Quantcast
"Yara ferita da un mancino, ma Bossetti è destrorso Non è morta in quel campo" - BergamoNews
Il giallo

“Yara ferita da un mancino, ma Bossetti è destrorso Non è morta in quel campo”

Claudio Salvagni, uno dei due legali del carpentiere di Mapello in carcere dal 16 giugno, va ad aggiungere un ulteriore tassello all'intricato caso di Yara Gambirasio, la tredicenne di Brembate Sopra scomparsa la sera del 26 novembre 2010 e ritrovata cadavere tre mesi dopo.

"Yara è stata ferita da un uomo mancino, mentre Bossetti è destrorso. E non è sicuro che sia morta nel terreno di Chignolo d’Isola in cui è stata ritrovata". Claudio Salvagni, uno dei due legali del carpentiere di Mapello in carcere dal 16 giugno, va ad aggiungere un ulteriore tassello all’intricato caso di Yara Gambirasio, la tredicenne di Brembate Sopra scomparsa la sera del 26 novembre 2010 e ritrovata cadavere tre mesi dopo.

Gli avvocati di Bossetti non hanno dubbi: "Chi ha ferito Yara con quel taglio che corre dalla zona lombare al gluteo è un mancino. Impugnava il coltello con la mano sinistra. Ma Bossetti è destrorso".

Claudio Salvagni, nel corso di un’intervista al settimanale Oggi ha aggiunto anche nuovi particolari: “Gli altri tagli invece sembrano provocati da un’arma impugnata con la mano destra. Anche se la relazione medico-legale non lo specifica. Si limita a sottolineare che un colpo è stato inferto dal basso verso l’alto. E anche questa è una conferma che gli assassini siano stati almeno due".

Dubbi e ancora dubbi dunque su come e chi ha ucciso la tredicenne. Salvagni sottolinea come le cause della morte siano tutt’oggi incerte: "È troppo vago sostenere che è morta di ipotermia e stenti a causa delle ferite riportate. Non c’è infatti alcuna certezza che Yara sia morta nel campo di Chignolo".

A tutto ciò si aggiungerebbe il fatto -sempre secondo gli avvocati difensori di Bossetti- che la giovane sarebbe stata uccisa con tre tipi di armi differenti, un cutter, un coltello a serramanico e un coltello con la punta a scalpello e che prima di morire avrebbe avuto le braccia legate con del filo di ferro. Tanti aspeti che gli inquirenti stanno cercando di chiarire. 

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
Massimo Bossetti esce dall'isolamento
La decisione
Caso Yara: Bossetti esce dall’isolamento, in cella con altri
Yara Gambirasio, trovata morta in un campo di Chignolo
Il giallo
Gli avvocati di Bossetti: “Yara uccisa con 3 armi mentre era legata”
Bossetti, cinque mesi in cella
Caso yara
Bossetti, 5 mesi in cella e tanti misteri: dall’arma ai possibili complici
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI