BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Giù palizzata al Galli I genitori: “La sicurezza non si affida alla fortuna”

“La sicurezza non si affida alla fortuna”. E' lo striscione appeso dai genitori degli studenti dell'istituto Galli all'esterno dell'edificio. Un messaggio rivolto alla Provincia di Bergamo, responsabile dell'ampliamento della scuola superiore. Il cantiere, fermo dal 2011 a causa del fallimento della ditta a cui sono stati appaltati i lavori, ha avuto un cedimento a causa del forte vento di settimana scorsa: la palizzata posta all'ingresso dell'istituto è caduta.

Più informazioni su

“La sicurezza non si affida alla fortuna”. E’ lo striscione appeso dai genitori degli studenti dell’istituto Galli all’esterno dell’edificio. Un messaggio rivolto alla Provincia di Bergamo, responsabile dell’ampliamento della scuola superiore. Il cantiere, fermo dal 2011 a causa del fallimento della ditta a cui sono stati appaltati i lavori, ha avuto un cedimento a causa del forte vento di settimana scorsa: la palizzata posta all’ingresso dell’istituto è caduta. Fortunatamente nel momento del crollo non era presente nessuno studente.

Sono stati subito avvertiti l’Asl e i tecnici provinciali che hanno inviato una squadra di operai per ripristinare il muro di assi di legno. Quelle cadute erano marce a causa dell’esposizione perenne a pioggia e vento. Le proteste dell’associazione genitori sono arrivate immediatamente. Via Tasso ha promesso che entro fine anno verrà assegnato l’appalto e che a marzo partiranno i lavori del primo lotto da 680 mila euro.

"Lo striscione testimonia la passione dei genitori dei ragazzi che frequentano il “Guido Galli” – si legge sulla pagina Facebook dell’istituto -. Si tratta di uomini e donne che con la loro partecipazione attiva forniscono costantemente un importante contributo alla scuola: d’altronde l’interazione costruttiva dei rapporti scuola-famiglia, che trova il suo fondamento in strategie educative condivise, costituisce uno dei punti di forza del nostro istituto. Si è consapevoli del fatto che la situazione economica degli enti locali non sia delle migliori, tuttavia l’auspicio è che le autorità preposte, alla soluzione delle problematiche connesse all’ultimazione dei lavori del plesso in costruzione, riescano ad agire in modo tempestivo ed efficace".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da anna loc.

    Ma ci sono ancora i gatti che entrano ed escono dalle buche nel giardino arrivando dall’altro lato dell’edificio? ai miei tempi si narrava la scuola non avesse fondamenta… che anni , un po’ mi manca il Galli..

  2. Scritto da responsabilità

    “La sicurezza non si affida alla fortuna”. certamente e casi sono due:1°se il cantiere è coinvolto nel fallimento(cioè deve essere misurato il lavoro eseguito per stabilire quanto dovuto alla procedura fallimentare), il cantiere è affidato ad un custode giudiziale che ne è responsabile.2° se il cantiere è libero dal fallimento la responsabilità è dellaProvincia la quale deve aver nominato,per legge, un responsabile del cantiere. Quindi la sicurezza NON è affidata alla fortuna