BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Migliaccio è un guerriero Denis finalmente decisivo Cigarini, che sciocchezza

Il centrocampista campano è determinante con la sua grinta nei momenti più duri, mentre il Tanque torna decisivo in zona-gol. Bocciato il regista emiliano: le sue due ammonizioni potevano costare carissime.

Più informazioni su

Sportiello 8: una parata, quella sul calcio di rigore di Higuain, che vale come l’oro, arrivata dopo una serie di grandi interventi che tengono a galla i suoi nei momenti più difficili. E’ lui l’eroe di giornata.

Benalouane 5.5: torna sulla fascia destra e dopo pochi minuti macchia il suo match con l’ennesima ammonizione evitabile per un fallo inutile compiuto a metà campo. Un giorno, forse, ci spiegherà il perché.

Stendardo 6: grande prova, quella del difensore campano, per la prima volta titolare in questa stagione. Rischia di rovinare tutto con il fallo su Zapata al 90′, lo salva Sportiello.

Cherubin 6: se la cava piuttosto bene contro i mostri napoletani, dimostrando anche una sicurezza che in precedenza non aveva mostrato. Gara sicuramente sufficiente.

Del Grosso 6: partita di grande sacrificio per il terzino ex Siena che pensa soprattutto a difendere senza commettere grosse sbavature (34’ st Dramè S.V.).

Raimondi 6.5: c’è bisogno di Raimondi e Raimondi risponde presente. Della sua partita spicca ovviamente la pennellata per la testa del Tanque Denis (30’ st D’Alessandro S.V.).

Cigarini 5: macchia una partita da trascinatore con un’espulsione evitabilissima, figlia di un giallo rimediato per delle proteste inutili e una seconda ammonizione per un fallo di mano che poteva risparmiarsi. La sua ingenuità sarebbe potuta costare carissima se Sportiello non avesse compiuto quel miracolo su Higuain.

Baselli 6.5: anche lui, come i suoi compagni, nel primo tempo è in grossissima difficoltà. Nel secondo tempo cresce come tutti, mettendo in campo tutte le sue qualità.

Migliaccio 7: la sua grinta e la sua grande voglia fanno la differenza nei momento più difficili del match. Ce ne vorrebbero sempre undici, di Migliaccio. Soprattutto in trasferta.

Maxi Moralez 6.5: l’inedito modulo di Colantuono lo penalizza non poco, tant’è che nel primo tempo soffre come tutta la squadra. Ma nella ripresa si sveglia e inizia a fare il Moralez, sostenendo a dovere il Tanque e mettendo spesso in crisi la difesa napoletana (42′ st Carmona S.V.).

Denis 7: riecco il German Denis che tutti conosciamo, quello che lotta, che non molla, che si batte come un leone. E che punisce gli avversari alla prima palla buona. Era ora Tanque.

 

Colantuono 6.5: studia un modulo per ingabbiare il gioco del Napoli ma, almeno nel primo tempo, fallisce miseramente. Nella ripresa cambia qualcosina e la squadra si trasforma. Deve comunque ringraziare san Marco Sportiello: senza la sua parata nel finale ora sarebbe stato in guai molto seri.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da attila

    Perdonatemi, io forse ho visto un’altra partita.
    Il Napoli poteva vincere 5/6 a 1, ma state scherzando?
    Squadra bolsa e molle. Ringraziamo Sportiello e la scarsa precisione degli attaccanti partenopei e ringraziamo la buona sorte per il punto raccattato…

  2. Scritto da nino cortesi

    Sportiello 8; Benalouane 7, Stendardo 7, Cherubin 7, Del Grosso 7; Raimondi 7,5, Cigarini 7, Baselli 6, Migliaccio 7; Moralez 7,5, Denis 7. Dramè 6, D’Alessandro 6, Carmona s.v.
    Buona prova di tutti, Baselli e Moralez divevano scambiarsi le posizioni e le ammonizioni le prendono quelli che ci danno dentro alla grande.