BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Parentopoli al Pirellone Contratti a parenti e amici Inchiesta della procura

Sorelle, fratelli, fidanzate, figli, amici. L'inchiesta sui rimborsi chiesti dai consiglieri regionali nelle ultime due legislature ha scoperchiato un altro scandalo: i contratti di collaborazione e gli incarichi affidati ad amici e famigliari. I pm Alfredo Robledo e Paolo Filippini vogliono vederci chiaro. Per questo motivo sono stati esaminati i 2300 contratti do collaborazione stipulati dal 2008 al 2012. Tra i più chiacchierati c'è quello a Stefano Zambetti, 32 anni, figlio dell'ex assessore Domenico arrestato.

Sorelle, fratelli, fidanzate, figli, amici. L’inchiesta sui rimborsi chiesti dai consiglieri regionali nelle ultime due legislature ha scoperchiato un altro scandalo: i contratti di collaborazione e gli incarichi affidati ad amici e famigliari. I pm Alfredo Robledo e Paolo Filippini vogliono vederci chiaro. Per questo motivo sono stati esaminati i 2300 contratti do collaborazione stipulati dal 2008 al 2012. Tra i più chiacchierati c’è quello a Stefano Zambetti, 32 anni, figlio dell’ex assessore Domenico arrestato per compravendita di voti con la ‘ndrangheta. L’uomo ha ottenuto tre incarichi dai consiglieri Massimo Guarischi e Margherita Peroni per "ricerca e predisposizione di documentazione sulle tematiche della VII commissione". Luca Gaffuri, presidente del gruppo Pd, deve rispondere degli incarichi distribuiti all’intera famiglia Zecchetto. Ettore Antonio, 65 anni, ha avuto 5 contratti dal 2009 al 2012, con mensili che oscillano tra i 2.000 ai 4.500 euro. "Attività mai eseguite nei termini e per le necessità descritte in contratto" scrive la guardia di finanza. C’è anche la figlia Chiara, ex consigliere comunale Pd a Locate, c’è un incarico: dall’1 al 28 febbraio 2010 per "analisi su problematiche ambientali" incassa 3.750 euro.  

Il gruppo Idv ha dato numerosi incarichi "di ricerca" al titolare fino al 2005 di una ditta di "riparazioni meccaniche di autoveicoli”, mentre il gruppo Pdl ha assunto per sei mesi il rappresentante legale di un’azienda di installazione di impianti sanitari. Non manca anche un bergamasco: l’Udc ha liquidato uno stipendio da 2.917 euro, dal febbraio 2012 al dicembre 2013, a Luciano Bettoni, fratello del consigliere Udc (non indagato) Valerio Bettoni. Uno stipendio è stato garantito alla sorella Laura anche da Massimo Ponzoni (non indagato), l’ex Pdl condannato a 10 anni per corruzione. "Compenso da 2.100 euro da ottobre 2009 a maggio 2010, poi 2.500 euro mensili dal 2011 al gennaio 2015". Per un mese di lavoro nel 2010 "a supporto dello staff" Nicole Minetti (non indagata) ha garantito 4mila euro al mese a Luca Pedrini, "legato da stretta amicizia" con l’igienista dentale. Pedrini ha incassato poi compensi da 1.200 euro nel 2011 e da 2.800 euro nel 2012, con contratti per "rassegna stampa e aggiornamento sito Internet". 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Padania Celtica

    robledo e filippini (premiata coppia,come Cipri&Maresco) sono quelli de “la fidanzata di Salvini assunta in regione” salvo poi rivelarsi una bufala. Baaaaaaasta! A laurà!

    1. Scritto da paolo

      bufala?!?! ah si è vero, non era soltanto la fidanzata di Matteo Salvino a lavorare per la regione, ma anche la sua ex-moglie. “bastaaaaa” lo dico a lei, che accecato dalla sua fede politica non distingue nemmeno la puzza di marcio, quando questa proviene dalla sua amata padania.

      1. Scritto da Padania Celtica

        La puzza di marcio sono i miliardi che ogni anno la regione manda alla capitale dell’italistan, e che non tornano indietro sottoforma di servizi che lo stato (non) eroga. Soldi annuali coi quali ci mantieni 350.000 fidanzate di salvini (vere o presunte) per qualche secolo

        1. Scritto da Patrizio

          Peccato che non hai ancora capito che le capitali sono in ogni regione, città, provincia, comune. Chi vive sperando con la testa nel sacco finisce proprio come il detto.

        2. Scritto da dark

          ma il criterio è lo stesso della… linea Salvini,…parenti amici e compagni di merende (o abbuffate). Vedi Bossi e C. La pianti di dire sciocchezze. La corruzione è anche questa. Eccome

  2. Scritto da La verità fa male

    I commenti dei sinistri sono ipocriti. Primo: nel 2010 i due candidati principali alla Regione erano Formigoni e Penati, non mi sembra che l’alternativa a Formigoni era migliore di lui. Secondo: tutta l’Italia (partiti, sindacati, burocrati: qualcuno ricorda l’intera famiglia Fornero sistemata a lavorare nella stessa università?) è impregnata a tutti i livelli amministrativi e burocratici dalla cultura del “piazzare il parente e amico”, che facciamo, mettiamo mezza nazione in galera?

    1. Scritto da paolo

      visto che la verità ce l’ha sempre in tasca lei, ci dica lei “che facciamo”? andiamo avanti così? grazie per la risposta (può anche evitare di commentare gli elettori di sinistra, visto che non faccio parte di quella categoria)

      1. Scritto da La verità fa male

        Ci sono due alternative, a scelta. Alternativa numero uno: l’Italietta rinsavisce a partire dal basso verso l’alto; in questo caso lentamente la soluzione si risolve da sola. Alternativa numero due: l’Italietta non rinsavisce perchè ormai la mentalità è consolidata e radicata dal primo dei politici fino all’ultimo dei cittadini; in questo caso prima o poi arriva il tracollo (il fallimento) e si riparte da capo. Io sono pessimista quindi auspico che il tracollo arrivi alla svelta

  3. Scritto da Lisetta

    Basta sceneggiate, siamo stanchi di Tutti Voi, non l’avete ancora capita, RIVOLUZIONE

  4. Scritto da il polemico

    che si può aggiungere?partendo dai cento assunti tra amici e amici degli amici dall’attuale presidendete del consiglio ai tempi della presidenza della provincia di firenze fino a questi…sarebbe bello se picchiassero duro,ma tra un rubygate e un lodo mondadori,non so quanto tempo libero hanno i giudici di milano….comunque rimane tutto uno schifo,ancora peggio della regione sicilia che assume 22 porta posta nel palazzo regionale

    1. Scritto da a

      Scusa polly… ma Pedretti e Frosio… non sono della Lega? No perche’ noto che hai la polemica selettiva…

    2. Scritto da Basta Polè

      Dacci dentro con le solite sciocchezze, Renzi non ha assunto nessun parente o amico . Quando era presidente della provincia ha avuto una sanzione amministrativa perchè l’ufficio del personale aveva fatto alcune assunzioni a tempo determinato sbagliando l’inquadramento della categoria . Non sapeva neppure chi fossero nè tantomeno erano suoi amici o parenti. Mùkela con la diffamazione.

      1. Scritto da Aldo

        Fa nègot: è il paladino delle caste comunque, non certo dei semplici cittadini. Forte coi deboli, il Robin Hood dei ricchi e dei burocrati

  5. Scritto da Franco

    Non ci voleva molto a scoprirlo. Chi segue da vicino le elezioni si sarà accorto che tutti i politici bergamaschi hanno uno staff di supporto ad ogni convegno, stand o sui social. Accade non di rado che quando uno di questi venga eletto, i suoi seguaci trovino occupazione al Pirellone.
    Basta guardare le facce che compaiono sempre nelle fotografie elettorali e controllare dove lavorano adesso.

    1. Scritto da Pitz

      Scusa ma cosa c’è di male ad assumere come assistenti personali (di cui si ha diritto) persone di cui ti fidi e che hanno già dimostrato capacità e competenze lavorando con te?

      1. Scritto da Patrizio

        Mi dispiace che dopo 25 anni di tangeti fai domande così innocenti.
        E’ abuso d’ufficio. Non solo perchè assumi parenti, ma nella maggior parte dei casi sono incarichi a incompetenti solo con l’intenzione di dargli uno stipendio, il più delle volte stipendi alti non meritati. Lei sa che ci sono laureati che prendono 800 euro al mese che sarebbero competenti a fare certi lavori più dei parenti assunti? AFFONDIAMO!

      2. Scritto da Franco

        In teoria niente. In pratica succede pero che invece che assumere qualche assistente personale, si sistemano amici e parenti fino alla quarta generazione un po’ dappertutto, come ha dimostrato questo ennesimo caso di parentopoli.

  6. Scritto da MAURIZIO

    Non è più importante quale partito o quale uomo politico dia incarichi ad amici e parenti perchè è un intero sistema che lì dà, anche a norma di legge. E’ importante solo se un partito fa parte o meno di questo sistema. Se San Francesco d’Assisi fosse socio di una finanziaria, si potrebbe anche dire che lì dentro non sono tutti uguali. Ma cambierebbe minimamente la natura della finanza?

  7. Scritto da silverniko

    Ma si … queste sono sciocchezze … pensate ai 2 espulsi da M5S che cattiveria hanno dovuto subire, per fortuna gli altri partiti politici non sono così intransigenti con i loro rappresentanti . Non vorrete mica espellere dalla politica della povera gente che da da lavorare ai parenti ! Concentriamoci sulle cose importanti !

    1. Scritto da V

      Si si,meglio prendersela con il M5S che esige onestà ed intransigenza dai suoi,chiudiamo pure due occhi,su queste sciocchezzuole…!

      1. Scritto da Patrizio

        Infatti chi vota da 25 anni quelli che hanno fatto affondare gli Italiani preferiscono parlare delle espulsioni del M5S, così non si parla delle loro ladronerie, interessi privati familiari e amicizie.
        Bravi continuate a scavare sul fondo riusciamo ancora a peggiorare!
        Chi non sta alle regole del movimento esca prima di farsi espellere, un posto da disonesto lo può trovare negli altri partiti.

  8. Scritto da gol!!!

    …la linea Salvini.

    1. Scritto da elena guerini

      salvini se non erro ha l’ex moglie e fidanzata attuale sempre in regione lombardia ,credo, ma magari sbaglio a pensare male

    2. Scritto da Andrea

      SI bravo.
      Hai capito tutto.

    3. Scritto da va!

      Io ho letto piu’ volte l articolo ma di Salvini e leghisti vari non si fa cenno. Leggo male io o è in malafede lei che evidentemente non h aletto l articolo???

      1. Scritto da Riccardo

        In effetti il nome di Salvini nell’articolo non c’è, ma ciò non toglie che Salvini fa tranquillamente parte della parentopoli in Regione Lombardia. Allora: la malafede non c’è, ma le fette di salame sugli occhi dei leghisti sì.
        http://www.liberoquotidiano.it/news/italia/11652472/Il-M5s—Salvini-ha.html

        1. Scritto da mochela

          Ma nemmeno quello della Lega c’è? Nemmeno nello scandalo a Roma c’è imoplicato nessun leghista.? Ma come,loro che sono sempre tirati in ballo dai si dice,sono tutti uguali,pero’ anche loro..
          blablabla.In QUESTO articolo quasi tutti sono implicate tranne la Lega e Salvini,ma la polemica bisogna farla su loro!

          1. Scritto da salvini

            Chi governa in Regione Lombardia? Dai, forza che ce la fa….e se fa fatica le ricordo di un certo Celeste, che con la Lega l’ha guidata x vent’anni. Ora c’è Bobo…ecco la linea Salvini. Bum!!!

          2. Scritto da il polemico

            vuoi dire che ste cose avvengono solo qua in lombardia?questo schifo purtroppo coinvolge persone di tutti gli schieramenti