. Il girone di andata del primo anno di A (con masiello schelotto e il primo denis) si è giocato gran bene: al ritorno pure ottime partite (asfaltata la Roma in casa). L’anno scorso le sei vittorie di fila non sono arrivate solo per episodi. E comunque ripeto 100 vittorie in campionato non le fai giocando solo male. Occorre anche un po’ di obiettività

          3. Scritto da uno qualunque

            I risultati sono innegabili e gli va dato gran merito di averli ottenuti. Nessuno li contesta. Se parliamo di bel gioco però, si trattava di una squadra “indemoniata e furente” più che bella. Intensa e aggressiva (e di questo gli va dato GRAN merito!) ma non certo bella. Una squadra con un impianto di gioco non dura un girone o una partita. Inoltre nelle 100 vittorie si contano due campionati in serie B con due corazzate e uno dei due (ahi noi..) inficiato da uno scandalo.. Obiettività..

          4. Scritto da digeo

            E’ poi vero che la sua partenza per Palermo nel 2007 è stata una cosa mal fatta per tempi e modi, ma ricordiamoci anche, sempre in modo obiettivo, che nel 2010 si è legato con un triennale ad una società penalizzata e con alle porte un campionato in cui tutti ci davano per spacciati…..poteva anche andarsene e con una promozione appena ottenuta una panchina l’avrebbe trovata.

          5. Scritto da digeo

            In serie B,nell’ultima promozione,si è giocato male. Innegabile.Credo peraltro saremmo stati promossi anche senza comprare le partite. In A nei successivi 3 campionati abbiamo fatto a tratti anche del buon calcio,sopratutto contro le grandi (due anni fa vinto due volte a milano,battuto il Napoli in casa e in trasferta);certo con la classifica grassa si gioca anche meglio.Ma con la classifica traballante devi fare i punti e quindi ci sta anche di giocare per lo 0-0 lo scontro diretto fuori casa

          6. Scritto da uno qualunque

            Ecco il punto.Le partite migliori sono state sempre quelle in cui giocava con le grandi.Aggressivi, chiusi e veloci ripartenze collettive (a differenza degli ultimi 0-0 dove si è rinunciato anche al contropiede).Ottime prestazioni,grandi risultati!Quando si è trattato di costruire gioco e trovare alternative contro squadre più scarse,sono emersi i limiti di costruzione del gioco e di identità.Ecco perchè in B si giocava male pur essendo nettamente i più forti:dovevamo fare la partita!

          7. Scritto da digeo

            Non è così vero.In casa con la fiorentina abbiamo dominato imponendo gioco e perso senza merito.abbiamo fatto 0-0 ad empoli e sassuolo,contro squadre che oggi non sono più scarse di noi.Lo dimostrano classifica e risultati. Il Sassuolo ha un attacco che noi ci possiamo solo sognare; eppure sembra scontato che a sassuolo si dovesse vincere.forse stiamo perdendo la dimensione reale delle cose; i pareggi in trasferta negli scontri diretti per me sono risultati ottimi,anche se ottenuti soffrendo

          8. Scritto da uno qualunque

            L’anno scorso,Cagliari e Parma erano corazzate inaffondabili.Quest’anno l’Empoli! Possibile che pur di difendere l’indifendibile si debbano rendere giganti tutti gli altri e mai ammettere i nostri problemi?La realtà è che oggettivamente il gioco fa SCHIFO ma grazie a una buona difesa e la concentrazione nelle partite giuste ci si salva.Se a questo sommiamo l’arroganza dimostrata a più riprese nel dopo partita,lo ringrazio per i grandi risultati ma mi auguro che se ne vada a fine stagione!

          9. Scritto da uno qualunque

            L’empoli ha una difesa di ragazzini (il più vecchio ’91), a metà titolari Valdifiofi (un ’86, esordiente in A,cresciuto ad Empoli, prima a Legnano e Pavia) e Croce (esordiente in A a 32 anni dopo una vita in serie B e C).In attacco Maccarone e Tavano (ambiti da mezza europa) supportati da Verdi (classe 92). La differenza con noi? GIOCANO A CALCIO! Il sassuolo è sicuramente ben attrezzato,magari prende 7 gol, ma GIOCA A CALCIO e i risultati poi si vedono! Noi là 11 dietro la palla, sempre!

          10. Scritto da digeo

            Ma noi con questo denis è bianchi siamo molto peggio dell’Empoli in attacco. Non a caso la società cerca una punta. Io dicevo semplicemente che se Empoli e Sassuolo pareggiano a Napoli e Roma i nostri punti a casa loro non si possono schifare come è stato fatto a bergamo. A Sassuolo ha pareggiato la Juve, a Empoli ha pareggiato il Milan è perso la Lazio. Ma i conti si faranno alla fine, come sempre

          11. Scritto da uno qualunque

            L’attacco dell’empoli è migliore di quello atalantino perchè loro GIOCANO! Noi no, semplice. Bianchi vale due volte il Denis attuale. Nessuno schifa i 2 pareggi, quello che fa ribrezzo è una squadra che per 90min ha rinunciato a qualsiasi tipo di gioco offensivo! Non si tentava nemmeno il contropiede… Nemmeno un accenno di trama offensiva. È stato imbarazzante il modo, non il risultato!

  17. Scritto da Luc64

    Ci credo che era nervoso: neanche con il Cesena ci ha capito qualcosa!
    Zappacosta davanti a Benalouane?
    Ma chi c’era su quella fascia Bale? Ah vero, non giocavamo contro il Real Madrid.
    Lascia perdere che ti é andata bene che altrimenti era la volta che ci liberavamo di questo allenatore mediocre (finalmente)

  18. Scritto da Luigi

    Il pubblico se vuole fischiarti, ti fischia. Caro Colantuono la tua Atalanta (aime’) non ha gioco e si merita i fischi.