BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“I vestiti della musica” A Seriate un viaggio tra le copertine dei dischi

Giovedì 4 dicembre a Seriate l’appuntamento è con “I vestiti della musica”, serata-evento che propone un viaggio tra le copertine dei dischi più amati di tutti i tempi. Un’iniziativa che si inserisce nella rassegna “Appunti”, organizzata dalla biblioteca seriatese.

Giovedì 4 dicembre all’auditorium della biblioteca di Seriate l’appuntamento è con “I vestiti della musica”, serata-evento che propone un viaggio tra le copertine dei dischi più amati di tutti i tempi. L’iniziativa,a ingresso libero, si inserisce nella rassegna “Appunti”, organizzata dalla biblioteca seriatese.

“I vestiti della musica” è una sorta di viaggio a ritroso nel tempo in compagnia di Paolo Mazzucchelli (appassionato e collezionista di musica da più di 30 anni) alla riscoperta delle copertine dei dischi, della loro evoluzione da semplice ed anonimo contenitore a vera e propria icona, da elemento di marketing ad espressione dell’evoluzione di un gruppo o di un artista. Un viaggio cha parte dell’età d’oro del jazz sino ad arrivare ai fasti del progressive anni ‘70, passando fra i caleidoscopici colori della psichedelica, l’evoluzione grafica di artisti come Bob Dylan, Beatles, Pink Floyd, fra le curiosità delle copertine più strane ed elaborate, maliziose o censurate.

Mazzucchelli spiega: “Proponiamo una serata in grado di soddisfare l’accanito collezionista come il semplice curioso; da un paio d’anni a questa parte I Vestiti della Musica è stato presentato con successo anche in diverse Scuole Medie Superiori della bergamasca. Il racconto è accompagnato da un centinaio di copertine provenienti dalla collezione personale di Paolo Mazzucchelli (che vengono mostrate ed, in alcuni casi, fatte toccare, scoprire, aprire al pubblico presente), coadiuvato dalla proiezione su grande schermo di un ulteriore gruppo di copertine e da una colonna sonora adeguata. Un viaggio a cavallo fra musica e cultura, arte e creatività, evoluzione artistica e sociale, costruito con l’umiltà e l’amore che solo i veri appassionati della musica conoscono. Un viaggio quindi ben lungi da certi ritorni “modaioli” che puntano a convincere i più sprovveduti che avere un giradischi e un po’ di dischi in vinile a casa sia molto ‘in’”.

La biblioteca di Seriate è in via Italia, 58.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.