BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Riecco il collegamento Orio al Serio-Bergamo “Si può prima di Expo”

Il viceministro alle Infrastrutture Nencini torna sulla proposta di collegamento Orio al Serio-Bergamo già fatta nell'aprile scorso: "E' possibile, i costi non sono per niente proibitivi". Il segretario provinciale del Psi De Lucia: "Sarebbe sbagliato non provarci".

Il collegamento Bergamo-Orio al Serio è più che possibile, parola di Riccardo Nencini. Il viceministro alle Infrastrutture e segretario nazionale del Psi venerdì 5 dicembre è tornato sul progetto da lui stesso lanciato lo scorso aprile, quando arrivò a Bergamo per sostenere il Psi Bergamo e il candidato sindaco Giorgio Gori nella corsa a Palazzo Frizzoni. L’idea di Nencini, sostenuta anche dal Psi Bergamo, è semplice e poco costosa: una corsia preferenziale riservata alle sole navette che collegherà lo scalo di Orio al Serio al centro cittadino in vista dell’Expo del prossimo anno. Per attuarla, potrebbero servire anche meno di 15 milioni di euro.

“Mobilità in tema di Expo” è stato il titolo pensato per il convegno organizzato venerdì 5 dicembre all’Hotel Michelangelo di Milano dal Psi regionale, durante il quale si è parlato anche del collegamento Bergamo-Orio al Serio che sotto le mura Venete tiene banco da più di sette anni senza che nulla si sia ancora mosso. Eppure un progetto reale e funzionale ci sarebbe: “Quel che si potrebbe fare – ha spiegato Nencini – è avviare gli espropri delle aree interessate dal futuro tracciato della linea per realizzare un percorso in asfalto di 6,5 chilometri riservato alle sole navette che collegheranno lo scalo alla città. Non si parlerebbe più delle cifre astronomiche presentate assieme alle altre proposte in questi ultimi anni, ma al massimo di 10-15 milioni di euro”.

Al convegno di Milano, oltre al segretario regionale del Psi Santo Consonni, era presente anche il segretario provinciale del Psi Bergamo Francesco De Lucia: “Visti i ritardi – ha commentato il segretario socialista – rispettare i termini di Expo è molto difficile. E’ certamente sbagliato non provarci, com’è certamente sbagliato illudersi di poter realizzare nel breve un collegamento ferroviario quando, proprio in questi giorni, è in arrivo un ulteriore taglio milionario al trasporto pubblico da parte della Regione Lombardia".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da gigi

    Questi non sanno neppure dov’è l’aeroporto.Esiste già una corsia preferenziale (la ZTL su via Orio, che però non rispetta nessuno, )il sig. Nencini lo dica al suo amico Gori) e si arriva alla stazione in poco più di 15 minuti. La navetta no stop viaggia semivuota anche se costa al Comune 180 mila euro l’anno, perchè chi arriva all’aeroporto va a Milano e ci va col pullman in meno tempo e a prezzi ridotti. Usino i soldi per il collegamento ferroviario con l’ospedale invece.

  2. Scritto da angilberto

    Corsia preferenziale, ferrovia, funivia… non si farà nulla e l’aeroporto piano piano si trasferirà a Montichiari. Bergamo verrà sempre più tagliata fuori grazie ai nostri politici veramente capaci,e ai bergamaschi stessi svegli, in gamba e determinati…..
    .

    1. Scritto da usiamo il cervello

      buttare quattrini per un aeroporto in mezzo alla città è un’assurdità. Berlino aveva due aeroporti in città e li ha chiusi per farne uno nuovo a 40 km con i giusti collegamenti. Altro che “tagliata fuori”, basterebbe un po’ di buon senso per capire che Orio è ambientalmente incompatibile….

  3. Scritto da Gianantonio Arnoldi

    Ci voleva il segretario di un Psi per fare una corsia preferenziale a 15 milioni di € ?
    Ridiamo per non piangere! Le proposte non costose non si prendono in considerazione forse perché non c’è un appalto da gestire?

    1. Scritto da Rino Tiani

      Credo purtroppo sia proprio così. Le cose concrete e poco costose pare non interessino ai grandi brasseurs d’affaires. Ma noi socialisti, nonostante si dica tanto male di noi, siamo gli eredi di quei galantuomini di fronte ai quali, a Torino, pur non condividendone le idee, ci si toglieva il cappello riconoscendone l’onestà.

  4. Scritto da JJ

    ma a cosa serve? c’è già l’ autobus dall’ aeroporto al centro e ci mette poco di più, quello che serve è un collegamento ferroviario tra l’ aeroporto e milano transitando per la stazione di bergamo, è costoso, molto più che 15 milioni, ma sarebbe molto più strategico per l’ aeroporto

  5. Scritto da Tuditanus

    15 milioni per la segnaletica di una corsia preferenziale?

    1. Scritto da Lorenzo

      Commento inutile e fazioso, si informi prima di fare certe piazzate. La gente come lei ammazza il dibattito.

    2. Scritto da andrea

      lo ha letto l’articolo? si realizzerà una strada/corsia nuova, utilizzabile solo dalle navette

      1. Scritto da Tuditanus

        15 milioni per ridurre il consumo di suolo?

        1. Scritto da andrea

          non ha risposto alla mia domanda

        2. Scritto da Narno Pinotti

          Intanto è appurato che o non aveva letto o non aveva capito. Serve a dare il giusto peso anche ai suoi successivi commenti.

          1. Scritto da Tuditanus

            15milioni per sostituire la linea 1?