BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Martina incontra Rossi: “Vigilerò per salvare i servizi fondamentali”

“Starò con le orecchie tese per salvaguardare i servizi e i bisogni fondamentali di un territorio importante come quello della Provincia di Bergamo”. Dalla bocca del ministero alle Politiche agricole, il bergamasco Maurizio Martina, arrivano parole di speranza per il futuro della Provincia. Accolto in via Tasso dall'amico di mille feste dell'Unità, il presidente Matteo Rossi, Martina spiega il ruolo della Bergamasca nel quadro della riforma Delrio.

“Starò con le orecchie tese per salvaguardare i servizi e i bisogni fondamentali di un territorio importante come quello della Provincia di Bergamo”. Dalla bocca del ministero alle Politiche agricole, il bergamasco Maurizio Martina, arrivano parole di speranza per il futuro della Provincia. Accolto in via Tasso dall’amico di mille feste dell’Unità, il presidente Matteo Rossi, Martina spiega il ruolo della Bergamasca nel quadro della riforma Delrio. “Matteo sta facendo un lavoro enorme per riconfigurare le funzioni di questo ente, in un periodo di difficoltà oggettiva. La sfida è aperta e la legge Delrio va interpretata soprattutto in territori vasti come i nostri. So bene che il governo è chiamato a completare più precisamente il senso di questa riorganizzazione. Io mi impegno a vigilare per salvaguardare i bisogni fondamentali di un territorio come questo, garantire servizi e rilanciarli”.

Tra pochi mesi inizia Expo, una palestra per testare la capacità della Bergamasca di fare rete per il turismo. “La provincia di Bergamo sarà protagonista. Però bisogna avere la consapevolezza che Expo non può risolvere tutto. La logica non può essere quella di Italia 90, qui non si organizza un mondiale di calcio. Prima bisogna capire che progetti ci sono in campo e poi vedremo che se e come sono finanziabili. Bergamo sta già facendo un ottimo lavoro”.

Il presidente della Provincia ha presentato al ministro un progetto dedicalo alla valorizzazione delle Orobie, studiato in collaborazione con il Cai. “Dobbiamo creare una cordata per mettere al centro le nostre montagne. Ho espresso a lui anche tutta la mia preoccupazione sulla situazione della Provincia. Oltre alle proteste dobbiamo sforzarci di portare la discussione politica sulle ricadute di questi tagli sui servizi da garantire ai cittadini”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Corrado

    Martina vigilerà… certo. Grazie Martina.

  2. Scritto da tempesta

    Comincia a vigilare e sistemare la ex statale 42, tratto Stezzano-Verdello. Il manto stradale è un colabrodo. Chiedi al tuo predecessore perchè non ha fato la dovuta manutenzione.Roba da terzo mondo.

  3. Scritto da gio

    ma che servizi ???? fate pena ogni anno spendete 820 miliardi di tasse dei cittadini per lascile un aampia fetta di loro nella stradaa province regioni in tanti altri paesi non esistono e nessuno ne sente la mancanza
    quando i politici ci spiegheranno dove finisscono i 820 miliardi di spessa annua ???? basta vederre il comune di roma ahhhh adesso capisco

  4. Scritto da Coniatore

    Sono tutti e due del partito di Renzi, uno ak governo e uno presidente della provincia, parlano come se questa norma demagogica dell’abolizione delle province l’avesse faftta chissà chi, ma ci prendete per i fondelli? L’avete fatta voi e adesso ve ne lamentate, per pura demagogia avete fatta ciò e ubbidite come cagnolini il capo anche se fa cazzate, vi rendete conto che porterà solo danni ai cittadini ma meglio conservare il posto che fare una battaglia vero?!

  5. Scritto da Tuditanus

    Nessuno dei due risulta essere stato eletto a suffragio universale.

  6. Scritto da Marino

    Possiamo star tranquilli, siamo in una botte di ferro se lui vigilerà…

  7. Scritto da nino cortesi

    E per dare euro 1.400.000 alla Chiesa invece di darli al Comune di Sotto il Monte.
    Il M5* li avrebbe dati al Comune, come dovevasi.