BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Trony chiude a Orio Cisl: “Annuncio brutale Diano incentivi a esodo”

La Fisascat Cisl torna dall'incontro romano coi vertici di Trony con la certezza della chiusura del punto vendita di Orio al Serio e con la speranza di ottenere maggiori garanzie per i lavoratori in organico.

Non arriva nessuna novità positiva dall’incontro tra la Fisascat Cisl e i vertici di Dps Group, proprietario del marchio Trony: nei giorni scorsi a Roma sul tavolo della discussione c’era la delicata questione del piano di riorganizzazione aziendale che, tra le altre cose, prevede la chiusura di alcuni punti vendita in Lombardia, tra i quali figura anche quello all’intero della galleria di Oriocenter.

Una scelta che l’amministratore delegato di Dps Group Yves Di Benedetto, a Bergamonews, aveva motivato con i costi di gestione elevati che, per l’affitto dei 1.200 metri quadri di superficie, “superano del 10% il fatturato del punto vendita”.

L’azienda ci ha purtroppo confermato la chiusura – annuncia Terry Vavassori della Fisascat Cisl di Bergamo – Una decisione inconcepibile visto che solo un anno e mezzo fa Trony aveva acquistato il marchio Darty: una mossa che aveva alimentato speranze e opportunità lavorative per i dipendenti che ora sono seccati e preoccupati da questa situazione”.

Alla ventina di dipendenti ancora in organico nel punto vendita di Orio al Serio la comunicazione della possibile chiusura è arrivata il 29 ottobre scorso: “Annunciata brutalmente – aggiunge Vavassori – prima ancora che i sindacati ne fossero a conoscenza: a fine dicembre verrà chiuso il contratto di solidarietà e l’unica proposta dell’azienda è quella di un anno di cassa integrazione. E nient’altro: nessuna ricollocazione e nessun incentivo alla mobilità. In pratica i lavoratori se ne possono andare ma a costo zero”.

Il 15 dicembre è in programma un nuovo incontro a Roma ma difficilmente si potrà ottenere qualcosa di più: “Ribadiremo ancora una volta la nostra richiesta di rivedere il piano e di inserire almeno un qualche incentivo all’esodo dei lavoratori: su Orio al Serio la decisione è stata presa, cerchiamo di salvare il salvabile e di ottenere maggiori garanzie per la tutela dei dipendenti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da fgffd

    CISL si salvi chi può…….

  2. Scritto da roberta

    La CISL dia il buon esempio.
    Prenda parte dei lauti stipendi elargiti a Bonanni e li dia ai lavoratori licenziati. In fondo sono soldi dei lavoratori.

    1. Scritto da livia

      la Cisl ma vi fidate ancora di ste tipi ah ah ah ah ah è tuta una farsa ah ah ah ah…. illusi

  3. Scritto da il polemico

    la riforma fornero di ridurre gli ammortizzatori sociali,e la revisione dell’articolo 18 voluta da renzi per aumentare i posti di lavoro sta dando i primi frutti…..licenziamenti con poco o nulla in cambio per il lavoratore,ma tutto perfettamente legale….ennesima dimostrazione di cosa capisce di lavoro ,mai lavorato,chi sta governando,peraltro appoggiato e difeso in tutto e per tutto da una grande fetta elettorale,elettori che forse si considerano immuni a queste situazioni,

    1. Scritto da Luciano Avogadri

      Non so se e quanto c’entri la riforma Fornero, però aspetti che quella Renzi venga almeno votata, altrimenti dà l’impressione di essere prevenuto a priori.

      1. Scritto da il polemico

        come scritto prima,la legge licenziamento facile è stata approvata,con la compiacenza dell’illustre dirigente del pd epifani,noto ex sindacalista che per anni si è battuto contro il governo berlusca ,ora se ne sta zitto a prendersi il suo bello stipendio e ad assecondare tutto e in tutto renzi.e poi ci troviamo i farlocchi votanti pd che fino all’ultimo negano l’evidenza…eccoci serviti,il sig avogdri ,gli altri e pure io,perchè siamo tutti sulla stessa barca…..che sta affondando

      2. Scritto da il polemico

        aspettare che venga approvata?volete dire che la riforma di renzi,che ad ogni conferenza da per scontato che sia approvata,all’ultimo minuto venga bocciata?la mia ditta,grazie alla riforma fornero,ha gia licenziato 2 lavoratori l’anno scorso………io mi baso su fatti concreti,le pagliacciate le lascio ai pd fans,tipo voi 2….

      3. Scritto da Il puffo

        Ma che povero illuso sto Avogradi. Crede ancora alle favole del puffo di Firenze.

      4. Scritto da paolot

        Bravissimo, signor Avogadri! Con la sua arguzia ha messo una pietra tombale sopra quel polemista di professione.

        1. Scritto da Peones

          Quì l’umica pietra tombale a breve si metterà sul governo di Renzie. Dura qualche giorno di troppo perchè i nostri amati peones al parlamento perdono la prebenda.
          Vero Avogadri? Vero Paolot?