BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Dopo gli scontri col Depor tifosi violenti espulsi per sempre dall’Atletico

L'Atletico Madrid ha bandito per sempre dal Vicente Calderon i tifosi appartenenti al gruppo “Frente” che domenica si sono resi protagonisti degli scontri che hanno portato alla morte di un sostenitore del Deportivo La Coruna.

Più informazioni su

I tifosi appartenente al “Frente”, la frangia più calda dei supporter dell’Atletico Madrid, non potranno mai più mettere piede all’interno del Vicente Calderon: pugno duro della dirigenza dei “Colchoneros” contro gli ultrà violenti che domenica 30 novembre si sono resi protagonisti degli scontri che hanno portato alla morte di un tifoso del Deportivo La Coruna.

Dopo aver aspettato collaborato con le forze dell’ordine e aver atteso le prime ricostruzioni, la dirigenza ha emesso sul sito ufficiale della società un durissimo comunicato di condanna dei fatti che hanno preceduto il match di Liga tra Atletico Madrid e Deportivo La Coruna: espulsi alcuni soci, banditi per sempre gli appartenenti del “Frente Atletico”, responsabile dell’organizzazione della “battaglia” sulle rive del Manzanarre.

“Tra le persone identificate – scrive la società – ci sono 15 persone che dicono di essere tifosi dell’Atletico, 7 sono soci e abbonati, 1 socio non abbonato e 7 non soci. Tutti i soci sono stati espulsi immediatamente e non potranno mai più tornare ad esserlo, mentre i non soci non potranno mai diventarlo in futuro. La polizia ha provato che queste persone appartengono al gruppo ‘Frente Atletico’ e che hanno agito in maniera organizzata, pianificando gli incidenti. In base a ciò la società ha deciso di cancellare, da oggi, il Frente Atletico dai club di tifosi ufficiali della squadra e di terminare qualsiasi relazione con il gruppo. La società utilizzerà tutti i mezzi in proprio possesso perchè cartelli, bandiere o altri elementi che facciano riferimento al gruppo non vengano più esposti al Vicente Calderon”.

Contro il tifo violento si è mosso anche il Deportivo La Coruna: la società galiziana ha deciso di chiudere la curva solitamente occupata dai “Riazor Blues”, il gruppo che ha partecipato agli scontri di Madrid, per i prossimi due impegni di Coppa del Re e di Liga.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Gutembergem

    In Spagna le squadre di calcio hanno decine di migliaia di soci e quindi sono stati espulsi come soci della società … ma non dallo stadio!!!
    Imparare a leggere!!!
    E di ultras soci della società a Bergamo non ce ne sono!!!

  2. Scritto da Gutembergem

    In Spagna le squadre di calcio hanno decine di migliaia di soci e quindi sono stati espulsi come soci della società … ma non dallo stadio!!!
    Imparare a leggere!!!
    E di ultras soci della società a Bergamo non ce ne sono!!!

  3. Scritto da Gianfranco

    A mali estremi ….. estremi rimedi. Magari anche da noi!

  4. Scritto da gas gas

    A Bergamo invece la dirigenza atalantina sale sul palco a festeggiare……

  5. Scritto da gas gas

    A Bergamo invece la dirigenza atalantina sale sul palco a festeggiare……