BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il presidente sciopera contro il “suo” governo Rossi in corteo a Milano

Il presidente della Provincia Matteo Rossi sfilerà in corteo a Milano a fianco dei dipendenti provinciali durante lo sciopero generale del prossimo 12 dicembre. Lo ha annunciato durante la trasmissione “Uno contro tutti”, andata in onda martedì sera su BergamoTv. Tra dieci giorni saranno in piazza i lavoratori della sanità, della scuola, i dipendenti pubblici, quelli dell'università e della ricerca.

Più informazioni su

Il presidente della Provincia Matteo Rossi sfilerà in corteo a Milano a fianco dei dipendenti provinciali durante lo sciopero generale del prossimo 12 dicembre. Lo ha annunciato durante la trasmissione “Uno contro tutti”, andata in onda martedì sera su BergamoTv. Tra dieci giorni saranno in piazza i lavoratori della sanità, della scuola, i dipendenti pubblici, quelli dell’università e della ricerca. I sindacati hanno annunciato la mobilitazione per il mancato rinnovo dei contratti di lavoro, il blocco delle retribuzioni e dell’anzianità. Rossi ha già chiesto alla Cgil di riservargli un posto sul pullman diretto alla manifestazione generale lombarda. “Il sindacato bergamasco è quello che in questi anni ha espresso la meglio cultura del lavoro – ha spiegato durante la trasmissione -. Chi attacca i sindacati indebolisce i lavoratori, ne sono convinto. Sono andato al presidio della Cisl sotto la prefettura. Parteciperò come cittadino e come lavoratore allo sciopero del 12 insieme ai lavoratori. Chi ha tenuto insieme i territori sono stati i sindacati, gli imprenditori, i corpi sociali intermedi, i comuni, i sindaci: smantellare questo tessuto è mettere in discussione la tenuta stessa dei nostri territori,. Difendo tutti i protagonisti di questa stagione, senza difendere le imperfezioni”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Lega Bergamo, legame forte

    Pota brao Rossi…ta set un brao fiò..uhm..uhm…

  2. Scritto da angelo

    Mi pare che a far demagogia siano i commentatori di questo articolo. Rossi ha preso posizione, no? Rossi si è candidato come la legge prevedeva e imponeva. Mi sembra elementare, no? E che la legge fosse un “bidone” lo ha detto lui e tanti altri del PD; lo ha detto prima e lo dice ora.

  3. Scritto da angelo

    Mi pare che a far demagogia siano i commentatori di questo articolo. Rossi ha preso posizione, no? Rossi si è candidato come la legge prevedeva e imponeva. Mi sembra elementare, no? E che la legge fosse un “bidone” lo ha detto lui e tanti altri del PD; lo ha detto prima e lo dice ora.

  4. Scritto da E' un mondo bellissimo

    Insisto con la domanda che le ho posto 15 gg fa. Le province sono diventate enti di secondo livello in attesa di una razionalizzazione e di una chiusura. Tra accorpamenti di comuni piccoli (a BG un record di mostruosità) e Città metropolitane si chiude. E lo sapeva quando si è candidato. Le razionalizzazioni, come sa ogni sindacalista (del privato) in Italia portano esuberi. Che credeva il Rossi che i risparmi delle province fossero solo I mancati gettoni dei consiglieri? Rossi: sia serio

  5. Scritto da gio

    come si puo difendere un ente che ha una sede piu lussuosa di un hilton, nella maggioranza dei paesi chiamati avanzati le province non esistono in altre neanche le regioni
    insomma lo stato italiano spende 820 miliardi all anno ed e uno dei pochi paesi occidentali ad non avere un reddito di cittadinnanza evidentemente i politici preferiscono mantener l hilton di via tasso

  6. Scritto da lavoratore Lucchini

    Basta, se è una persona seria ci spieghi all’ora perchè sta nel Pd, e anche perchè fa accordi con FI e li tenta con al Lega. Gente così è meglio perderla che trovarla.

  7. Scritto da siamo alle comiche

    Niente di strano per un comico di un partito di comici.
    Mi ricordano i comici di sinistra quando sfilavano contro quel poveretto di Prodi.

  8. Scritto da Luigi

    Coerenza di convenienza….

  9. Scritto da TT

    Insomma tiene i piedi(e per fortuna ne ha solo due…)in ogni scarpa. Ci mancava proprio un personaggio così,e per fortuna,non é stato votato dalla gente,ma da suoi simili…!

  10. Scritto da Magister

    E’ uno strano tipo Rossi, sfila per i dipendenti provinciali ma non dice che Renzi e Del Rio hanno fatto solo demagogia sulle Province e quindi sono due cacciaballe, poi invece i comuni li unirebbe in gran parte per decreto, come dire non è il mio piatto quindi chi se ne frega, due pesi e due misure, tra le altre cose nei comuni sono eletti dai cittadini, lui no! alla faccia della democrazia rappresentativa.