BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Torniamo al lavoro” Promoserio e Cisl promuovono l’occupazione in Val Seriana

“Tornare al lavoro per ridare futuro al territorio”: Cisl Bergamo e Promoserio organizzano anche quest'anno per sabato 29 novembre il tradizione Workshop economico della Val Seriana e Val di Scalve, una giornata di riflessione e dibattito dedicata ad una particolare tematica, intimamente connessa alla realtà economica del territorio.

“Tornare al lavoro per ridare futuro al territorio”: Cisl Bergamo e Promoserio organizzano anche quest’anno per sabato 29 novembre il tradizione Workshop economico della Val Seriana e Val di Scalve, una giornata di riflessione e dibattito dedicata ad una particolare tematica, intimamente connessa alla realtà economica del territorio.

Dopo aver affrontato nelle precedenti tre edizioni i temi dell’export, dell’innovazione e della responsabilità sociale, e aver cambiato sede da Alzano Lombardo, ad Albino e Nembro, quest’anno il tema è quello per eccellenza del lavoro e la location scelta è la tensostruttura vicina al Museo del Tessile di Leffe.

La giornata inizierà alle 9.30 con i saluti tradizionali e l’apertura dei lavori, ai quali parteciperanno il sindaco di Leffe Giuseppe Carrara, il consigliere regionale Angelo Capelli, il presidente della Comunità Monta Valseriana Alberto Bigoni, il prorettore dell’Università di Bergamo Remo Morzenti, il segretario generale della Cisl di Bergamo Ferdinando Piccinini, l’amministratore delegato divisione Credito Bergamasco Gruppo Banco Popolare Bruno Pezzoni e il presidente di Promoserio Guido Fratta.

“Il lavoro e l’occupazione sono temi aperti e caldi in tutti i territori – ha commentato Ferdinando Piccinini, leader della Cisl bergamasca – Ma la Val Seriana li sta sentendo più di altri. Il modello del workshop funzionala e altri territori si stanno interessando a questo tipo di evento: bisogna ripartire dal basso per rimettere insieme i lavoratori e le imprese. Promoserio, inoltre, sta dando un’importante continuità allo Sportello Lavoro, fondamentale per continuare a coniugare formazione e riqualificazione”.

Il convegno, in particolare, si concentrerà sulle difficoltà occupazionali del territorio, analizzate da Sergio Anesa dell’Osservatorio diocesano per la pastorale sociale e del lavoro, e sugli scenari futuri, caratterizzati dalla speranza di innovative opportunità d’impiego e progetti di inserimento lavorativa a sostegno dell’occupazione nelle valli. Il tutto nel contesto di un moderno rapporto tra formazione e lavoro. In quest’ottica si inserisce il “salotto delle buone pratiche” al quale parteciperanno Sacbo, Vis Consulting, Blue Meta, Antenna 2, Openjobsmetis e ISISS Vale Seriana. Ne seguirà un dibattito tra Università, rappresentata dal prorettore delegato all’Orientamento Piera Molinelli, Sindacato, rappresentanto dal neo segretario generale della Cisl Lombardia Osvaldo Domaneschi, e Confindustria, rappresentata dal vice presidente Monica Santini. Il concorso “Volpe d’argento” premierà poi l’impresa che avrà presentato l’intervento o il progetto più significativo connesso al sostegno dell’occupazione, all’inserimento lavorativo di giovani, a progetti legati alla formazione mentre alla signora Luciana Previtali in Radici verrà attribuito uno speciale premio alla carriera. Chiuderà l’evento la prima edizione della Fiera del Made in Valseriana e Val di Scalve”.

“In molti ci chiedono perchè ci occupiamo di temi economici – commenta Guido Fratta, presidente di Promoserio – Ce ne occupiamo perchè il sistema economico della valle rappresenta l’eccellenza di questo territorio e perchè le nostre imprese concorrono in maniera determinante all’attività dell’associazione. Il lavoro è nel Dna di questa Valle: ‘Torniamo al lavoro’ è un grido di battaglia che arriva dal mondo imprenditoriale e dei lavoratori. La scelta di Leffe e della Val Gandino è simbolica, perchè è sempre stata ad un alto livello produttivo e adesso vuole rinascere”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.