BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Variante di Zogno, ecco i soldi della Regione ma spalmati in 4 anni

La Regione Lombardia mette nero su bianco i 16 milioni per concludere il cantiere della variante di Zogno, la strada che garantirà un accesso più veloce alla Valbrembana. Dopo aver definito tutti i passaggi tecnici la Giunta regionale discuterà e approverà il documento durante la riunione di venerdì 5 dicembre. L'erogazione dei 16 milioni (sui quasi 24 di extracosti totali), come anticipato nei giorni scorsi, è subordinata al rispetto di alcuni requisiti fondamentali.

La Regione Lombardia mette nero su bianco i 16 milioni per concludere il cantiere della variante di Zogno, la strada che garantirà un accesso più veloce alla Valbrembana. Dopo aver definito tutti i passaggi tecnici la Giunta regionale discuterà e approverà il documento durante la riunione di venerdì 5 dicembre. L’erogazione dei 16 milioni (sui quasi 24 di extracosti totali), come anticipato nei giorni scorsi, è subordinata al rispetto di alcuni requisiti fondamentali. Il più vincolante è l’impegno ufficiale della Provincia di Bergamo a mettere a bilancio i 7,8 milioni promessi prima dall’ex presidente Ettore Pirovano e poi dal suo successore Matteo Rossi. Il Consiglio di via Tasso ha approvato la vendita delle azioni di Brebemi (Autostrade Lombarde) per ottenere i fondi necessari. Al Pirellone però non bastano più le promesse.

Prima di mettere sul piatto i 16 milioni serve la certezza che la Provincia abbia i soldi “cash”. I tecnici regionali, consapevoli del destino che attende gli enti intermedi, vogliono fin da subito conferme. Il rischio “buco” è dietro l’angolo: con il dissesto più volte paventato da Rossi, Regione sarebbe chiamata a mettere anche i 7,8 milioni “provinciali”. Ecco perché, come si può leggere nella delibera “l’erogazione delle risorse a copertura dei maggiori costi dell’intervento “ex S.S. n. 470 "della Val Brembana" – Variante di Zogno” è subordinata all’attestazione da parte della Provincia della disponibilità a bilancio della propria quota di cofinanziamento e all’acquisizione di parere favorevole dell’Unità Tecnica”. Per tutelare ancor di più le casse regionali i fondi saranno spalmati su quattro anni: 5 milioni nel 2015, altri 5 nel 2016, ancora 5 nel 2017 e l’ultimo milione dei 16 totali per le rifiniture finali, nel 2017.

O la Provincia riesce a vendere subito le azioni, oppure si dovrà aspettare ancora. Una vicenda, quella della variante di Zogno, che rischia di trascinarsi ancora per anni. Di chi sono le responsabilità? Anche questo capitolo, non certo secondario, è tutto da scrivere.

STORIA DELLA VARIANTE DI ZOGNO (clicca sulla timeline per visualizzare date e video)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da speranze perdute

    appalto al ribasso, e poi ritocchino finale. Se non è una presa per i fondelli, un errore di calcolo, una incapacità a governare, una superficialità degli amministratori… allora, che cosa è? E quali sono gli amministratori coinvolti’ Perchè il destino della variante, già “inaugurata” da Maroni, è segnato: la vedrema tra molti anni

  2. Scritto da angilberto

    L’errore è sempre il gioco al ribasso che alla fine si traduce in fallinenti, errori clamorosi con conseguenti tempi biblici e bassa qualità delle opere.

  3. Scritto da Adriano Z

    Se ho capito bene:
    Costo previsto 70 mil
    Appalto aggiudicato con ribasso del 35,5% a 44 mil
    Extralcosti per 24 mil
    Siamo tornati ai 70 iniziali (44+24=68mil))
    Forse c’è stato un errore in fase di appalto?