• Abbonati
Il cantiere

Accademia Carrara, dopo 6 anni c’è il collaudo “ma con riserva”

Il collaudo tecnico dei lavori di ristrutturazione dell'accademia Carrara è stato firmato. Si può stappare la bottiglia di Champagne? Macché. Palafrizzoni ha (quasi) chiuso solo il primo capitolo dei lavori iniziati nel 2008 e conclusi nel 2013. Sull'albo pretorio dell'amministrazione comunale è stato infatti pubblicato il certificato di collaudo sottoscritto da tutti gli attori che confermano la consegna dell'opera “a regola d'arte”.

Il collaudo tecnico dei lavori di ristrutturazione dell’accademia Carrara è stato firmato. Si può stappare la bottiglia di Champagne? Macché. Palafrizzoni ha (quasi) chiuso solo il primo capitolo dei lavori iniziati nel 2008 e conclusi nel 2013. Sull’albo pretorio dell’amministrazione comunale è stato infatti pubblicato il certificato di collaudo sottoscritto da tutti gli attori che confermano la consegna dell’opera “a regola d’arte”.

Le firme sono state apposte, ma la stretta di mano definitiva non c’è ancora. Il rappresentante dell’impresa che si è aggiudicata l’appalto ha infatti autografato il documento con una postilla a penna: “L’impresa firma con riserva”. Il motivo è semplice e si trova poche righe sopra, a conclusione delle 28 pagine di collaudo. “L’importo del conto finale è di 5 milioni e 968 milioni di euro, resta il credito dell’impresa di 284.985 euro che possono essere liquidati dopo il rispetto della seguente clausola: l’impresa rimane vincolata fino all’accertamento della positiva risoluzione dei problemi già evidenziati e riguardanti: infiltrazioni d’acqua nelle centrali tecnologiche, le superfici delle pareti e contropareti delle sale espositive, i pavimenti in battuto alla veneziana, il risultato delle sistemazioni esterne”. L’impresa si è già impegnata a sistemare tutto nei prossimi giorni, per avere l’ultimo via libera e ricevere l’agognato pagamento da parte dell’amministrazione. Che già nei mesi scorsi aveva deciso di tracciare una riga sul vecchio cantiere per dare finalmente una svolta e fissare la programmazione della riapertura.

Palafrizzoni ha dovuto stanziare circa 200 mila euro con l’obbiettivo di sistemare le piccole e grandi imprecisioni lasciate. Qualche esempio? Estintori e allarmi installati nelle pareti in cui dovrebbero essere esposti i quadri, infiltrazioni d’acqua, controsoffitti sbagliati, gradini nell’entrata dei servizi. E’ dovuta intervenire un’altra impresa per sistemare tutto e lasciare il campo al vero e proprio allestimento. Anche questo cantiere è quasi concluso. Ironia della sorte: per ristrutturare l’accademia Carrara ci sono voluti più di sei anni, eppure sul certificato di collaudo si legge che “i lavori sono stati conclusi entro il termine prescritto”. Nessun ritardo quindi, almeno secondo le carte. Non secondo gli amministratori, che hanno più volte promesso la riapertura salvo poi fare marcia indietro. L’ultimo annuncio dovrebbe essere definitivo: 23 aprile 2015.

IL CERTIFICATO DI COLLAUDO

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
leggi anche
Allestimento dell'accademia Carrara
Credito bergamasco
Nuova accademia Carrara Visita virtuale al museo Guarda video e immagini
Accademia Carrara
Restauro
Accademia Carrara, via ai lavori “riparatori” prima dell’allestimento
Generico
La pinacoteca
Ora c’è l’ufficialità: l’accademia Carrara riapre il 23 aprile 2015
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI