BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Con le Cene dello Spirito della rassegna Molte fedi il dialogo si fa a tavola

La rassegna “Molte fedi sotto lo stesso cielo” propone anche quest'anno “Le Cene dello Spirito”, incontri culinari e culturali per conoscere l'altro, la sua cultura e la sua fede.

Più informazioni su

Condividere il pasto è sempre il modo migliore per conoscere l’altro, la sua cultura e la sua fede.

Il cibo infatti è un elemento di integrazione sociale in tutte le culture del mondo ed è per questo motivo che “Molte fedi sotto lo stesso cielo” ogni anno propone le “Cene dello Spirito”.

All’interno della rassegna delle Acli provinciali di Bergamo vengono sempre dedicate alcune serate alla scoperta delle altre culture presenti sul territorio, a partire proprio dai sapori tipici.

Non si tratta però di una semplice cena “etnica”. In tutte queste occasioni, in realtà, i partecipanti sono ospiti delle comunità di origine straniera o di altra fede residenti in Bergamasca.

Ed ecco che, oltre ad assaporare pietanze dal sapore particolare e poco noto ai nostri palati, si va alla scoperta dei mondi che abitano la nostra provincia.

Si inizia venerdì 31 ottobre con una cena ebraica in occasione dello Shabbat, il giorno di festa per gli ebrei. Oltre ai piatti tipici della tradizione ebraica ci saranno letture sceniche, musica e libere conversazioni guidate dall’autrice e attrice teatrale Miriam Camerini.

Sabato 8 novembre, invece, spazio alla cucina eritrea che verrà ospitata nei locali di Casa Amadei (via San Bernardino 77), dove vengono accolti i migranti che arrivano in Bergamasca. Tra questi ci sono molti eritrei, che racconteranno la loro storia e i motivi che li hanno spinti a cercare asilo in Italia.

Per sabato 22 novembre è previsto il laboratorio e la cena filippina a cura del gruppo “Children cultural group of Bergamo” che si propone di trasmettere, alle seconde generazioni, conoscenza della cultura e della storia del proprio Paese d’origine.

Infine sabato 29 novembre si è ospiti dell’Assosb, l’associazione senegalesi bergamaschi, che proporrà un laboratorio per imparare a cucinare yassa di pollo e a seguire la cena tipica senegalese.

Tutte le cene si terranno all’oratorio del Sacro Cuore di Bergamo (via Caldara 9), alle 19:30 (i laboratori alle 17:30), ad eccezione della cena eritrea a Casa Amadei. Il costo per la cena ebraica è di 30 euro, mentre per tutte le altre 12 euro a testa. La prenotazione è obbligatoria con ritiro dei biglietti.

Per informazioni: www.moltefedisottolostessocielo.it

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.