Economia

Technix apre le porte per il Pmi Day e sbarca in India fotogallery

Al via la settimana promossa da Confindustria Bergamo per far scoprire ai ragazzi delle scuole medie le realtà innovative del territorio.

Scoprire i segreti delle imprese bergamasche è l’obiettivo del Pmi Day, iniziativa di Confindustria Bergamo per coinvolgere i ragazzi delle scuole medie, facendoli varcare i cancelli delle aziende per far loro toccare con mano un mondo in forte evoluzione, all’avanguardia tecnologica e al tempo stesso caratterizzato dalla cura “artigianale” al prodotto.

Caso emblematico la Technix, gioiello di Aniello Aliberti, alla guida di un gruppo con quattro realtà produttive in provincia di Bergamo e una nel Bolognese, specializzato in macchinari per radiologia, che a gennaio farà partire la produzione in India di apparecchi radiologici medicali destinati al mercato locale.

Un sito produttivo che si affianca a quello cinese di Pudong, nella zona industriale di Shanghai, all’interno di un parco tecnologico denominato Shanghai medical park, destinato principalmente a società straniere intenzionate a produrre in Cina apparecchiature ad alto contenuto tecnologico.

Un fatturato aggregato di 50 milioni di euro, 170 dipendenti in tutto, di cui 53 nel sito bergamasco di Grassobbio, esporta il 92% della produzione e, oltre ad essere un punto di riferimento per i colossi del settore, da Philips a General Electric, ha deciso anche di puntare sul proprio marchio.

Fondata nel 1981 come società specializzata nell’assistenza tecnica e nella riparazione di apparecchiature rx, è stata acquisita da Aliberti alla fine degli anni ’80 e lanciata nel mondo della progettazione con un forte ampliamento del reparto ricerca e sviluppo e con l’inserimento di un gruppo di esperti ingegneri, con pluriennale esperienza nel settore radiologico.

Un team che ha consentito di progettare e sviluppare apparati radiografici mobili da corsia oltre ad unità mobili per fluoroscopia ad arco a “C”. Una politica di acquisizione di pacchetti di quote di partecipazione o, in alcuni casi, di controllo, di aziende fornitrici dei componenti o dei pre-assemblati, ha permesso di completare la filiera produttiva garantendo affidabilità e qualità delle forniture.

Technix ha fatto da apripista all’iniziativa del Pmi Day che quest’anno coinvolge 67 imprese e 3500 ragazzi ed è spalmata su tutta la settimana.

“Sono occasioni preziose per capire meglio il mondo del lavoro – commenta Silvia Ramistella, docente di lettere, che ha accompagnato i ragazzi della 3° A della scuola Petteni di Bergamo – tanto più se si tratta di aziende all’avanguardia”.

Per Technix tutto ruota intorno ai raggi x e non a caso il professor Roentgen, con tanto di barba ottocentesca, è l’incontrastato protagonista della hall aziendale.

“Senza di lui – ha scherzato ma non troppo Aniello Aliberti, presidente dell’azienda – questa azienda non esisterebbe, faremmo gelati forse, ma non queste macchine”.

Protagoniste sono proprio loro, pensate in ogni dettaglio, negli uffici di progettazione, dove trionfano i computer, e poi viste dal vivo nella parte dedicata alla produzione. Tutto è molto silenzioso, senza concitazione, la macchine pian piano acquistano forma, bestioni di 500 chili che si possono spostare con facilità grazie ai sistemi motorizzati e possono perfino salire le scale di casa e andare direttamente al letto di un malato.

Fiore all’occhiello è l’arco a C per la fluoroscopia, video ai raggi x che, per esempio, consente interventi chirurgici in maggior sicurezza per evitare che chi opera “dimentichi” nel paziente garze o altro. Brevetto mondiale è il robot per i raggi a domicilio, dotato di cingolati, capace di salire le scale ed entrare in ascensore, in modo da consentire l’effettuazione di radiodiagnostica anche nelle abitazioni di pazienti non trasportabili.

“La macchina – ha spiegato Aniello Aliberti – può dialogare in tempo reale con l’ospedale e ricevere subito il referto del medico da consegnare al paziente”.

“Ogni ambito è vitale – ha sottolineato Ilaria Pietta, ingegnere biomedico, specialista di prodotto all’ufficio tecnico e per l’occasione guida aziendale – dalla progettazione e sviluppo all’assemblaggio, dal controllo qualità al collaudo, fino all’imballaggio e spedizione e all’assistenza al cliente, senza dimenticare acquisti, amministrazione, commerciale. Se manca un qualsiasi tassello l’azienda non può funzionare. Di conseguenza servono tanti diversi apporti professionali ”.

Competenza trasversale, è stato ribadito più volte, è la conoscenza dell’inglese.

“Anche il magazziniere deve poter comprendere e farsi capire dall’autista che arriva e non parla italiano” ha insistito anche Aniello Aliberti. Tanti i particolari interessanti e curiosi di cui i ragazzi hanno preso diligentemente nota e che potranno essere rielaborati per partecipare al concorso Industriamoci, nella sezione per gli istituti superiori di primo grado, pensato da Confindustria Bergamo per stimolare riflessioni, considerazioni e piccoli progetti da sviluppare in tandem con l’azienda visitata. Al concorso ufficiale la Technix ha poi aggiunto una sfida in più, un premio speciale, avveniristiche cuffie musicali, destinato, secondo il giudizio degli insegnanti, al miglior singolo elaborato.

Rossana Pecchi

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
Pmi Day
Confindustria
Pmi Day, a scuola da 65 piccole imprese oltre 3.500 studenti
aniello Aliberti
Confindustria
Aniello Aliberti è il nuovo presidente della Piccola Industria
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI