BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Curno, tre serate contro la discriminazione e la violenza sulle donne

Se femmine e maschi si nasce, certamente donne e uomini si diventa, dentro le opzioni condizioni opportunità che la famiglia, la scuola, le istituzioni sociali, il territorio, mettono a disposizione. Attraverso il progetto “Alla Pari” l’Amministrazione Comunale di Curno, in collaborazione con il Consultorio familiare Mani di Scorta di Treviolo, vuole offrire occasioni di riflessione sulla relazione tra i generi oggi.

Se femmine e maschi si nasce, certamente donne e uomini si diventa, dentro le opzioni condizioni opportunità che la famiglia, la scuola, le istituzioni sociali, il territorio, mettono a disposizione. Attraverso il progetto “Alla Pari” l’Amministrazione Comunale di Curno, in collaborazione con il Consultorio familiare Mani di Scorta di Treviolo, vuole offrire occasioni di riflessione sulla relazione tra i generi oggi. Un impegno per sostenere il cambiamento necessario contro ogni discriminazione e contribuire alla costruzione di strumenti concreti per lottare contro la violenza maschile sulle donne. I prossimi eventi del percorso saranno la proiezione di due film al cineforum Agorà di Mozzo e uno spettacolo presso il centro polivalente a Curno.

La prima proiezione sarà "Storia di Josie" di Niki Caro e avrà luogo il 28 ottobre alle 20,30; il secondo film è "Wewant sex" di Nigel Cole e la sua visione è programmata per l’11 novembre sempre alle 20,30. Per chiudere questa rassegna sarà messo in scena lo spettacolo dei CasaMenga "parole, suono e immagini contro la violenza sulle donne". La performance del gruppo è stata realizzata ad hoc per celebrare il 25 novembre giornata mondiale contro la violenza sulle donne."

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da mozzo

    la notizia e’ incompleto: amministrazione Mozzo e Curno….

  2. Scritto da Aristide

    Riguardo al tema che accomuna le tre serate, due osservazioni linguistiche: a) correttamente in italiano si dirà feminicidio, con una “m” soltanto, considerata l’origine latina del vocabolo. In spagnolo, per esempio, si dice così.
    b) Se si parla di feminicidio, tutte le volte che viene ucciso un essere umano di sesso femminile, occorrerà, per pari opportunità, parlare di viricidio tutte le volte che viene ucciso un essere umano di sesso maschile.

  3. Scritto da Marco

    Interessante iniziativa, è doveroso parlare del dramma sociale crescente della violenza,non solo fisica ma anche di molestie psicologiche (stalking) sulle donne.La componente maschile riversa sulla donna le proprie insicurezze e i fallimenti(di carriera,d’immagine,di potere).Affrontare i problemi prima che dannose infiltrazioni penetrino all’interno delle coppie, non sempre esattamente impermeabili agli stress della vita,giusto discutere con la gente, in mezzo a tanta gente meglio ancora.