BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Tentorio: “Da Gori per ora nessuna delibera operativa Quando le vere decisioni?”

L'ordine del giorno del prossimo Consiglio comunale, in programma lunedì 3 novembre, è arrivato nella casella di posta di tutti i consiglieri: approvazione del verbale della seduta precedente, designazione di un consigliere nella consulta delle politiche famigliari, un debito fuori bilancio da mille euro, la modifica dell'insediamento dell'Orto botanico ad Astino in vista di Expo 2015. L'ex sindaco Franco Tentorio, fino a pochi mesi fa accusato di immobilismo dal centrosinistra, si toglie qualche sasso dalla scarpa.

Più informazioni su

L’ordine del giorno del prossimo Consiglio comunale, in programma lunedì 3 novembre, è arrivato nella casella di posta di tutti i consiglieri: approvazione del verbale della seduta precedente, designazione di un consigliere nella consulta delle politiche famigliari, un debito fuori bilancio da mille euro, la modifica dell’insediamento dell’Orto botanico ad Astino in vista di Expo 2015. L’ex sindaco Franco Tentorio, fino a pochi mesi fa accusato di immobilismo dal centrosinistra, si toglie qualche sasso dalla scarpa. “Il Consiglio comunale finora non ha assunto delibere operative, eccezion fatta per tre o quattro progetti urbanistica impostati dalla nostra amministrazione: parcheggio dell’aeroporto, albergo al nuovo ospedale e piano Sace – attacca Tentorio -. Avremmo anche parlato volentieri delle circoscrizioni, invece c’è stata solo un’enunciazione di principi. Sarebbe opportuno che Gori e la Giunta cominciassero ad assumere decisioni per la città”.

L’ex sindaco porta qualche esempio: “Esistono problematiche irrisolte: la greenway di Valtesse è ancora ferma e non è stato raggiunto nessun accordo con la proprietà per la sistemazione. I lavori del rondò di Monterosso inizieranno a gennaio. Dipende dal fatto che la burocrazia rallenta tutto. Serviva maggiore prudenza quando si è sparato addosso agli altri. Ora devono gestire questi problemi, si rendono conto che è più difficile di quanto si potesse pensare”.

Critico anche il capogruppo della Lega Nord Alberto Ribolla: “In poco più di tre mesi è difficile portare delibere concrete anche se Gori e la sua Giunta hanno pubblicizzato la maggior parte di attività della precedente amministrazione – spiega -. Ci aspettiamo davvero un cambio di passo che ad oggi, dopo mesi di annunci, non abbiamo ancora visto”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da cambia cambia?

    E se poi inciampa?

  2. Scritto da franco

    Tentorio non ha tutti i torti, lui è sempre stato realista e non ha fatto sparate elettorali promettendo mari e monti, anche perchè era ben conscio delle difficoltà economiche e burocratiche dell’amministrazione.
    D’altra parte però proprio perchè conosce bene queste dinamiche mi pare assurdo criticare Gori dopo due o tre mesi effettivi di lavoro, visto che di fatto fin’ora sta soltanto costruendo il ponte tra vecchia e nuova giunta.

  3. Scritto da gianni

    Qualcuno finalmente sta iniziando ad accorgersi che il cambio di passo è solo una fuffa