BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Uri Caine e Han Benninck: concerto per salvare il cinema di Bollate

Domenica sera infatti, Uri Caine (che ha diretto il Bergamo Jazz prima di Enrico Rava e Paolo Fresu) e Han Bennink, due grandi musicisti jazz, suoneranno a Bollate (Milano) per salvare il cinema Splendor che rischia la chiusura per i costi legati al passaggio dall'era della pellicola a quella del digitale.

Tutti insieme per salvare, con uno spettacolo, un’istituzione che rischia di chiudere. La trama sembra quella di un film americano, ma tutto si svolge vicino a noi.

Domenica sera infatti, Uri Caine (che ha diretto il Bergamo Jazz prima di Enrico Rava e Paolo Fresu) e Han Bennink, due grandi musicisti jazz, suoneranno a Bollate (Milano) per salvare il cinema Splendor che rischia la chiusura per i costi legati al passaggio dall’era della pellicola a quella del digitale.

Servono 50mila euro che, al momento non ci sono, altrimenti un cinema parrocchiale che ha una gestione in attivo potrebbe non riaprire più.

La città si sta mobilitando in molti modi; è partita la caccia ai finanziamenti come la pressione attraverso i social network.

Un modo per dare una mano, è il concerto di domenica 2 novembre che si svolgerà proprio al cinema Splendor, in piazza San Martino 1, a Bollate (posto unico 25 euro). L’incasso del concerto sarà infatti destinato alle spese di adeguamento necessarie per tenere in vita lo Splendor.

I protagonisti

Uri Caine, nato a Filadelfia nel 1956, è un compositore, arrangiatore e pianista jazz e classico. Nel 2003 è stato direttore musicale della Biennale di Venezia mentre nel 2007 è stato direttore artistico di Bergamo Jazz. Da anni collabora con Paolo Fresu, con il quale si esibirà nelle prossime settimane alla Scala, e con Han Bennink, con il quale ha costituito il duo Sonic Boom.

Han Bennink, nato nel 1942 in Olanda, è uno dei più abili improvvisatori del nostro tempo. Negli anni Sessanta ha suonato con artisti come Sonny Rollins, Cecil Taylor, Dexter Gordon ed Eric Dolphy. Il suo modo di suonare ha influenzato improvvisatori di tutto il mondo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.