BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Curva, condanna storica della guerriglia, ma difende gli arrestati: chi è stato?

Dopo i provvedimenti presi dal ministro dell'Interno Alfano contro la tifoseria bergamasca, la Curva Nord ha provato a dire la sua con un comunicato con il quale ha ribadito "l'innocenza dei sei ragazzi arrestati". Se non sono stati loro, chi ha lanciato le bombe?

Più informazioni su

di Luca Bassi

Nell’ultimo fine settimana si è registrata una presa di posizione storica da parte di un gruppo ultrà, che per la prima volta ha ammesso che alcuni suoi componenti hanno passato il limite. "Non ci nascondiamo dietro un dito – hanno scritto i rappresentanti della Nord -, dopo Atalanta-Roma sono stati commessi degli errori. Da anni condanniamo, senza eccezione, l’utilizzo di bombe carta in ogni circostanza, a maggior ragione se qualcuno le ha modificate con chiodi e bulloni. Ribadiamo che questo genere di cose non fanno assolutamente parte del nostro modo di essere e quindi condanniamo".

Una presa di posizione chiara e ferma, quella della messa nero su bianco dal gruppo della Curva Nord, che sicuramente apre spiragli molto importanti in vista del futuro per il tifo atalantino, che con situazioni come quelle verificatesi dopo Atalanta-Roma di sabato scorso viene danneggiato nel suo insieme, portando poi, come successo, alla punizione anche di chi con la violenza non ha nulla a che vedere.

Con il comunicato appena citato però gli esponenti della Curva Nord hanno ribadito la totale estraneità dei sei ragazzi arrestati dopo la guerriglia, sottolineando per l’ennesima volta che "non sono tra i responsabili degli scontri perché erano da tutt’altra parte". La domanda, allora, è: se non sono stati i ragazzi arrestati, chi ha lanciato le bombe dopo Atalanta-Roma? La Curva Nord, se davvero vuole condannare i colpevoli dei fattacci, faccia nome e cognome di chi quella notte ha messo a ferro e fuoco un’intera città, mettendo a rischio la vita degli agenti che stavano solo facendo il loro lavoro e contribuito a buttare fango sull’Atalanta e sui suoi tifosi veri, quelli che allo stadio ci vanno per lo spettacolo e quelli che in nome della Dea compiono azioni di beneficenza più che lodevoli.

Bergamo e l’Atalanta hanno bisogno dell’aiuto di tutti per spazzare lontano l’ombra della violenza ultrà. Anche e soprattutto della Curva Nord che, come sostiene, vuole solo il bene del club nerazzurro.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Milena

    La prossima volta per gli Ultras violenti di certe squadre es. Roma, Napoli, Iuve, Inter, milan, torino, ecc.ecc. proibire le trasferte

    1. Scritto da certe squadre

      ho notato che non ha inserito atalanta nell’elenco delle squadre con tifosi violenti.. forse non ha visto i filmati di atalanta-roma.

  2. Scritto da robynes

    non ho scritto niente di male perché non mettete i miei commenti…mettete anche quelli ridicoli…aaah forse non si possono mettere quelli a favore della giustizia…grazie comunque…questa è la solita informazione x far capire solo quello che volete voi

  3. Scritto da greatguy

    be se mi fai domande del genere devi anche accettare che io ti risponda 1) bevevano una birra con gli amici 2) il fatto che erano già conosciuti non significa che stessero commettendo un reato 3) anche io ho i bulloni in macchina, lavoro in una ferramenta e non sono un delinquente. ora ti faccio io una domanda, alle 21:00 cosa ci faceva li la polizia visto che i romani erano andati?

  4. Scritto da gag

    Usano le immagini per beccare chi accende un fumogeno e le ignorano per scontri del genere arrestando 6 ragazzi a caso… W la giustizia italiana!

  5. Scritto da luca

    Ultrà fa rima con omertà, purtroppo anche a Bergamo

  6. Scritto da Sére

    Probabilmente, questo cospargersi il capo di cenere, più che dettato da un vero rimorso, è semplicemente una strategia difensiva. Con questa, per recuperare credibilità, si buttano a mare gli episodi ormai indifendibili, cercando di salvare le persone coinvolte in quei fatti dove le prove a sfavore paiono più opinabili. O no?

  7. Scritto da Una volta

    Se in classe chi faceva lo stupidino non confessava, pagava tutta la classe. Come paga tutta la città per questi ignoranti, non capisco perchè se erano in un gruppo di casino dobbiamo fare i precisini e pretendere filmati, foto. La città è stanca di menate dello stadio, chi fa parte del gruppo di teppisti è un teppista anche da solo, ieri e domani, oggi pagheranno per tutti gli altri proprio come noi

    1. Scritto da incredibile

      ci sono ragazzi in carcere da una settimana e passa, senza prove di niente e tu mi parli di fare i precisini?il paragone con la punizione di classe poi da zelig.. se capitasse a tuo figlio vorrei proprio vederti guarda!!

      1. Scritto da Andrea

        se mio figlio fosse stato arrestato andrei di persona a chiedergli cosa ha combinato e poi lo prenderei a calci nel cu.. per una settimana…

        1. Scritto da bravo

          è questa la differenza, o dentro lo stadio o fuori lo stadio, ma per qualcuno ancora non basta. Vorrei vedere se fosse invece lui a prendersi i sassi, le bombe carta con i chiodi, gli insulti… ma sarà anche lui parte di quelli che erano al bar

    2. Scritto da greatguy

      io non so se i ragazzi arrestati siano colpevoli o meno, ma tu mi sembri un tantino fuori tema, qui c’è della gente che è in galera e se ci sono dei filmati che dimostrano che non sono colpevoli se permetti non si tratta di fare i precisini. se sono stato io mi arresti e sbatti in galera viceversa mi paghi i danni, quelli sono in galera da 10 giorni mica la nota sul registro

      1. Scritto da certo

        certo che fa differenza, lo so, ma la domanda era cosa ci facevano fuori dallo stadio? e poi scusa, 2 erano già conosciuti per FATTI SPECIFICI, l’altro aveva in macchina i BULLONI, quindi stiamo parlando sempre di ragazzini semplici e basta?