BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sindaci in prefettura “Noi leghisti ignorati, che mancanza di rispetto”

“Da tre mesi aspettiamo una risposta. Siamo stati completamente ignorati dal prefetto, che ora incontra altri sindaci”. Il coordinatore “borgomastri” della Lega Nord Giovanni Malanchini attende ancora una risposta dalla prefettura in merito alla richiesta di incontro per chiedere rassicurazioni sull'operazione “mare nostrum”. La lettera è stata inviata lo scorso 29 agosto.

“Da tre mesi aspettiamo una risposta. Siamo stati completamente ignorati dal prefetto, che ora incontra altri sindaci”. Il coordinatore “borgomastri” della Lega Nord Giovanni Malanchini attende ancora una risposta dalla prefettura in merito alla richiesta di incontro per chiedere rassicurazioni sull’operazione “mare nostrum”. La lettera è stata inviata lo scorso 29 agosto. Nel frattempo Francesca Ferrandino ha incontrato i primi cittadini di Dalmine, Osio Sotto, Osio Sopra e Levate per affrontare il tema dell’emergenza sicurezza nella zona dell’hinterland. “Evidentemente ci sono sindaci di serie A e quelli di serie B – spiega Malanchini -. La questione dei profughi è ancora aperta e non abbiamo ancora avuto risposte precise alle nostre domande sulle misure igienico sanitarie. Abbiamo richiesto un incontro formale, ora invieremo un sollecito. Ci sembra una mancanza di rispetto”.

Malanchini non perde l’occasione per scagliarsi contro l’istituzione prefetto. “Io mi rifaccio al commissario per la spending review Cottarelli: nella sua relazione dice che le prefetture vanno abolite. Purtroppo però a pagare sono sempre gli enti locali e mai i funzionari dello stato. Loro percepiscono uno stipendio cinque volte superiore a quello di un sindaco senza nemmeno essere stati eletti dai cittadini. E’ uno dei peggiori esempi di comunismo al governo. Il bello è che in Italia non deve essere garantito il posto fisso, mentre loro non vengono mai toccati. Inviterei la signora prefetta a fare un giro a Spirano per incontrare qualche muratore che ha perso il lavoro”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Mister Bean

    I sindaci sono espressione diretta del popolo, al contrario di prefetti e giudici. Quindi se un prefetto, che è un vicerè messo li da roma per controllare il territorio, fa differenze tra un sindaco e l’altro in base al colore politico, non si comporta in modo democratico, bensì autoritario. Questo capitava anche ai tempi del fascio, poi i sindaci furono sostituiti dai Podestà, di nomina statale. Che i rossi attuali si stiano allineando a quelle idee?

  2. Scritto da Miki

    Manca una N a “Noi Leghisti Ignorati”

    1. Scritto da Gaetano Bresci

      sai, un refuso può capitare a tutti.

  3. Scritto da Marco

    E che palle!!! Sputano veleno e insulti su stato e Prefetto e poi vogliono le carezze. Ma vadano a…..

  4. Scritto da Marco Oldrati

    Egregio Sindaco Malanchini, a me risulta che le prefetture fossero un’istituzione che ebbe la sua definizione operativa in epoca fascista. So che il mandato del vostro segretario provinciale è quello di usare la parola “comunista” con significato spregiativo, ma documentarsi prima di parlare le farebbe fare migliore figura, non crede?

    1. Scritto da Luigi

      Premesso che storicamente non c’è molta differenza tra fascista e comunista, visto che sempre di regimi totalitari si tratta, le prefetture furono introdotte dal regime napoleonico e da allora dovrebbero rappresentare il controllo dello stato sul territorio, come tali in Italia semplicemente inutili. In ogni caso, lega o meno un sindaco è sempre eletto dalla sua gente e anche solo per questo merita rispetto, da tutti.

  5. Scritto da jkl

    Al “peggior esempio di comunismo” mi sono messo veramente a ridere. Ma dove li trovano questi personaggi? La lega poteva abolirli quando era al governo, o no?