BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Apre il 19 dicembre il nuovo centro termale di San Pellegrino – Video

Antonio Percassi, Presidente di Stilo Immobiliare Finanziaria, holding delle attività immobiliari di Percassi, ha annunciato l’apertura del Centro Termale di San Pellegrino Terme: fruibile dunque per le festività con: 9 piscine e vasche interne ed esterne, saune e bio-saune, bagni turchi, stanze del sale e del ghiaccio, oltre ad una ampia area massaggi.

Dopo la riapertura del Casinò Municipale e dell’annesso teatro, avvenuta nel gennaio 2014, Antonio Percassi, Presidente di Stilo Immobiliare Finanziaria, holding delle attività immobiliari di Percassi, ha annunciato che l’apertura del Nuovo Centro Termale di San Pellegrino Terme avrà luogo il 19 dicembre.

Il complesso, che offre spazi termali sviluppati su circa 6.000 metri quadrati ed aree esterne che comprendono il Parco storico della Fonte di San Pellegrino per ulteriori 3.200 metri quadrati, oltre a spazi tecnici per altri 900, sarà quindi aperto al pubblico in tempo per le festività, ritornando così ad essere uno dei vanti della Valle Brembana dopo anni di decadenza.

Stilo Immobiliare Finanziaria ha affidato la gestione delle Nuove Terme a QC Terme, leader in Italia nel settore turistico-termale, che gestisce attualmente gli impianti termali di Bormio, Pré Saint Didier, Milano, Torino e Roma e con progetti di nuove aperture all’estero (New York e Chamonix).

Il progetto delle Nuove Terme è stato sviluppato dall’architetto Mauro Piantelli dello Studio DE8 Architetti, in collaborazione, per quanto concerne il programma termale, con i professionisti di Quadratec S.r.l, società di ingegneria e servizi di QC Terme, e l’architetto Marco Ferreri.

L’esecuzione del progetto ha richiesto il restauro degli affreschi, colonnati e soffitti di inizio Novecento dell’edificio storico ex Hotel Terme e la realizzazione di un nuovo edificio costruito sul sedime dell’ex Hotel Milano che accoglie in particolare le piscine con acqua termale.

Considerato il valore storico e architettonico dell’area, il progetto del Nuovo Centro Termale ha richiesto l’approvazione della Sovrintendenza ai Beni architettonici, ed è stato costantemente supervisionato dalla stessa Sovrintendenza nel corso dell’intera fase di realizzazione.

Il Centro offrirà un percorso benessere con oltre 40 pratiche termali, sia tradizionali che innovative, con la possibilità di usufruire di 9 piscine e vasche interne ed esterne, saune e bio-saune, bagni turchi, stanze del sale e del ghiaccio, oltre ad una ampia area massaggi.

Le Nuove Terme rappresentano il completamento della prima Fase prevista nell’ambito di un più ampio progetto di riqualificazione e riconversione urbana sancito nell’Accordo di Programma del 2007, rinnovato nel 2012, sottoscritto tra Regione Lombardia, Provincia di Bergamo, Comune di San Pellegrino Terme e Stilo Immobiliare Finanziaria.

Oltre al nuovo Centro Termale, tra le realizzazioni previste in questa prima fase, e completate all’inizio del 2014, sono comprese il restauro conservativo e la riconversione del Casinò Municipale di San Pellegrino Terme. Si tratta di uno dei più importanti esempi di stile Liberty in Italia, ora prestigiosa sede di eventi, congressi e meeting grazie anche alla ristrutturazione e ampliamento del Teatro annesso al Kursaal-Casinò, un progetto dell’architetto Tobia Scarpa e di DE8 Architetti.

Sono stati realizzati anche importanti interventi di adeguamento delle infrastrutture urbanistiche del comprensorio.

“Siamo estremamente soddisfatti e orgogliosi di essere riusciti a portare a termine l’apertura del Centro Termale di San Pellegrino Terme, per il quale abbiamo lavorato molto”, ha affermato Antonio Percassi, Presidente di Stilo Immobiliare Finanziaria.

“Questo risultato è stato ottenuto grazie anche alla concreta collaborazione che Regione Lombardia, Provincia di Bergamo e Comune di San Pellegrino a tutti i livelli hanno sempre offerto. Siamo certi che questa importante operazione farà da volano al rilancio della località di San Pellegrino Terme e della Valle Brembana, a cui vogliamo contribuire ancora con ulteriori iniziative, che porteranno a delle positive ricadute anche dal punto di vista occupazionale per l’area”.

La prossima fase del progetto di rilancio della località turistica di San Pellegrino Terme prevede infatti la realizzazione, a fianco del Centro Termale, di un complesso residenziale e commerciale.

Dopo i fasti dell’epoca Liberty, quando famiglie di reali e diplomatici di tutto il mondo frequentavano questa località per beneficiare delle sue acque e cure termali, l’obiettivo del progetto è quello di rilanciare San Pellegrino Terme e la Valle Brembana come meta turistica, sia a livello nazionale che internazionale, offrendo a tutti la possibilità di vivere, anche nell’arco di una sola giornata, un’esperienza unica a livello enogastronomico, di shopping e benessere termale.

 

Guarda il video (da Youtube, Comune di San Pellegrino Terme)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da angela

    mi sembra molto bello. vorrei che mi faceste vedere le stanze x massaggi

  2. Scritto da MAURIZIO

    Le terme più famose (e più belle) d’Europa, Caracalla a Baden Baden, Germania, : 15 euro a persona per due ore, 18 euro per tre ore, 21 euro per quattro ore.

  3. Scritto da Rossella

    Per chi fosse”scandalizzato” rinvio a questo link:http://www.carabinieri.it/editoria/il-carabiniere/anno-2004/febbraio/societ%C3%A0/sauna-terapia-naturale

  4. Scritto da Rossella

    Sicuramente all’insegna del business,non certo del benessere: oltre ai costi basti pensare a saune e bagni turchi con obbligo del costume. Un enorme bacino di utenza che continuera’ ad emigrare verso i ben piu’ seri centri trentini se non d’oltralpe. Un vero peccato.

  5. Scritto da belloma

    bellissimo sicuramente… ma una famiglia con 2 bimbi per passare una “domenica” alle terme deve spendere quasi 200 eur solo di biglietti di entrata…. senza considerare cibo e bevande. Direi certamente non alla portata di tutti… altro che turismo di massa auspicato da tutti…

  6. Scritto da laura

    Veramente bellissimo