Quantcast
Adeguamento, non rimpasto Maroni cambia la giunta Sorte alle Infrastrutture? - BergamoNews
Pirellone

Adeguamento, non rimpasto Maroni cambia la giunta Sorte alle Infrastrutture?

Il governatore della Lombardia risponde ai giornalisti in seguito alle indiscrezioni di stampa che danno per certi ormai alcuni cambi, di nomi e di deleghe, nell'esecutivo del Pirellone, cambi che sembra verranno definiti venerdì prossimo nel corso di una cena ad Arcore con Silvio Berlusconi.

"Non sarà un rimpasto, ma un adeguamento della Giunta allo scenario istituzionale, che prenderà il via dal primo di gennaio con le nuove Province di secondo livello, la Città metropolitana e l’entrata in vigore della Legge di Stabilità. Per quella data io voglio essere pronto con un assetto di governo della Regione che sia adeguato a questi cambiamenti". Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, conversando con i giornalisti.

Rispondendo alle domande dei cronisti, il governatore ha escluso l’ipotesi di un amento del numero degli assessori. "Non ci sarà alcun assessore in più. In un momento di spending review – ha osservato – è una cosa che non esiste".  Quanto alle scelte, Maroni ha ribadito l’intenzione di "ascoltare tutti", ma ha ribadito: "Alla fine decido io, come è giusto che sia, perché la responsabilità è mia".

Le domande dei giornalisti arrivano in seguito alle indiscrezioni di stampa che danno per certi ormai alcuni cambi, di nomi e di deleghe, nell’esecutivo del Pirellone, cambi che sembra verranno definiti venerdì prossimo nel corso di una cena ad Arcore con Silvio Berlusconi. Gli unici nomi saldi restano quelli di Mario Mantovani e della titolare di Lavoro e Istruzione, Valentina Aprea.  

Un risultato positivo per la coordinatrice regionale, Mariastella Gelmini, che ha difeso le richieste dei consiglieri desiderosi di governare e pronti addirittura a disertare l’aula pur di mettere alle strette Maroni. Spalleggiata dal consigliere politico di Silvio Berlusconi, Giovanni Toti, e dal capogruppo in consiglio regionale, Claudio Pedrazzini.

Tra i nomi di cui si è più parlato per la giunta c’è anche un bergamasco, Alessandro Sorte (come peraltro Bergamonews aveva ipotizzato settimane fa) che dovrebbe occuparsi delle Infrastrutture al posto di Alberto Cavalli. E poi, oltre al leghista Angelo Ciocca, gli azzurri Fabrizio Sala, Giulio Gallera e Fabio Altitonante (che al momento sembra legato all’uscita di Maurizio Del Tenno)

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
Roberto Maroni, presidente dell Regione Lombardia
Pirellone
Dopo la scissione del Pdl Maroni: “In Regione nessun rimpasto di giunta”
Referendum scozzese
Politica
Maroni: anche in Lombardia referendum come in Scozia Parola al popolo sovrano
Palazzo Lombardia
Politica
Maroni verso il rimpasto Nella rosa dei papabili anche il bergamasco Sorte
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI